Ricette tradizionali

Serena Williams si rammarica di aver assaggiato il cibo per cani di fantasia del suo animale domestico

Serena Williams si rammarica di aver assaggiato il cibo per cani di fantasia del suo animale domestico


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il cibo per animali fantasia può sembrare proprio come il cibo umano, ma l'aspetto può ingannare

Wikimedia/SWETennis

Il cibo per cani di Serena Williams sembrava così elaborato che decise di provarlo lei stessa, ma si pentì immediatamente di quella decisione.

Il cibo per cani e gatti fantasia per gli animali domestici più eleganti del mondo è stato una grande tendenza ultimamente e sta diventando così che il cibo per cani di fascia alta spesso sembra un pasto gourmet per gli umani. Tuttavia, non è quello che la campionessa di tennis Serena Williams dice di aver scoperto la scorsa settimana quando ha assaggiato il pasto per animali ultra-gourmet del suo cane e si è ammalata.

Secondo la CNN, Williams è a Roma per l'Open d'Italia e ha ordinato una delle opzioni di cibo per cani di fascia alta dell'hotel per il suo Yorkshire terrier di tre anni. Il salmone e il riso costavano $ 17 e quando è arrivato sembrava così tanto un pasto umano gourmet che Williams ha deciso di assaggiarlo.

"Prima di giudicarmi, guardalo", ha detto Williams, pubblicando una foto del piatto di salmone e riso su Snapchat per mostrare che sembrava davvero una ciotola di salmone fresco e riso. ""Dai. Sembra buono. In effetti, quando prendo il cibo, mi danno lo stesso pacchetto di cibo. Viene fornito con il cucchiaio dall'aspetto costoso. Sono tipo, 'Che diamine? prova un pezzo.'"

Ma Williams si pentì rapidamente di quella decisione. Non solo aveva il sapore di "come le pulizie di casa", ma ha detto che era malata per diverse ore dopo. Il cane lo adorava, però.

L'attacco di avvelenamento da cibo per cani non sembrava influenzare il tennis di Williams, tuttavia, perché era in grado di competere e vincere la sua prossima partita in programma.


Pubblicato: 22:02 BST, 31 maggio 2021 | Aggiornato: 22:05 BST, 31 maggio 2021

Come maratoneta ultra-in forma, Tom Williams si aspettava di navigare attraverso un MOT sanitario di routine del SSN quando raggiungeva i 40 anni.

Ma era allarmato nello scoprire che, all'età di 42 anni, i suoi livelli di colesterolo erano alti, a 8,5, con il suo livello di colesterolo LDL "cattivo" a 6,2. Il suo medico di famiglia gli ha consigliato di iniziare immediatamente le statine per ridurre il rischio di malattie cardiache.

"Sono rimasto scioccato", dice Tom, ora 46enne, che è il direttore operativo di Parkrun, che organizza eventi di corsa gratuita. “Ero in forma e attivo, quindi non mi aspettavo problemi di salute.

“Credo nel cercare di prevenire le malattie attraverso uno stile di vita sano. Quindi, quando il mio medico di famiglia ha suggerito di assumere statine per proteggersi dalle malattie cardiache, non era quello che volevo sentire.'

Come maratoneta ultra-in forma, Tom Williams si aspettava di navigare attraverso un MOT sanitario di routine del SSN quando raggiungeva i 40 anni

Un esame del sangue per i livelli di colesterolo o grasso - buono e cattivo - fa parte di un MOT sanitario per livelli totali superiori a 5 mmol/l (o colesterolo LDL "cattivo" superiore a 3 mmol/l) spesso porta a suggerire statine. Questo perché il colesterolo può depositarsi nelle arterie, restringendole e aumentando il rischio di infarto e ictus.

Ma alcuni esperti sono preoccupati che i test del colesterolo non riescano a fornire un quadro adeguato della salute del cuore. C'è anche una crescente evidenza che test più dettagliati dovrebbero essere ampiamente introdotti per fornire dati meglio individualizzati sulla necessità di statine e per rilevare le malattie cardiache prima che si manifestino i sintomi.

Tom, che vive ad Harrogate, nel North Yorkshire, con sua moglie Helen e due figli, di nove e sei anni, sapeva di avere una storia familiare di colesterolo alto, anche se nessuno nella sua famiglia aveva malattie cardiache. Non era sicuro di iniziare con le statine poiché devono essere assunte per tutta la vita per controllare i livelli di colesterolo e possono avere effetti collaterali come dolori muscolari.

Inizialmente ha scelto di monitorare la sua salute ma sei mesi dopo, quando ha iniziato ad avere palpitazioni cardiache, ha deciso di chiedere un secondo parere a uno specialista.

Questa volta ha eseguito diversi test del SSN, tra cui un elettrocardiogramma (ECG), che controlla il ritmo cardiaco e l'attività elettrica, un angiogramma (una radiografia del cuore) e una risonanza magnetica per esaminare la struttura e la funzione di pompaggio dell'organo.

Tom, che vive ad Harrogate, nel North Yorkshire, con sua moglie Helen e due figli, di nove e sei anni, sapeva di avere una storia familiare di colesterolo alto, anche se nessuno nella sua famiglia aveva malattie cardiache

Ha anche fatto un test del punteggio del calcio - una radiografia delle arterie - per verificare la presenza di depositi di calcio, che possono accumularsi nelle placche di grasso che induriscono i vasi sanguigni del cuore.

Mentre i test di routine possono dirti quanto colesterolo circola nel sangue, gli esperti dicono che il test del calcio è più utile in quanto questi depositi sono un indicatore di malattie cardiache e ictus.

Un punteggio pari a zero significa che nessun accumulo superiore a 400 suggerisce un maggiore solco delle arterie e un alto rischio di malattie cardiache, che colpisce circa 7,6 milioni di persone nel Regno Unito. Il test di dieci minuti, disponibile anche privatamente per circa £ 150, esiste da 20 anni.

Ma non è abitualmente utilizzato per lo screening dei pazienti del SSN per le malattie cardiache. Viene offerto solo a coloro con un rischio moderato di malattie cardiache che sono stati indirizzati a uno specialista.

Tuttavia, un numero crescente di studi mostra la sua utilità nell'individuare i pazienti a basso o alto rischio di malattie cardiache e nel suggerire a chi dovrebbero essere prescritte le statine.

La ricerca statunitense e tedesca ha scoperto che le persone con punteggi elevati di calcio avevano da nove a 16 volte più probabilità di sviluppare malattie cardiache.

Una revisione degli studi che coinvolgono la tecnica ha concluso che c'erano "prove solide" per il suo uso "per migliorare la previsione del rischio quando aggiunto ai fattori e ai punteggi di rischio tradizionali, in particolare negli intervalli di rischio borderline o intermedi", come riportato in The BMJ.

Il punteggio zero di calcio di Tom ha suggerito che il suo rischio di malattie cardiache era basso. Le sue palpitazioni sono state invece attribuite allo stress o a un virus. Sono passati nel giro di pochi mesi e non sono tornati.

"Il test del calcio è stato estremamente rassicurante: dopotutto non avevo bisogno di assumere statine", afferma Tom.

Il dottor Scott Murray, un cardiologo preventivo consulente che ha curato Tom al Royal Liverpool University Hospital, crede che un test del punteggio del calcio ti permetta di "vedere" le arterie.

"La cardiopatia coronarica è un puzzle di molteplici fattori che coprono l'età, la dieta, lo stile di vita e la storia familiare, e attribuire tutto a un esame del sangue [per il colesterolo] è probabilmente sbagliato", afferma il dottor Murray, che ora lavora presso il centro privato di cardiologia Venturi. clinica a Warrington, Cheshire.

“Persone come Tom sembrano essere ad alto rischio di malattie cardiache in base al loro test del colesterolo, ma il test del punteggio del calcio mostra che in realtà sono a rischio molto basso e non hanno bisogno di statine. I test del punteggio del calcio sono un modo di guardare sotto il cofano dell'auto per fornire un approccio molto più personalizzato al rischio di malattie cardiache di un paziente.'

Il colesterolo è in gran parte prodotto dall'organismo ed è essenziale per la produzione di vitamina D e il controllo ormonale. Ma troppo può causare l'accumulo di grasso nel sangue, depositando la placca nelle arterie e facendole indurire.

Chiunque abbia più di 40 anni è idoneo per i test del colesterolo presso il proprio medico di famiglia, dove altri fattori di rischio come ipertensione, diabete, fumo e mancanza di esercizio fisico vengono utilizzati per calcolare il rischio di morire di malattie cardiache nei prossimi dieci anni.

Il National Institute for Health and Care Excellence raccomanda di offrire statine a chiunque abbia una probabilità superiore al 10%.

Le statine sono molto efficaci nel prevenire un secondo infarto o ictus, ma c'è un dibattito su quanto siano utili per coloro che non hanno avuto una diagnosi di malattie cardiache o infarto.

Alcuni esperti sostengono che l'assunzione di statine può offrire solo un piccolo miglioramento del rischio per pazienti come Tom, il cui rischio effettivo di malattie cardiache è altrimenti molto basso.

Questa volta ha eseguito diversi test del SSN, tra cui un elettrocardiogramma (ECG), che controlla il ritmo cardiaco e l'attività elettrica, un angiogramma (una radiografia del cuore) e una risonanza magnetica per esaminare la struttura e la funzione di pompaggio dell'organo. Ha anche fatto un test del punteggio del calcio - una radiografia delle arterie - per verificare la presenza di depositi di calcio, che possono accumularsi nelle placche di grasso che induriscono i vasi sanguigni del cuore [Foto d'archivio]

Un'analisi di tre revisioni che hanno coinvolto più di 200.000 pazienti senza diagnosi di malattie cardiache che stavano assumendo statine per prevenirla, pubblicata su BMJ Open nel 2018, ha affermato che esistono "prove limitate sull'efficacia delle statine per la prevenzione primaria". Con un quadro così complicato, di quale test dovresti fidarti?

Iqbal Malik, cardiologo consulente presso l'Hammersmith Hospital NHS Trust e direttore medico della clinica privata OneWelbeck Heart Health a Londra, afferma che i test del colesterolo rimangono un modo "economico e facile" per identificare i pazienti a rischio di malattie cardiache.

Sostiene che forniscono una valutazione sufficiente, una volta presi in considerazione fattori come lo stile di vita e l'età, se il paziente è considerato ad alto rischio.

Ma avverte: "Una persona con il colesterolo basso può ancora avere un infarto, quindi un test del colesterolo non fornisce il quadro completo. Il test non viene mai preso in isolamento: si tratta di una serie di fattori di rischio.'

A differenza di Tom, molte persone con colesterolo alto avranno un certo grado di depositi di calcio nelle loro arterie. Questo perché il calcio è la "risposta di guarigione" ai vasi infiammati, causata, in parte, dal grasso nel sangue.

Un altro problema con i controlli del calcio è che può volerci del tempo prima che i depositi calcificati si sviluppino, quindi un punteggio basso può essere "falsamente rassicurante", afferma il dott. Malik, che non li offre di routine.

Un test migliore, suggerisce, sarebbe un angiogramma coronarico TC - una radiografia con mezzo di contrasto - per dare una valutazione completa delle arterie, non solo dei depositi di calcio.

Tuttavia, il dottor Thomas Heseltine, un cardiologo del Liverpool University Hospitals NHS Foundation Trust, ritiene che i test del punteggio del calcio dovrebbero essere offerti a tutti coloro con un rischio "intermedio" di malattie cardiache (due o più fattori di rischio) dopo un test per il colesterolo alto.

La ricerca nel 2015 ha mostrato che fino al 40% dei pazienti con un aumentato rischio di malattie cardiache ha avuto la decisione di assumere statine alterata da un test del punteggio del calcio.


Pubblicato: 22:02 BST, 31 maggio 2021 | Aggiornato: 22:05 BST, 31 maggio 2021

Come maratoneta ultra-in forma, Tom Williams si aspettava di navigare attraverso un MOT sanitario di routine del SSN quando raggiungeva i 40 anni.

Ma era allarmato nello scoprire che, all'età di 42 anni, i suoi livelli di colesterolo erano alti, a 8,5, con il suo livello di colesterolo LDL "cattivo" a 6,2. Il suo medico di famiglia gli ha consigliato di iniziare immediatamente le statine per ridurre il rischio di malattie cardiache.

"Sono rimasto scioccato", dice Tom, ora 46enne, che è il direttore operativo di Parkrun, che organizza eventi di corsa gratuita. “Ero in forma e attivo, quindi non mi aspettavo problemi di salute.

“Credo nel cercare di prevenire le malattie attraverso uno stile di vita sano. Quindi, quando il mio medico di famiglia ha suggerito di assumere statine per proteggersi dalle malattie cardiache, non era quello che volevo sentire.'

Come maratoneta ultra-in forma, Tom Williams si aspettava di navigare attraverso un MOT sanitario di routine del SSN quando raggiungeva i 40 anni

Un esame del sangue per i livelli di colesterolo o grasso - buono e cattivo - fa parte di un MOT sanitario per livelli totali superiori a 5 mmol/l (o colesterolo LDL "cattivo" superiore a 3 mmol/l) spesso porta a suggerire statine. Questo perché il colesterolo può depositarsi nelle arterie, restringendole e aumentando il rischio di infarto e ictus.

Ma alcuni esperti sono preoccupati che i test del colesterolo non riescano a fornire un quadro adeguato della salute del cuore. C'è anche una crescente evidenza che test più dettagliati dovrebbero essere ampiamente introdotti per fornire dati meglio individualizzati sulla necessità di statine e per rilevare le malattie cardiache prima che si manifestino i sintomi.

Tom, che vive ad Harrogate, nel North Yorkshire, con sua moglie Helen e due figli, di nove e sei anni, sapeva di avere una storia familiare di colesterolo alto, anche se nessuno nella sua famiglia aveva malattie cardiache. Non era sicuro di iniziare con le statine poiché devono essere assunte per tutta la vita per controllare i livelli di colesterolo e possono avere effetti collaterali come dolori muscolari.

Inizialmente ha scelto di monitorare la sua salute ma sei mesi dopo, quando ha iniziato ad avere palpitazioni cardiache, ha deciso di chiedere un secondo parere a uno specialista.

Questa volta ha eseguito diversi test del SSN, tra cui un elettrocardiogramma (ECG), che controlla il ritmo cardiaco e l'attività elettrica, un angiogramma (una radiografia del cuore) e una risonanza magnetica per esaminare la struttura e la funzione di pompaggio dell'organo.

Tom, che vive ad Harrogate, nel North Yorkshire, con sua moglie Helen e due figli, di nove e sei anni, sapeva di avere una storia familiare di colesterolo alto, anche se nessuno nella sua famiglia aveva malattie cardiache

Ha anche fatto un test del punteggio del calcio - una radiografia delle arterie - per verificare la presenza di depositi di calcio, che possono accumularsi nelle placche di grasso che induriscono i vasi sanguigni del cuore.

Mentre i test di routine possono dirti quanto colesterolo sta circolando nel sangue, gli esperti dicono che il test del calcio è più utile in quanto questi depositi sono un indicatore di malattie cardiache e ictus.

Un punteggio pari a zero significa che nessun accumulo superiore a 400 suggerisce un maggiore solco delle arterie e un alto rischio di malattie cardiache, che colpisce circa 7,6 milioni di persone nel Regno Unito. Il test di dieci minuti, disponibile anche privatamente per circa £ 150, esiste da 20 anni.

Ma non è abitualmente utilizzato per lo screening dei pazienti del SSN per le malattie cardiache. Viene offerto solo a coloro con un rischio moderato di malattie cardiache che sono stati indirizzati a uno specialista.

Tuttavia, un numero crescente di studi mostra la sua utilità nell'individuare i pazienti a basso o alto rischio di malattie cardiache e nel suggerire a chi dovrebbero essere prescritte le statine.

La ricerca statunitense e tedesca ha scoperto che le persone con punteggi elevati di calcio avevano da nove a 16 volte più probabilità di sviluppare malattie cardiache.

Una revisione degli studi che coinvolgono la tecnica ha concluso che c'erano "prove solide" per il suo uso "per migliorare la previsione del rischio quando aggiunto ai fattori e ai punteggi di rischio tradizionali, in particolare negli intervalli di rischio borderline o intermedi", come riportato in The BMJ.

Il punteggio zero di calcio di Tom ha suggerito che il suo rischio di malattie cardiache era basso. Le sue palpitazioni sono state invece attribuite allo stress o a un virus. Sono passati nel giro di pochi mesi e non sono tornati.

"Il test del calcio è stato estremamente rassicurante: dopotutto non avevo bisogno di assumere statine", afferma Tom.

Il dottor Scott Murray, un cardiologo preventivo consulente che ha curato Tom al Royal Liverpool University Hospital, crede che un test del punteggio del calcio ti permetta di "vedere" le arterie.

"La cardiopatia coronarica è un puzzle di molteplici fattori che coprono l'età, la dieta, lo stile di vita e la storia familiare, e attribuire tutto a un esame del sangue [per il colesterolo] è probabilmente sbagliato", afferma il dottor Murray, che ora lavora presso il cuore privato di Venturi Cardiology clinica a Warrington, Cheshire.

“Persone come Tom sembrano essere ad alto rischio di malattie cardiache in base al loro test del colesterolo, ma il test del punteggio del calcio mostra che in realtà sono a rischio molto basso e non hanno bisogno di statine. I test del punteggio del calcio sono un modo di guardare sotto il cofano dell'auto per fornire un approccio molto più personalizzato al rischio di malattie cardiache di un paziente.'

Il colesterolo è in gran parte prodotto dall'organismo ed è essenziale per la produzione di vitamina D e il controllo ormonale. Ma troppo può causare l'accumulo di grasso nel sangue, depositando la placca nelle arterie e facendole indurire.

Chiunque abbia più di 40 anni è idoneo per i test del colesterolo presso il proprio medico di famiglia, dove altri fattori di rischio come ipertensione, diabete, fumo e mancanza di esercizio fisico vengono utilizzati per calcolare il rischio di morire di malattie cardiache nei prossimi dieci anni.

Il National Institute for Health and Care Excellence raccomanda di offrire statine a chiunque abbia una probabilità superiore al 10%.

Le statine sono molto efficaci nel prevenire un secondo infarto o ictus, ma c'è un dibattito su quanto siano utili per coloro che non hanno avuto una diagnosi di malattie cardiache o infarto.

Alcuni esperti sostengono che l'assunzione di statine può offrire solo un piccolo miglioramento del rischio per pazienti come Tom, il cui rischio effettivo di malattie cardiache è altrimenti molto basso.

Questa volta ha eseguito diversi test del SSN, tra cui un elettrocardiogramma (ECG), che controlla il ritmo cardiaco e l'attività elettrica, un angiogramma (una radiografia del cuore) e una risonanza magnetica per esaminare la struttura e la funzione di pompaggio dell'organo. Ha anche fatto un test del punteggio del calcio - una radiografia delle arterie - per verificare la presenza di depositi di calcio, che possono accumularsi nelle placche di grasso che induriscono i vasi sanguigni del cuore [Foto d'archivio]

Un'analisi di tre revisioni che hanno coinvolto più di 200.000 pazienti senza diagnosi di malattie cardiache che stavano assumendo statine per prevenirla, pubblicata su BMJ Open nel 2018, ha affermato che esistono "prove limitate sull'efficacia delle statine per la prevenzione primaria". Con un quadro così complicato, di quale test dovresti fidarti?

Iqbal Malik, cardiologo consulente presso l'Hammersmith Hospital NHS Trust e direttore medico della clinica privata OneWelbeck Heart Health a Londra, afferma che i test del colesterolo rimangono un modo "economico e facile" per identificare i pazienti a rischio di malattie cardiache.

Sostiene che forniscono una valutazione sufficiente, una volta presi in considerazione fattori come lo stile di vita e l'età, se il paziente è considerato ad alto rischio.

Ma avverte: "Una persona con colesterolo basso può ancora avere un infarto, quindi un test del colesterolo non fornisce il quadro completo. Il test non viene mai preso in isolamento: si tratta di una serie di fattori di rischio.'

A differenza di Tom, molte persone con colesterolo alto avranno un certo grado di depositi di calcio nelle loro arterie. Questo perché il calcio è la "risposta di guarigione" ai vasi infiammati, causata, in parte, dal grasso nel sangue.

Un altro problema con i controlli del calcio è che può volerci del tempo prima che i depositi calcificati si sviluppino, quindi un punteggio basso può essere "falsamente rassicurante", afferma il dott. Malik, che non li offre di routine.

Un test migliore, suggerisce, sarebbe un angiogramma coronarico TC - una radiografia con mezzo di contrasto - per dare una valutazione completa delle arterie, non solo dei depositi di calcio.

Tuttavia, il dottor Thomas Heseltine, un cardiologo del Liverpool University Hospitals NHS Foundation Trust, ritiene che i test del punteggio del calcio dovrebbero essere offerti a tutti coloro con un rischio "intermedio" di malattie cardiache (due o più fattori di rischio) dopo un test per il colesterolo alto.

La ricerca nel 2015 ha mostrato che fino al 40% dei pazienti con un aumentato rischio di malattie cardiache ha avuto la decisione di assumere statine alterata da un test del punteggio del calcio.


Pubblicato: 22:02 BST, 31 maggio 2021 | Aggiornato: 22:05 BST, 31 maggio 2021

Come maratoneta ultra-in forma, Tom Williams si aspettava di navigare attraverso un MOT sanitario di routine del SSN quando raggiungeva i 40 anni.

Ma era allarmato nello scoprire che, all'età di 42 anni, i suoi livelli di colesterolo erano alti, a 8,5, con il suo livello di colesterolo LDL "cattivo" a 6,2. Il suo medico di famiglia gli ha consigliato di iniziare immediatamente le statine per ridurre il rischio di malattie cardiache.

"Sono rimasto scioccato", dice Tom, ora 46enne, che è il direttore operativo di Parkrun, che organizza eventi di corsa gratuita. “Ero in forma e attivo, quindi non mi aspettavo problemi di salute.

“Credo nel cercare di prevenire le malattie attraverso uno stile di vita sano. Quindi, quando il mio medico di famiglia ha suggerito di assumere statine per proteggersi dalle malattie cardiache, non era quello che volevo sentire.'

Come maratoneta ultra-in forma, Tom Williams si aspettava di navigare attraverso un MOT sanitario di routine del SSN quando raggiungeva i 40 anni

Un esame del sangue per i livelli di colesterolo o grasso - buono e cattivo - fa parte di un MOT sanitario per livelli totali superiori a 5 mmol/l (o colesterolo LDL "cattivo" superiore a 3 mmol/l) spesso porta a suggerire statine. Questo perché il colesterolo può depositarsi nelle arterie, restringendole e aumentando il rischio di infarto e ictus.

Ma alcuni esperti sono preoccupati che i test del colesterolo non riescano a fornire un quadro adeguato della salute del cuore. C'è anche una crescente evidenza che test più dettagliati dovrebbero essere ampiamente introdotti per fornire dati meglio individualizzati sulla necessità di statine e per rilevare le malattie cardiache prima che si manifestino i sintomi.

Tom, che vive ad Harrogate, nel North Yorkshire, con sua moglie Helen e due figli, di nove e sei anni, sapeva di avere una storia familiare di colesterolo alto, anche se nessuno nella sua famiglia aveva malattie cardiache. Non era sicuro di iniziare con le statine poiché devono essere assunte per tutta la vita per controllare i livelli di colesterolo e possono avere effetti collaterali come dolori muscolari.

Inizialmente ha scelto di monitorare la sua salute ma sei mesi dopo, quando ha iniziato ad avere palpitazioni cardiache, ha deciso di chiedere un secondo parere a uno specialista.

Questa volta ha eseguito diversi test del SSN, tra cui un elettrocardiogramma (ECG), che controlla il ritmo cardiaco e l'attività elettrica, un angiogramma (una radiografia del cuore) e una risonanza magnetica per esaminare la struttura e la funzione di pompaggio dell'organo.

Tom, che vive ad Harrogate, nel North Yorkshire, con sua moglie Helen e due figli, di nove e sei anni, sapeva di avere una storia familiare di colesterolo alto, anche se nessuno nella sua famiglia aveva malattie cardiache

Ha anche fatto un test del punteggio del calcio - una radiografia delle arterie - per verificare la presenza di depositi di calcio, che possono accumularsi nelle placche di grasso che induriscono i vasi sanguigni del cuore.

Mentre i test di routine possono dirti quanto colesterolo sta circolando nel sangue, gli esperti dicono che il test del calcio è più utile in quanto questi depositi sono un indicatore di malattie cardiache e ictus.

Un punteggio pari a zero significa che nessun accumulo superiore a 400 suggerisce un maggiore solco delle arterie e un alto rischio di malattie cardiache, che colpisce circa 7,6 milioni di persone nel Regno Unito. Il test di dieci minuti, disponibile anche privatamente per circa £ 150, esiste da 20 anni.

Ma non è abitualmente utilizzato per lo screening dei pazienti del SSN per le malattie cardiache. Viene offerto solo a coloro con un rischio moderato di malattie cardiache che sono stati indirizzati a uno specialista.

Tuttavia, un numero crescente di studi mostra la sua utilità nell'individuare i pazienti a basso o alto rischio di malattie cardiache e nel suggerire a chi dovrebbero essere prescritte le statine.

La ricerca statunitense e tedesca ha scoperto che le persone con punteggi elevati di calcio avevano da nove a 16 volte più probabilità di sviluppare malattie cardiache.

Una revisione degli studi che coinvolgono la tecnica ha concluso che c'erano "prove solide" per il suo uso "per migliorare la previsione del rischio quando aggiunto ai fattori e ai punteggi di rischio tradizionali, in particolare negli intervalli di rischio borderline o intermedi", come riportato in The BMJ.

Il punteggio zero di calcio di Tom ha suggerito che il suo rischio di malattie cardiache era basso. Le sue palpitazioni sono state invece attribuite allo stress o a un virus. Sono passati nel giro di pochi mesi e non sono tornati.

"Il test del calcio è stato estremamente rassicurante: dopotutto non avevo bisogno di assumere statine", afferma Tom.

Il dottor Scott Murray, un cardiologo preventivo consulente che ha curato Tom al Royal Liverpool University Hospital, crede che un test del punteggio del calcio ti permetta di "vedere" le arterie.

"La cardiopatia coronarica è un puzzle di molteplici fattori che coprono l'età, la dieta, lo stile di vita e la storia familiare, e attribuire tutto a un esame del sangue [per il colesterolo] è probabilmente sbagliato", afferma il dottor Murray, che ora lavora presso il cuore privato di Venturi Cardiology clinica a Warrington, Cheshire.

“Persone come Tom sembrano essere ad alto rischio di malattie cardiache in base al loro test del colesterolo, ma il test del punteggio del calcio mostra che in realtà sono a rischio molto basso e non hanno bisogno di statine. I test del punteggio del calcio sono un modo di guardare sotto il cofano dell'auto per fornire un approccio molto più personalizzato al rischio di malattie cardiache di un paziente.'

Il colesterolo è in gran parte prodotto dall'organismo ed è essenziale per la produzione di vitamina D e il controllo ormonale. Ma troppo può causare l'accumulo di grasso nel sangue, depositando la placca nelle arterie e facendole indurire.

Chiunque abbia più di 40 anni è idoneo per i test del colesterolo presso il proprio medico di famiglia, dove altri fattori di rischio come ipertensione, diabete, fumo e mancanza di esercizio fisico vengono utilizzati per calcolare il rischio di morire di malattie cardiache nei prossimi dieci anni.

Il National Institute for Health and Care Excellence raccomanda di offrire statine a chiunque abbia una probabilità superiore al 10%.

Le statine sono molto efficaci nel prevenire un secondo infarto o ictus, ma c'è un dibattito su quanto siano utili per coloro che non hanno avuto una diagnosi di malattie cardiache o infarto.

Alcuni esperti sostengono che l'assunzione di statine può offrire solo un piccolo miglioramento del rischio per pazienti come Tom, il cui rischio effettivo di malattie cardiache è altrimenti molto basso.

Questa volta ha eseguito diversi test del SSN, tra cui un elettrocardiogramma (ECG), che controlla il ritmo cardiaco e l'attività elettrica, un angiogramma (una radiografia del cuore) e una risonanza magnetica per esaminare la struttura e la funzione di pompaggio dell'organo. Ha anche fatto un test del punteggio del calcio - una radiografia delle arterie - per verificare la presenza di depositi di calcio, che possono accumularsi nelle placche di grasso che induriscono i vasi sanguigni del cuore [Foto d'archivio]

Un'analisi di tre revisioni che hanno coinvolto più di 200.000 pazienti senza diagnosi di malattie cardiache che stavano assumendo statine per prevenirla, pubblicata su BMJ Open nel 2018, ha affermato che esistono "prove limitate sull'efficacia delle statine per la prevenzione primaria". Con un quadro così complicato, di quale test dovresti fidarti?

Iqbal Malik, cardiologo consulente presso l'Hammersmith Hospital NHS Trust e direttore medico della clinica privata OneWelbeck Heart Health a Londra, afferma che i test del colesterolo rimangono un modo "economico e facile" per identificare i pazienti a rischio di malattie cardiache.

Sostiene che forniscono una valutazione sufficiente, una volta presi in considerazione fattori come lo stile di vita e l'età, se il paziente è considerato ad alto rischio.

Ma avverte: "Una persona con colesterolo basso può ancora avere un infarto, quindi un test del colesterolo non fornisce il quadro completo. Il test non viene mai preso in isolamento: si tratta di una serie di fattori di rischio.'

A differenza di Tom, molte persone con colesterolo alto avranno un certo grado di depositi di calcio nelle loro arterie. Questo perché il calcio è la "risposta di guarigione" ai vasi infiammati, causata, in parte, dal grasso nel sangue.

Un altro problema con i controlli del calcio è che può volerci del tempo prima che i depositi calcificati si sviluppino, quindi un punteggio basso può essere "falsamente rassicurante", afferma il dott. Malik, che non li offre di routine.

Un test migliore, suggerisce, sarebbe un angiogramma coronarico TC - una radiografia con mezzo di contrasto - per dare una valutazione completa delle arterie, non solo dei depositi di calcio.

Tuttavia, il dottor Thomas Heseltine, un cardiologo del Liverpool University Hospitals NHS Foundation Trust, ritiene che i test del punteggio del calcio dovrebbero essere offerti a tutti coloro con un rischio "intermedio" di malattie cardiache (due o più fattori di rischio) dopo un test per il colesterolo alto.

La ricerca nel 2015 ha mostrato che fino al 40% dei pazienti con un aumentato rischio di malattie cardiache ha avuto la decisione di assumere statine alterata da un test del punteggio del calcio.


Pubblicato: 22:02 BST, 31 maggio 2021 | Aggiornato: 22:05 BST, 31 maggio 2021

Come maratoneta ultra-in forma, Tom Williams si aspettava di navigare attraverso un MOT sanitario di routine del SSN quando raggiungeva i 40 anni.

Ma era allarmato nello scoprire che, all'età di 42 anni, i suoi livelli di colesterolo erano alti, a 8,5, con il suo livello di colesterolo LDL "cattivo" a 6,2. Il suo medico di famiglia gli ha consigliato di iniziare immediatamente le statine per ridurre il rischio di malattie cardiache.

"Sono rimasto scioccato", dice Tom, ora 46enne, che è il direttore operativo di Parkrun, che organizza eventi di corsa gratuita. “Ero in forma e attivo, quindi non mi aspettavo problemi di salute.

“Credo nel cercare di prevenire le malattie attraverso uno stile di vita sano. Quindi, quando il mio medico di famiglia ha suggerito di assumere statine per proteggersi dalle malattie cardiache, non era quello che volevo sentire.'

Come maratoneta ultra-in forma, Tom Williams si aspettava di navigare attraverso un MOT sanitario di routine del SSN quando raggiungeva i 40 anni

Un esame del sangue per i livelli di colesterolo o grasso - buono e cattivo - fa parte di un MOT sanitario per livelli totali superiori a 5 mmol/l (o colesterolo LDL "cattivo" superiore a 3 mmol/l) spesso porta a suggerire statine. Questo perché il colesterolo può depositarsi nelle arterie, restringendole e aumentando il rischio di infarto e ictus.

Ma alcuni esperti sono preoccupati che i test del colesterolo non riescano a fornire un quadro adeguato della salute del cuore. C'è anche una crescente evidenza che test più dettagliati dovrebbero essere ampiamente introdotti per fornire dati meglio individualizzati sulla necessità di statine e per rilevare le malattie cardiache prima che si manifestino i sintomi.

Tom, che vive ad Harrogate, nel North Yorkshire, con sua moglie Helen e due figli, di nove e sei anni, sapeva di avere una storia familiare di colesterolo alto, anche se nessuno nella sua famiglia aveva malattie cardiache. Non era sicuro di iniziare con le statine poiché devono essere assunte per tutta la vita per controllare i livelli di colesterolo e possono avere effetti collaterali come dolori muscolari.

Inizialmente ha scelto di monitorare la sua salute ma sei mesi dopo, quando ha iniziato ad avere palpitazioni cardiache, ha deciso di chiedere un secondo parere a uno specialista.

Questa volta ha eseguito diversi test del SSN, tra cui un elettrocardiogramma (ECG), che controlla il ritmo cardiaco e l'attività elettrica, un angiogramma (una radiografia del cuore) e una risonanza magnetica per esaminare la struttura e la funzione di pompaggio dell'organo.

Tom, che vive ad Harrogate, nel North Yorkshire, con sua moglie Helen e due figli, di nove e sei anni, sapeva di avere una storia familiare di colesterolo alto, anche se nessuno nella sua famiglia aveva malattie cardiache

Ha anche fatto un test del punteggio del calcio - una radiografia delle arterie - per verificare la presenza di depositi di calcio, che possono accumularsi nelle placche di grasso che induriscono i vasi sanguigni del cuore.

Mentre i test di routine possono dirti quanto colesterolo sta circolando nel sangue, gli esperti dicono che il test del calcio è più utile in quanto questi depositi sono un indicatore di malattie cardiache e ictus.

Un punteggio pari a zero significa che nessun accumulo superiore a 400 suggerisce un maggiore solco delle arterie e un alto rischio di malattie cardiache, che colpisce circa 7,6 milioni di persone nel Regno Unito. Il test di dieci minuti, disponibile anche privatamente per circa £ 150, esiste da 20 anni.

Ma non è abitualmente utilizzato per lo screening dei pazienti del SSN per le malattie cardiache. Viene offerto solo a coloro con un rischio moderato di malattie cardiache che sono stati indirizzati a uno specialista.

Tuttavia, un numero crescente di studi mostra la sua utilità nell'individuare i pazienti a basso o alto rischio di malattie cardiache e nel suggerire a chi dovrebbero essere prescritte le statine.

La ricerca statunitense e tedesca ha scoperto che le persone con punteggi elevati di calcio avevano da nove a 16 volte più probabilità di sviluppare malattie cardiache.

Una revisione degli studi che coinvolgono la tecnica ha concluso che c'erano "prove solide" per il suo uso "per migliorare la previsione del rischio quando aggiunto ai fattori e ai punteggi di rischio tradizionali, in particolare negli intervalli di rischio borderline o intermedi", come riportato in The BMJ.

Il punteggio zero di calcio di Tom ha suggerito che il suo rischio di malattie cardiache era basso. Le sue palpitazioni sono state invece attribuite allo stress o a un virus. Sono passati nel giro di pochi mesi e non sono tornati.

"Il test del calcio è stato estremamente rassicurante: dopotutto non avevo bisogno di assumere statine", afferma Tom.

Il dottor Scott Murray, un cardiologo preventivo consulente che ha curato Tom al Royal Liverpool University Hospital, crede che un test del punteggio del calcio ti permetta di "vedere" le arterie.

"La cardiopatia coronarica è un puzzle di molteplici fattori che coprono l'età, la dieta, lo stile di vita e la storia familiare, e attribuire tutto a un esame del sangue [per il colesterolo] è probabilmente sbagliato", afferma il dottor Murray, che ora lavora presso il cuore privato di Venturi Cardiology clinica a Warrington, Cheshire.

“Persone come Tom sembrano essere ad alto rischio di malattie cardiache in base al loro test del colesterolo, ma il test del punteggio del calcio mostra che in realtà sono a rischio molto basso e non hanno bisogno di statine. I test del punteggio del calcio sono un modo di guardare sotto il cofano dell'auto per fornire un approccio molto più personalizzato al rischio di malattie cardiache di un paziente.'

Il colesterolo è in gran parte prodotto dall'organismo ed è essenziale per la produzione di vitamina D e il controllo ormonale. Ma troppo può causare l'accumulo di grasso nel sangue, depositando la placca nelle arterie e facendole indurire.

Chiunque abbia più di 40 anni è idoneo per i test del colesterolo presso il proprio medico di famiglia, dove altri fattori di rischio come ipertensione, diabete, fumo e mancanza di esercizio fisico vengono utilizzati per calcolare il rischio di morire di malattie cardiache nei prossimi dieci anni.

Il National Institute for Health and Care Excellence raccomanda di offrire statine a chiunque abbia una probabilità superiore al 10%.

Le statine sono molto efficaci nel prevenire un secondo infarto o ictus, ma c'è un dibattito su quanto siano utili per coloro che non hanno avuto una diagnosi di malattie cardiache o infarto.

Alcuni esperti sostengono che l'assunzione di statine può offrire solo un piccolo miglioramento del rischio per pazienti come Tom, il cui rischio effettivo di malattie cardiache è altrimenti molto basso.

Questa volta ha eseguito diversi test del SSN, tra cui un elettrocardiogramma (ECG), che controlla il ritmo cardiaco e l'attività elettrica, un angiogramma (una radiografia del cuore) e una risonanza magnetica per esaminare la struttura e la funzione di pompaggio dell'organo. Ha anche fatto un test del punteggio del calcio - una radiografia delle arterie - per verificare la presenza di depositi di calcio, che possono accumularsi nelle placche di grasso che induriscono i vasi sanguigni del cuore [Foto d'archivio]

Un'analisi di tre revisioni che hanno coinvolto più di 200.000 pazienti senza diagnosi di malattie cardiache che stavano assumendo statine per prevenirla, pubblicata su BMJ Open nel 2018, ha affermato che esistono "prove limitate sull'efficacia delle statine per la prevenzione primaria". Con un quadro così complicato, di quale test dovresti fidarti?

Iqbal Malik, cardiologo consulente presso l'Hammersmith Hospital NHS Trust e direttore medico della clinica privata OneWelbeck Heart Health a Londra, afferma che i test del colesterolo rimangono un modo "economico e facile" per identificare i pazienti a rischio di malattie cardiache.

Sostiene che forniscono una valutazione sufficiente, una volta presi in considerazione fattori come lo stile di vita e l'età, se il paziente è considerato ad alto rischio.

Ma avverte: "Una persona con colesterolo basso può ancora avere un infarto, quindi un test del colesterolo non fornisce il quadro completo. Il test non viene mai preso in isolamento: si tratta di una serie di fattori di rischio.'

A differenza di Tom, molte persone con colesterolo alto avranno un certo grado di depositi di calcio nelle loro arterie. Questo perché il calcio è la "risposta di guarigione" ai vasi infiammati, causata, in parte, dal grasso nel sangue.

Un altro problema con i controlli del calcio è che può volerci del tempo prima che i depositi calcificati si sviluppino, quindi un punteggio basso può essere "falsamente rassicurante", afferma il dott. Malik, che non li offre di routine.

Un test migliore, suggerisce, sarebbe un angiogramma coronarico TC - una radiografia con mezzo di contrasto - per dare una valutazione completa delle arterie, non solo dei depositi di calcio.

Tuttavia, il dottor Thomas Heseltine, un cardiologo del Liverpool University Hospitals NHS Foundation Trust, ritiene che i test del punteggio del calcio dovrebbero essere offerti a tutti coloro con un rischio "intermedio" di malattie cardiache (due o più fattori di rischio) dopo un test per il colesterolo alto.

La ricerca nel 2015 ha mostrato che fino al 40% dei pazienti con un aumentato rischio di malattie cardiache ha avuto la decisione di assumere statine alterata da un test del punteggio del calcio.


Pubblicato: 22:02 BST, 31 maggio 2021 | Aggiornato: 22:05 BST, 31 maggio 2021

Come maratoneta ultra-in forma, Tom Williams si aspettava di navigare attraverso un MOT sanitario di routine del SSN quando raggiungeva i 40 anni.

Ma era allarmato nello scoprire che, all'età di 42 anni, i suoi livelli di colesterolo erano alti, a 8,5, con il suo livello di colesterolo LDL "cattivo" a 6,2. Il suo medico di famiglia gli ha consigliato di iniziare immediatamente le statine per ridurre il rischio di malattie cardiache.

"Sono rimasto scioccato", dice Tom, ora 46enne, che è il direttore operativo di Parkrun, che organizza eventi di corsa gratuita. “Ero in forma e attivo, quindi non mi aspettavo problemi di salute.

“Credo nel cercare di prevenire le malattie attraverso uno stile di vita sano. Quindi, quando il mio medico di famiglia ha suggerito di assumere statine per proteggersi dalle malattie cardiache, non era quello che volevo sentire.'

Come maratoneta ultra-in forma, Tom Williams si aspettava di navigare attraverso un MOT sanitario di routine del SSN quando raggiungeva i 40 anni

Un esame del sangue per i livelli di colesterolo o grasso - buono e cattivo - fa parte di un MOT sanitario per livelli totali superiori a 5 mmol/l (o colesterolo LDL "cattivo" superiore a 3 mmol/l) spesso porta a suggerire statine. Questo perché il colesterolo può depositarsi nelle arterie, restringendole e aumentando il rischio di infarto e ictus.

Ma alcuni esperti sono preoccupati che i test del colesterolo non riescano a fornire un quadro adeguato della salute del cuore. C'è anche una crescente evidenza che test più dettagliati dovrebbero essere ampiamente introdotti per fornire dati meglio individualizzati sulla necessità di statine e per rilevare le malattie cardiache prima che si manifestino i sintomi.

Tom, che vive ad Harrogate, nel North Yorkshire, con sua moglie Helen e due figli, di nove e sei anni, sapeva di avere una storia familiare di colesterolo alto, anche se nessuno nella sua famiglia aveva malattie cardiache. Non era sicuro di iniziare con le statine poiché devono essere assunte per tutta la vita per controllare i livelli di colesterolo e possono avere effetti collaterali come dolori muscolari.

Inizialmente ha scelto di monitorare la sua salute ma sei mesi dopo, quando ha iniziato ad avere palpitazioni cardiache, ha deciso di chiedere un secondo parere a uno specialista.

Questa volta ha eseguito diversi test del SSN, tra cui un elettrocardiogramma (ECG), che controlla il ritmo cardiaco e l'attività elettrica, un angiogramma (una radiografia del cuore) e una risonanza magnetica per esaminare la struttura e la funzione di pompaggio dell'organo.

Tom, che vive ad Harrogate, nel North Yorkshire, con sua moglie Helen e due figli, di nove e sei anni, sapeva di avere una storia familiare di colesterolo alto, anche se nessuno nella sua famiglia aveva malattie cardiache

Ha anche fatto un test del punteggio del calcio - una radiografia delle arterie - per verificare la presenza di depositi di calcio, che possono accumularsi nelle placche di grasso che induriscono i vasi sanguigni del cuore.

Mentre i test di routine possono dirti quanto colesterolo sta circolando nel sangue, gli esperti dicono che il test del calcio è più utile in quanto questi depositi sono un indicatore di malattie cardiache e ictus.

Un punteggio pari a zero significa che nessun accumulo superiore a 400 suggerisce un maggiore solco delle arterie e un alto rischio di malattie cardiache, che colpisce circa 7,6 milioni di persone nel Regno Unito. Il test di dieci minuti, disponibile anche privatamente per circa £ 150, esiste da 20 anni.

Ma non è abitualmente utilizzato per lo screening dei pazienti del SSN per le malattie cardiache. Viene offerto solo a coloro con un rischio moderato di malattie cardiache che sono stati indirizzati a uno specialista.

Tuttavia, un numero crescente di studi mostra la sua utilità nell'individuare i pazienti a basso o alto rischio di malattie cardiache e nel suggerire a chi dovrebbero essere prescritte le statine.

La ricerca statunitense e tedesca ha scoperto che le persone con punteggi elevati di calcio avevano da nove a 16 volte più probabilità di sviluppare malattie cardiache.

Una revisione degli studi che coinvolgono la tecnica ha concluso che c'erano "prove solide" per il suo uso "per migliorare la previsione del rischio quando aggiunto ai fattori e ai punteggi di rischio tradizionali, in particolare negli intervalli di rischio borderline o intermedi", come riportato in The BMJ.

Il punteggio zero di calcio di Tom ha suggerito che il suo rischio di malattie cardiache era basso. Le sue palpitazioni sono state invece attribuite allo stress o a un virus. Sono passati nel giro di pochi mesi e non sono tornati.

"Il test del calcio è stato estremamente rassicurante: dopotutto non avevo bisogno di assumere statine", afferma Tom.

Il dottor Scott Murray, un cardiologo preventivo consulente che ha curato Tom al Royal Liverpool University Hospital, crede che un test del punteggio del calcio ti permetta di "vedere" le arterie.

"La cardiopatia coronarica è un puzzle di molteplici fattori che coprono l'età, la dieta, lo stile di vita e la storia familiare, e attribuire tutto a un esame del sangue [per il colesterolo] è probabilmente sbagliato", afferma il dottor Murray, che ora lavora presso il cuore privato di Venturi Cardiology clinica a Warrington, Cheshire.

“Persone come Tom sembrano essere ad alto rischio di malattie cardiache in base al loro test del colesterolo, ma il test del punteggio del calcio mostra che in realtà sono a rischio molto basso e non hanno bisogno di statine. I test del punteggio del calcio sono un modo di guardare sotto il cofano dell'auto per fornire un approccio molto più personalizzato al rischio di malattie cardiache di un paziente.'

Il colesterolo è in gran parte prodotto dall'organismo ed è essenziale per la produzione di vitamina D e il controllo ormonale. Ma troppo può causare l'accumulo di grasso nel sangue, depositando la placca nelle arterie e facendole indurire.

Chiunque abbia più di 40 anni è idoneo per i test del colesterolo presso il proprio medico di famiglia, dove altri fattori di rischio come ipertensione, diabete, fumo e mancanza di esercizio fisico vengono utilizzati per calcolare il rischio di morire di malattie cardiache nei prossimi dieci anni.

Il National Institute for Health and Care Excellence raccomanda di offrire statine a chiunque abbia una probabilità superiore al 10%.

Le statine sono molto efficaci nel prevenire un secondo infarto o ictus, ma c'è un dibattito su quanto siano utili per coloro che non hanno avuto una diagnosi di malattie cardiache o infarto.

Alcuni esperti sostengono che l'assunzione di statine può offrire solo un piccolo miglioramento del rischio per pazienti come Tom, il cui rischio effettivo di malattie cardiache è altrimenti molto basso.

Questa volta ha eseguito diversi test del SSN, tra cui un elettrocardiogramma (ECG), che controlla il ritmo cardiaco e l'attività elettrica, un angiogramma (una radiografia del cuore) e una risonanza magnetica per esaminare la struttura e la funzione di pompaggio dell'organo. Ha anche fatto un test del punteggio del calcio - una radiografia delle arterie - per verificare la presenza di depositi di calcio, che possono accumularsi nelle placche di grasso che induriscono i vasi sanguigni del cuore [Foto d'archivio]

Un'analisi di tre revisioni che hanno coinvolto più di 200.000 pazienti senza diagnosi di malattie cardiache che stavano assumendo statine per prevenirla, pubblicata su BMJ Open nel 2018, ha affermato che esistono "prove limitate sull'efficacia delle statine per la prevenzione primaria". Con un quadro così complicato, di quale test dovresti fidarti?

Iqbal Malik, cardiologo consulente presso l'Hammersmith Hospital NHS Trust e direttore medico della clinica privata OneWelbeck Heart Health a Londra, afferma che i test del colesterolo rimangono un modo "economico e facile" per identificare i pazienti a rischio di malattie cardiache.

Sostiene che forniscono una valutazione sufficiente, una volta presi in considerazione fattori come lo stile di vita e l'età, se il paziente è considerato ad alto rischio.

Ma avverte: "Una persona con colesterolo basso può ancora avere un infarto, quindi un test del colesterolo non fornisce il quadro completo. Il test non viene mai preso in isolamento: si tratta di una serie di fattori di rischio.'

A differenza di Tom, molte persone con colesterolo alto avranno un certo grado di depositi di calcio nelle loro arterie. Questo perché il calcio è la "risposta di guarigione" ai vasi infiammati, causata, in parte, dal grasso nel sangue.

Un altro problema con i controlli del calcio è che può volerci del tempo prima che i depositi calcificati si sviluppino, quindi un punteggio basso può essere "falsamente rassicurante", afferma il dott. Malik, che non li offre di routine.

Un test migliore, suggerisce, sarebbe un angiogramma coronarico TC - una radiografia con mezzo di contrasto - per dare una valutazione completa delle arterie, non solo dei depositi di calcio.

Tuttavia, il dottor Thomas Heseltine, un cardiologo del Liverpool University Hospitals NHS Foundation Trust, ritiene che i test del punteggio del calcio dovrebbero essere offerti a tutti coloro con un rischio "intermedio" di malattie cardiache (due o più fattori di rischio) dopo un test per il colesterolo alto.

La ricerca nel 2015 ha mostrato che fino al 40% dei pazienti con un aumentato rischio di malattie cardiache ha avuto la decisione di assumere statine alterata da un test del punteggio del calcio.


Pubblicato: 22:02 BST, 31 maggio 2021 | Aggiornato: 22:05 BST, 31 maggio 2021

Come maratoneta ultra-in forma, Tom Williams si aspettava di navigare attraverso un MOT sanitario di routine del SSN quando raggiungeva i 40 anni.

Ma era allarmato nello scoprire che, all'età di 42 anni, i suoi livelli di colesterolo erano alti, a 8,5, con il suo livello di colesterolo LDL "cattivo" a 6,2. Il suo medico di famiglia gli ha consigliato di iniziare immediatamente le statine per ridurre il rischio di malattie cardiache.

"Sono rimasto scioccato", dice Tom, ora 46enne, che è il direttore operativo di Parkrun, che organizza eventi di corsa gratuita. “Ero in forma e attivo, quindi non mi aspettavo problemi di salute.

“Credo nel cercare di prevenire le malattie attraverso uno stile di vita sano. Quindi, quando il mio medico di famiglia ha suggerito di assumere statine per proteggersi dalle malattie cardiache, non era quello che volevo sentire.'

Come maratoneta ultra-in forma, Tom Williams si aspettava di navigare attraverso un MOT sanitario di routine del SSN quando raggiungeva i 40 anni

Un esame del sangue per i livelli di colesterolo o grasso - buono e cattivo - fa parte di un MOT sanitario per livelli totali superiori a 5 mmol/l (o colesterolo LDL "cattivo" superiore a 3 mmol/l) spesso porta a suggerire statine. Questo perché il colesterolo può depositarsi nelle arterie, restringendole e aumentando il rischio di infarto e ictus.

Ma alcuni esperti sono preoccupati che i test del colesterolo non riescano a fornire un quadro adeguato della salute del cuore. C'è anche una crescente evidenza che test più dettagliati dovrebbero essere ampiamente introdotti per fornire dati meglio individualizzati sulla necessità di statine e per rilevare le malattie cardiache prima che si manifestino i sintomi.

Tom, che vive ad Harrogate, nel North Yorkshire, con sua moglie Helen e due figli, di nove e sei anni, sapeva di avere una storia familiare di colesterolo alto, anche se nessuno nella sua famiglia aveva malattie cardiache. Non era sicuro di iniziare con le statine poiché devono essere assunte per tutta la vita per controllare i livelli di colesterolo e possono avere effetti collaterali come dolori muscolari.

Inizialmente ha scelto di monitorare la sua salute ma sei mesi dopo, quando ha iniziato ad avere palpitazioni cardiache, ha deciso di chiedere un secondo parere a uno specialista.

Questa volta ha eseguito diversi test del SSN, tra cui un elettrocardiogramma (ECG), che controlla il ritmo cardiaco e l'attività elettrica, un angiogramma (una radiografia del cuore) e una risonanza magnetica per esaminare la struttura e la funzione di pompaggio dell'organo.

Tom, che vive ad Harrogate, nel North Yorkshire, con sua moglie Helen e due figli, di nove e sei anni, sapeva di avere una storia familiare di colesterolo alto, anche se nessuno nella sua famiglia aveva malattie cardiache

Ha anche fatto un test del punteggio del calcio - una radiografia delle arterie - per verificare la presenza di depositi di calcio, che possono accumularsi nelle placche di grasso che induriscono i vasi sanguigni del cuore.

Mentre i test di routine possono dirti quanto colesterolo sta circolando nel sangue, gli esperti dicono che il test del calcio è più utile in quanto questi depositi sono un indicatore di malattie cardiache e ictus.

Un punteggio pari a zero significa che nessun accumulo superiore a 400 suggerisce un maggiore solco delle arterie e un alto rischio di malattie cardiache, che colpisce circa 7,6 milioni di persone nel Regno Unito. Il test di dieci minuti, disponibile anche privatamente per circa £ 150, esiste da 20 anni.

Ma non è abitualmente utilizzato per lo screening dei pazienti del SSN per le malattie cardiache. Viene offerto solo a coloro con un rischio moderato di malattie cardiache che sono stati indirizzati a uno specialista.

Tuttavia, un numero crescente di studi mostra la sua utilità nell'individuare i pazienti a basso o alto rischio di malattie cardiache e nel suggerire a chi dovrebbero essere prescritte le statine.

La ricerca statunitense e tedesca ha scoperto che le persone con punteggi elevati di calcio avevano da nove a 16 volte più probabilità di sviluppare malattie cardiache.

Una revisione degli studi che coinvolgono la tecnica ha concluso che c'erano "prove solide" per il suo uso "per migliorare la previsione del rischio quando aggiunto ai fattori e ai punteggi di rischio tradizionali, in particolare negli intervalli di rischio borderline o intermedi", come riportato in The BMJ.

Il punteggio zero di calcio di Tom ha suggerito che il suo rischio di malattie cardiache era basso. Le sue palpitazioni sono state invece attribuite allo stress o a un virus. Sono passati nel giro di pochi mesi e non sono tornati.

"Il test del calcio è stato estremamente rassicurante: dopotutto non avevo bisogno di assumere statine", afferma Tom.

Il dottor Scott Murray, un cardiologo preventivo consulente che ha curato Tom al Royal Liverpool University Hospital, crede che un test del punteggio del calcio ti permetta di "vedere" le arterie.

"La cardiopatia coronarica è un puzzle di molteplici fattori che coprono l'età, la dieta, lo stile di vita e la storia familiare, e attribuire tutto a un esame del sangue [per il colesterolo] è probabilmente sbagliato", afferma il dottor Murray, che ora lavora presso il cuore privato di Venturi Cardiology clinica a Warrington, Cheshire.

“Persone come Tom sembrano essere ad alto rischio di malattie cardiache in base al loro test del colesterolo, ma il test del punteggio del calcio mostra che in realtà sono a rischio molto basso e non hanno bisogno di statine. I test del punteggio del calcio sono un modo di guardare sotto il cofano dell'auto per fornire un approccio molto più personalizzato al rischio di malattie cardiache di un paziente.'

Il colesterolo è in gran parte prodotto dall'organismo ed è essenziale per la produzione di vitamina D e il controllo ormonale. Ma troppo può causare l'accumulo di grasso nel sangue, depositando la placca nelle arterie e facendole indurire.

Chiunque abbia più di 40 anni è idoneo per i test del colesterolo presso il proprio medico di famiglia, dove altri fattori di rischio come ipertensione, diabete, fumo e mancanza di esercizio fisico vengono utilizzati per calcolare il rischio di morire di malattie cardiache nei prossimi dieci anni.

Il National Institute for Health and Care Excellence raccomanda di offrire statine a chiunque abbia una probabilità superiore al 10%.

Le statine sono molto efficaci nel prevenire un secondo infarto o ictus, ma c'è un dibattito su quanto siano utili per coloro che non hanno avuto una diagnosi di malattie cardiache o infarto.

Alcuni esperti sostengono che l'assunzione di statine può offrire solo un piccolo miglioramento del rischio per pazienti come Tom, il cui rischio effettivo di malattie cardiache è altrimenti molto basso.

Questa volta ha eseguito diversi test del SSN, tra cui un elettrocardiogramma (ECG), che controlla il ritmo cardiaco e l'attività elettrica, un angiogramma (una radiografia del cuore) e una risonanza magnetica per esaminare la struttura e la funzione di pompaggio dell'organo. Ha anche fatto un test del punteggio del calcio - una radiografia delle arterie - per verificare la presenza di depositi di calcio, che possono accumularsi nelle placche di grasso che induriscono i vasi sanguigni del cuore [Foto d'archivio]

Un'analisi di tre revisioni che hanno coinvolto più di 200.000 pazienti senza diagnosi di malattie cardiache che stavano assumendo statine per prevenirla, pubblicata su BMJ Open nel 2018, ha affermato che esistono "prove limitate sull'efficacia delle statine per la prevenzione primaria". Con un quadro così complicato, di quale test dovresti fidarti?

Iqbal Malik, cardiologo consulente presso l'Hammersmith Hospital NHS Trust e direttore medico della clinica privata OneWelbeck Heart Health a Londra, afferma che i test del colesterolo rimangono un modo "economico e facile" per identificare i pazienti a rischio di malattie cardiache.

Sostiene che forniscono una valutazione sufficiente, una volta presi in considerazione fattori come lo stile di vita e l'età, se il paziente è considerato ad alto rischio.

Ma avverte: "Una persona con colesterolo basso può ancora avere un infarto, quindi un test del colesterolo non fornisce il quadro completo. Il test non viene mai preso in isolamento: si tratta di una serie di fattori di rischio.'

A differenza di Tom, molte persone con colesterolo alto avranno un certo grado di depositi di calcio nelle loro arterie. Questo perché il calcio è la "risposta di guarigione" ai vasi infiammati, causata, in parte, dal grasso nel sangue.

Un altro problema con i controlli del calcio è che può volerci del tempo prima che i depositi calcificati si sviluppino, quindi un punteggio basso può essere "falsamente rassicurante", afferma il dott. Malik, che non li offre di routine.

Un test migliore, suggerisce, sarebbe un angiogramma coronarico TC - una radiografia con mezzo di contrasto - per dare una valutazione completa delle arterie, non solo dei depositi di calcio.

Tuttavia, il dottor Thomas Heseltine, un cardiologo del Liverpool University Hospitals NHS Foundation Trust, ritiene che i test del punteggio del calcio dovrebbero essere offerti a tutti coloro con un rischio "intermedio" di malattie cardiache (due o più fattori di rischio) dopo un test per il colesterolo alto.

La ricerca nel 2015 ha mostrato che fino al 40% dei pazienti con un aumentato rischio di malattie cardiache ha avuto la decisione di assumere statine alterata da un test del punteggio del calcio.


Pubblicato: 22:02 BST, 31 maggio 2021 | Aggiornato: 22:05 BST, 31 maggio 2021

Come maratoneta ultra-in forma, Tom Williams si aspettava di navigare attraverso un MOT sanitario di routine del SSN quando raggiungeva i 40 anni.

Ma era allarmato nello scoprire che, all'età di 42 anni, i suoi livelli di colesterolo erano alti, a 8,5, con il suo livello di colesterolo LDL "cattivo" a 6,2. Il suo medico di famiglia gli ha consigliato di iniziare immediatamente le statine per ridurre il rischio di malattie cardiache.

"Sono rimasto scioccato", dice Tom, ora 46enne, che è il direttore operativo di Parkrun, che organizza eventi di corsa gratuita. “Ero in forma e attivo, quindi non mi aspettavo problemi di salute.

“Credo nel cercare di prevenire le malattie attraverso uno stile di vita sano. Quindi, quando il mio medico di famiglia ha suggerito di assumere statine per proteggersi dalle malattie cardiache, non era quello che volevo sentire.'

Come maratoneta ultra-in forma, Tom Williams si aspettava di navigare attraverso un MOT sanitario di routine del SSN quando raggiungeva i 40 anni

Un esame del sangue per i livelli di colesterolo o grasso - buono e cattivo - fa parte di un MOT sanitario per livelli totali superiori a 5 mmol/l (o colesterolo LDL "cattivo" superiore a 3 mmol/l) spesso porta a suggerire statine. Questo perché il colesterolo può depositarsi nelle arterie, restringendole e aumentando il rischio di infarto e ictus.

Ma alcuni esperti sono preoccupati che i test del colesterolo non riescano a fornire un quadro adeguato della salute del cuore. C'è anche una crescente evidenza che test più dettagliati dovrebbero essere ampiamente introdotti per fornire dati meglio individualizzati sulla necessità di statine e per rilevare le malattie cardiache prima che si manifestino i sintomi.

Tom, che vive ad Harrogate, nel North Yorkshire, con sua moglie Helen e due figli, di nove e sei anni, sapeva di avere una storia familiare di colesterolo alto, anche se nessuno nella sua famiglia aveva malattie cardiache. Non era sicuro di iniziare con le statine poiché devono essere assunte per tutta la vita per controllare i livelli di colesterolo e possono avere effetti collaterali come dolori muscolari.

Inizialmente ha scelto di monitorare la sua salute ma sei mesi dopo, quando ha iniziato ad avere palpitazioni cardiache, ha deciso di chiedere un secondo parere a uno specialista.

Questa volta ha eseguito diversi test del SSN, tra cui un elettrocardiogramma (ECG), che controlla il ritmo cardiaco e l'attività elettrica, un angiogramma (una radiografia del cuore) e una risonanza magnetica per esaminare la struttura e la funzione di pompaggio dell'organo.

Tom, che vive ad Harrogate, nel North Yorkshire, con sua moglie Helen e due figli, di nove e sei anni, sapeva di avere una storia familiare di colesterolo alto, anche se nessuno nella sua famiglia aveva malattie cardiache

Ha anche fatto un test del punteggio del calcio - una radiografia delle arterie - per verificare la presenza di depositi di calcio, che possono accumularsi nelle placche di grasso che induriscono i vasi sanguigni del cuore.

Mentre i test di routine possono dirti quanto colesterolo sta circolando nel sangue, gli esperti dicono che il test del calcio è più utile in quanto questi depositi sono un indicatore di malattie cardiache e ictus.

Un punteggio pari a zero significa che nessun accumulo superiore a 400 suggerisce un importante solco delle arterie e un alto rischio di malattie cardiache, che colpisce circa 7,6 milioni di persone nel Regno Unito. Il test di dieci minuti, disponibile anche privatamente per circa £ 150, esiste da 20 anni.

Ma non è abitualmente utilizzato per lo screening dei pazienti del SSN per le malattie cardiache. Viene offerto solo a coloro con un rischio moderato di malattie cardiache che sono stati indirizzati a uno specialista.

Tuttavia, un numero crescente di studi mostra la sua utilità nell'individuare i pazienti a basso o alto rischio di malattie cardiache e nel suggerire a chi dovrebbero essere prescritte le statine.

La ricerca statunitense e tedesca ha scoperto che le persone con punteggi elevati di calcio avevano da nove a 16 volte più probabilità di sviluppare malattie cardiache.

Una revisione degli studi che coinvolgono la tecnica ha concluso che c'erano "prove solide" per il suo uso "per migliorare la previsione del rischio quando aggiunto ai fattori e ai punteggi di rischio tradizionali, in particolare negli intervalli di rischio borderline o intermedi", come riportato in The BMJ.

Il punteggio zero di calcio di Tom ha suggerito che il suo rischio di malattie cardiache era basso. Le sue palpitazioni sono state invece attribuite allo stress o a un virus. Sono passati nel giro di pochi mesi e non sono tornati.

"Il test del calcio è stato estremamente rassicurante: dopotutto non avevo bisogno di assumere statine", afferma Tom.

Il dottor Scott Murray, un cardiologo preventivo consulente che ha curato Tom al Royal Liverpool University Hospital, crede che un test del punteggio del calcio ti permetta di "vedere" le arterie.

"La cardiopatia coronarica è un puzzle di molteplici fattori che coprono l'età, la dieta, lo stile di vita e la storia familiare, e attribuire tutto a un esame del sangue [per il colesterolo] è probabilmente sbagliato", afferma il dottor Murray, che ora lavora presso il cuore privato di Venturi Cardiology clinica a Warrington, Cheshire.

“Persone come Tom sembrano essere ad alto rischio di malattie cardiache in base al loro test del colesterolo, ma il test del punteggio del calcio mostra che in realtà sono a rischio molto basso e non hanno bisogno di statine. I test del punteggio del calcio sono un modo di guardare sotto il cofano dell'auto per fornire un approccio molto più personalizzato al rischio di malattie cardiache di un paziente.'

Il colesterolo è in gran parte prodotto dall'organismo ed è essenziale per la produzione di vitamina D e il controllo ormonale. Ma troppo può causare l'accumulo di grasso nel sangue, depositando la placca nelle arterie e facendole indurire.

Chiunque abbia più di 40 anni è idoneo per i test del colesterolo presso il proprio medico di famiglia, dove vengono utilizzati altri fattori di rischio come ipertensione, diabete, fumo e mancanza di esercizio fisico per calcolare il rischio di morire di malattie cardiache nei prossimi dieci anni.

Il National Institute for Health and Care Excellence raccomanda di offrire statine a chiunque abbia una probabilità superiore al 10%.

Le statine sono molto efficaci nel prevenire un secondo infarto o ictus, ma c'è un dibattito su quanto siano utili per coloro che non hanno avuto una diagnosi di malattie cardiache o infarto.

Alcuni esperti sostengono che l'assunzione di statine può offrire solo un piccolo miglioramento del rischio per pazienti come Tom, il cui rischio effettivo di malattie cardiache è altrimenti molto basso.

Questa volta ha eseguito diversi test del SSN, tra cui un elettrocardiogramma (ECG), che controlla il ritmo cardiaco e l'attività elettrica, un angiogramma (una radiografia del cuore) e una risonanza magnetica per esaminare la struttura e la funzione di pompaggio dell'organo. Ha anche fatto un test del punteggio del calcio - una radiografia delle arterie - per verificare la presenza di depositi di calcio, che possono accumularsi nelle placche di grasso che induriscono i vasi sanguigni del cuore [Foto d'archivio]

Un'analisi di tre revisioni che hanno coinvolto più di 200.000 pazienti senza diagnosi di malattie cardiache che stavano assumendo statine per prevenirla, pubblicata su BMJ Open nel 2018, ha affermato che esistono "prove limitate sull'efficacia delle statine per la prevenzione primaria". Con un quadro così complicato, di quale test dovresti fidarti?

Iqbal Malik, cardiologo consulente presso l'Hammersmith Hospital NHS Trust e direttore medico della clinica privata OneWelbeck Heart Health a Londra, afferma che i test del colesterolo rimangono un modo "economico e facile" per identificare i pazienti a rischio di malattie cardiache.

Sostiene che forniscono una valutazione sufficiente, una volta presi in considerazione fattori come lo stile di vita e l'età, se il paziente è considerato ad alto rischio.

Ma avverte: "Una persona con colesterolo basso può ancora avere un infarto, quindi un test del colesterolo non fornisce il quadro completo. Il test non viene mai preso in isolamento: si tratta di una serie di fattori di rischio.'

A differenza di Tom, molte persone con colesterolo alto avranno un certo grado di depositi di calcio nelle loro arterie. Questo perché il calcio è la "risposta di guarigione" ai vasi infiammati, causata, in parte, dal grasso nel sangue.

Un altro problema con i controlli del calcio è che può volerci del tempo prima che i depositi calcificati si sviluppino, quindi un punteggio basso può essere "falsamente rassicurante", afferma il dott. Malik, che non li offre di routine.

Un test migliore, suggerisce, sarebbe un angiogramma coronarico TC - una radiografia con mezzo di contrasto - per dare una valutazione completa delle arterie, non solo dei depositi di calcio.

Tuttavia, il dottor Thomas Heseltine, un cardiologo del Liverpool University Hospitals NHS Foundation Trust, ritiene che i test del punteggio del calcio dovrebbero essere offerti a tutti coloro con un rischio "intermedio" di malattie cardiache (due o più fattori di rischio) dopo un test per il colesterolo alto.

La ricerca nel 2015 ha mostrato che fino al 40% dei pazienti con un aumentato rischio di malattie cardiache ha avuto la decisione di assumere statine alterata da un test del punteggio del calcio.


Pubblicato: 22:02 BST, 31 maggio 2021 | Aggiornato: 22:05 BST, 31 maggio 2021

Come maratoneta ultra-in forma, Tom Williams si aspettava di navigare attraverso un MOT sanitario di routine del SSN quando raggiungeva i 40 anni.

Ma era allarmato nello scoprire che, all'età di 42 anni, i suoi livelli di colesterolo erano alti, a 8,5, con il suo livello di colesterolo LDL "cattivo" a 6,2. Il suo medico di famiglia gli ha consigliato di iniziare immediatamente le statine per ridurre il rischio di malattie cardiache.

"Sono rimasto scioccato", dice Tom, ora 46enne, che è il direttore operativo di Parkrun, che organizza eventi di corsa gratuita. “Ero in forma e attivo, quindi non mi aspettavo problemi di salute.

“Credo nel cercare di prevenire le malattie attraverso uno stile di vita sano. Quindi, quando il mio medico di famiglia ha suggerito di assumere statine per proteggersi dalle malattie cardiache, non era quello che volevo sentire.'

Come maratoneta ultra-in forma, Tom Williams si aspettava di navigare attraverso un MOT sanitario di routine del SSN quando raggiungeva i 40 anni

Un esame del sangue per i livelli di colesterolo o grasso - buono e cattivo - fa parte di un MOT sanitario per livelli totali superiori a 5 mmol/l (o colesterolo LDL "cattivo" superiore a 3 mmol/l) spesso porta a suggerire statine. Questo perché il colesterolo può depositarsi nelle arterie, restringendole e aumentando il rischio di infarto e ictus.

Ma alcuni esperti sono preoccupati che i test del colesterolo non riescano a fornire un quadro adeguato della salute del cuore. C'è anche una crescente evidenza che test più dettagliati dovrebbero essere ampiamente introdotti per fornire dati meglio individualizzati sulla necessità di statine e per rilevare le malattie cardiache prima che si manifestino i sintomi.

Tom, che vive ad Harrogate, nel North Yorkshire, con sua moglie Helen e due figli, di nove e sei anni, sapeva di avere una storia familiare di colesterolo alto, anche se nessuno nella sua famiglia aveva malattie cardiache. Non era sicuro di iniziare con le statine poiché devono essere assunte per tutta la vita per controllare i livelli di colesterolo e possono avere effetti collaterali come dolori muscolari.

Inizialmente ha scelto di monitorare la sua salute ma sei mesi dopo, quando ha iniziato ad avere palpitazioni cardiache, ha deciso di chiedere un secondo parere a uno specialista.

Questa volta ha eseguito diversi test del SSN, tra cui un elettrocardiogramma (ECG), che controlla il ritmo cardiaco e l'attività elettrica, un angiogramma (una radiografia del cuore) e una risonanza magnetica per esaminare la struttura e la funzione di pompaggio dell'organo.

Tom, che vive ad Harrogate, nel North Yorkshire, con sua moglie Helen e due figli, di nove e sei anni, sapeva di avere una storia familiare di colesterolo alto, anche se nessuno nella sua famiglia aveva malattie cardiache

Ha anche fatto un test del punteggio del calcio - una radiografia delle arterie - per verificare la presenza di depositi di calcio, che possono accumularsi nelle placche di grasso che induriscono i vasi sanguigni del cuore.

Mentre i test di routine possono dirti quanto colesterolo sta circolando nel sangue, gli esperti dicono che il test del calcio è più utile in quanto questi depositi sono un indicatore di malattie cardiache e ictus.

Un punteggio pari a zero significa che nessun accumulo superiore a 400 suggerisce un maggiore solco delle arterie e un alto rischio di malattie cardiache, che colpisce circa 7,6 milioni di persone nel Regno Unito. Il test di dieci minuti, disponibile anche privatamente per circa £ 150, esiste da 20 anni.

Ma non è abitualmente utilizzato per lo screening dei pazienti del SSN per le malattie cardiache. Viene offerto solo a coloro con un rischio moderato di malattie cardiache che sono stati indirizzati a uno specialista.

Tuttavia, un numero crescente di studi mostra la sua utilità nell'individuare i pazienti a basso o alto rischio di malattie cardiache e nel suggerire a chi dovrebbero essere prescritte le statine.

La ricerca statunitense e tedesca ha scoperto che le persone con punteggi elevati di calcio avevano da nove a 16 volte più probabilità di sviluppare malattie cardiache.

Una revisione degli studi che coinvolgono la tecnica ha concluso che c'erano "prove solide" per il suo uso "per migliorare la previsione del rischio quando aggiunto ai fattori e ai punteggi di rischio tradizionali, in particolare negli intervalli di rischio borderline o intermedi", come riportato in The BMJ.

Il punteggio zero di calcio di Tom ha suggerito che il suo rischio di malattie cardiache era basso. Le sue palpitazioni sono state invece attribuite allo stress o a un virus. Sono passati nel giro di pochi mesi e non sono tornati.

"Il test del calcio è stato estremamente rassicurante: dopotutto non avevo bisogno di assumere statine", afferma Tom.

Il dottor Scott Murray, un cardiologo preventivo consulente che ha curato Tom al Royal Liverpool University Hospital, crede che un test del punteggio del calcio ti permetta di "vedere" le arterie.

"La cardiopatia coronarica è un puzzle di molteplici fattori che coprono l'età, la dieta, lo stile di vita e la storia familiare, e attribuire tutto a un esame del sangue [per il colesterolo] è probabilmente sbagliato", afferma il dottor Murray, che ora lavora presso il cuore privato di Venturi Cardiology clinica a Warrington, Cheshire.

“Persone come Tom sembrano essere ad alto rischio di malattie cardiache in base al loro test del colesterolo, ma il test del punteggio del calcio mostra che in realtà sono a rischio molto basso e non hanno bisogno di statine. I test del punteggio del calcio sono un modo di guardare sotto il cofano dell'auto per fornire un approccio molto più personalizzato al rischio di malattie cardiache di un paziente.'

Il colesterolo è in gran parte prodotto dall'organismo ed è essenziale per la produzione di vitamina D e il controllo ormonale. Ma troppo può causare l'accumulo di grasso nel sangue, depositando la placca nelle arterie e facendole indurire.

Chiunque abbia più di 40 anni è idoneo per i test del colesterolo presso il proprio medico di famiglia, dove vengono utilizzati altri fattori di rischio come ipertensione, diabete, fumo e mancanza di esercizio fisico per calcolare il rischio di morire di malattie cardiache nei prossimi dieci anni.

Il National Institute for Health and Care Excellence raccomanda di offrire statine a chiunque abbia una probabilità superiore al 10%.

Le statine sono molto efficaci nel prevenire un secondo infarto o ictus, ma c'è un dibattito su quanto siano utili per coloro che non hanno avuto una diagnosi di malattie cardiache o infarto.

Alcuni esperti sostengono che l'assunzione di statine può offrire solo un piccolo miglioramento del rischio per pazienti come Tom, il cui rischio effettivo di malattie cardiache è altrimenti molto basso.

Questa volta ha eseguito diversi test del SSN, tra cui un elettrocardiogramma (ECG), che controlla il ritmo cardiaco e l'attività elettrica, un angiogramma (una radiografia del cuore) e una risonanza magnetica per esaminare la struttura e la funzione di pompaggio dell'organo. Ha anche fatto un test del punteggio del calcio - una radiografia delle arterie - per verificare la presenza di depositi di calcio, che possono accumularsi nelle placche di grasso che induriscono i vasi sanguigni del cuore [Foto d'archivio]

Un'analisi di tre revisioni che hanno coinvolto più di 200.000 pazienti senza diagnosi di malattie cardiache che stavano assumendo statine per prevenirla, pubblicata su BMJ Open nel 2018, ha affermato che ci sono "prove limitate sull'efficacia delle statine per la prevenzione primaria". Con un quadro così complicato, di quale test dovresti fidarti?

Iqbal Malik, cardiologo consulente presso l'Hammersmith Hospital NHS Trust e direttore medico della clinica privata OneWelbeck Heart Health a Londra, afferma che i test del colesterolo rimangono un modo "economico e facile" per identificare i pazienti a rischio di malattie cardiache.

Sostiene che forniscono una valutazione sufficiente, una volta presi in considerazione fattori come lo stile di vita e l'età, se il paziente è considerato ad alto rischio.

Ma avverte: "Una persona con colesterolo basso può ancora avere un infarto, quindi un test del colesterolo non fornisce il quadro completo. Il test non viene mai preso in isolamento: si tratta di una serie di fattori di rischio.'

A differenza di Tom, molte persone con colesterolo alto avranno un certo grado di depositi di calcio nelle loro arterie. Questo perché il calcio è la "risposta di guarigione" ai vasi infiammati, causata, in parte, dal grasso nel sangue.

Un altro problema con i controlli del calcio è che può volerci del tempo prima che i depositi calcificati si sviluppino, quindi un punteggio basso può essere "falsamente rassicurante", afferma il dott. Malik, che non li offre di routine.

Un test migliore, suggerisce, sarebbe un angiogramma coronarico TC - una radiografia con mezzo di contrasto - per dare una valutazione completa delle arterie, non solo dei depositi di calcio.

Tuttavia, il dottor Thomas Heseltine, un cardiologo del Liverpool University Hospitals NHS Foundation Trust, ritiene che i test del punteggio del calcio dovrebbero essere offerti a tutti coloro con un rischio "intermedio" di malattie cardiache (due o più fattori di rischio) dopo un test per il colesterolo alto.

La ricerca nel 2015 ha mostrato che fino al 40% dei pazienti con un aumentato rischio di malattie cardiache ha avuto la decisione di assumere statine alterata da un test del punteggio del calcio.


Pubblicato: 22:02 BST, 31 maggio 2021 | Aggiornato: 22:05 BST, 31 maggio 2021

Come maratoneta ultra-in forma, Tom Williams si aspettava di navigare attraverso un MOT sanitario di routine del SSN quando raggiungeva i 40 anni.

Ma era allarmato nello scoprire che, all'età di 42 anni, i suoi livelli di colesterolo erano alti, a 8,5, con il suo livello di colesterolo LDL "cattivo" a 6,2. Il suo medico di famiglia gli ha consigliato di iniziare immediatamente le statine per ridurre il rischio di malattie cardiache.

"Sono rimasto scioccato", dice Tom, ora 46enne, che è il direttore operativo di Parkrun, che organizza eventi di corsa gratuita. “Ero in forma e attivo, quindi non mi aspettavo problemi di salute.

“Credo nel cercare di prevenire le malattie attraverso uno stile di vita sano. Quindi, quando il mio medico di famiglia ha suggerito di assumere statine per proteggersi dalle malattie cardiache, non era quello che volevo sentire.'

Come maratoneta ultra-in forma, Tom Williams si aspettava di navigare attraverso un MOT sanitario di routine del SSN quando raggiungeva i 40 anni

Un esame del sangue per i livelli di colesterolo o grasso - buono e cattivo - fa parte di un MOT sanitario per livelli totali superiori a 5 mmol/l (o colesterolo LDL "cattivo" superiore a 3 mmol/l) spesso porta a suggerire statine. Questo perché il colesterolo può depositarsi nelle arterie, restringendole e aumentando il rischio di infarto e ictus.

Ma alcuni esperti sono preoccupati che i test del colesterolo non riescano a fornire un quadro adeguato della salute del cuore. C'è anche una crescente evidenza che test più dettagliati dovrebbero essere ampiamente introdotti per fornire dati meglio individualizzati sulla necessità di statine e per rilevare le malattie cardiache prima che si manifestino i sintomi.

Tom, che vive ad Harrogate, nel North Yorkshire, con sua moglie Helen e due figli, di nove e sei anni, sapeva di avere una storia familiare di colesterolo alto, anche se nessuno nella sua famiglia aveva malattie cardiache. Non era sicuro di iniziare con le statine poiché devono essere assunte per tutta la vita per controllare i livelli di colesterolo e possono avere effetti collaterali come dolori muscolari.

Inizialmente ha scelto di monitorare la sua salute ma sei mesi dopo, quando ha iniziato ad avere palpitazioni cardiache, ha deciso di chiedere un secondo parere a uno specialista.

Questa volta ha eseguito diversi test del SSN, tra cui un elettrocardiogramma (ECG), che controlla il ritmo cardiaco e l'attività elettrica, un angiogramma (una radiografia del cuore) e una risonanza magnetica per esaminare la struttura e la funzione di pompaggio dell'organo.

Tom, che vive ad Harrogate, nel North Yorkshire, con sua moglie Helen e due figli, di nove e sei anni, sapeva di avere una storia familiare di colesterolo alto, anche se nessuno nella sua famiglia aveva malattie cardiache

Ha anche fatto un test del punteggio del calcio - una radiografia delle arterie - per verificare la presenza di depositi di calcio, che possono accumularsi nelle placche di grasso che induriscono i vasi sanguigni del cuore.

Mentre i test di routine possono dirti quanto colesterolo sta circolando nel sangue, gli esperti dicono che il test del calcio è più utile in quanto questi depositi sono un indicatore di malattie cardiache e ictus.

Un punteggio pari a zero significa che nessun accumulo superiore a 400 suggerisce un maggiore solco delle arterie e un alto rischio di malattie cardiache, che colpisce circa 7,6 milioni di persone nel Regno Unito. Il test di dieci minuti, disponibile anche privatamente per circa £ 150, esiste da 20 anni.

Ma non è abitualmente utilizzato per lo screening dei pazienti del SSN per le malattie cardiache. Viene offerto solo a coloro con un rischio moderato di malattie cardiache che sono stati indirizzati a uno specialista.

Tuttavia, un numero crescente di studi mostra la sua utilità nell'individuare i pazienti a basso o alto rischio di malattie cardiache e nel suggerire a chi dovrebbero essere prescritte le statine.

La ricerca statunitense e tedesca ha scoperto che le persone con punteggi elevati di calcio avevano da nove a 16 volte più probabilità di sviluppare malattie cardiache.

Una revisione degli studi che coinvolgono la tecnica ha concluso che c'erano "prove solide" per il suo uso "per migliorare la previsione del rischio quando aggiunto ai fattori e ai punteggi di rischio tradizionali, in particolare negli intervalli di rischio borderline o intermedi", come riportato in The BMJ.

Il punteggio zero di calcio di Tom ha suggerito che il suo rischio di malattie cardiache era basso. Le sue palpitazioni sono state invece attribuite allo stress o a un virus. Sono passati nel giro di pochi mesi e non sono tornati.

"Il test del calcio è stato estremamente rassicurante: dopotutto non avevo bisogno di assumere statine", afferma Tom.

Il dottor Scott Murray, un cardiologo preventivo consulente che ha curato Tom al Royal Liverpool University Hospital, crede che un test del punteggio del calcio ti permetta di "vedere" le arterie.

"La cardiopatia coronarica è un puzzle di molteplici fattori che coprono l'età, la dieta, lo stile di vita e la storia familiare, e attribuire tutto a un esame del sangue [per il colesterolo] è probabilmente sbagliato", afferma il dottor Murray, che ora lavora presso il cuore privato di Venturi Cardiology clinica a Warrington, Cheshire.

“Persone come Tom sembrano essere ad alto rischio di malattie cardiache in base al loro test del colesterolo, ma il test del punteggio del calcio mostra che in realtà sono a rischio molto basso e non hanno bisogno di statine. I test del punteggio del calcio sono un modo di guardare sotto il cofano dell'auto per fornire un approccio molto più personalizzato al rischio di malattie cardiache di un paziente.'

Il colesterolo è in gran parte prodotto dall'organismo ed è essenziale per la produzione di vitamina D e il controllo ormonale. Ma troppo può causare l'accumulo di grasso nel sangue, depositando la placca nelle arterie e facendole indurire.

Chiunque abbia più di 40 anni è idoneo per i test del colesterolo presso il proprio medico di famiglia, dove vengono utilizzati altri fattori di rischio come ipertensione, diabete, fumo e mancanza di esercizio fisico per calcolare il rischio di morire di malattie cardiache nei prossimi dieci anni.

Il National Institute for Health and Care Excellence raccomanda di offrire statine a chiunque abbia una probabilità superiore al 10%.

Le statine sono molto efficaci nel prevenire un secondo infarto o ictus, ma c'è un dibattito su quanto siano utili per coloro che non hanno avuto una diagnosi di malattie cardiache o infarto.

Alcuni esperti sostengono che l'assunzione di statine può offrire solo un piccolo miglioramento del rischio per pazienti come Tom, il cui rischio effettivo di malattie cardiache è altrimenti molto basso.

Questa volta ha eseguito diversi test del SSN, tra cui un elettrocardiogramma (ECG), che controlla il ritmo cardiaco e l'attività elettrica, un angiogramma (una radiografia del cuore) e una risonanza magnetica per esaminare la struttura e la funzione di pompaggio dell'organo. Ha anche fatto un test del punteggio del calcio - una radiografia delle arterie - per verificare la presenza di depositi di calcio, che possono accumularsi nelle placche di grasso che induriscono i vasi sanguigni del cuore [Foto d'archivio]

Un'analisi di tre revisioni che hanno coinvolto più di 200.000 pazienti senza diagnosi di malattie cardiache che stavano assumendo statine per prevenirla, pubblicata su BMJ Open nel 2018, ha affermato che ci sono "prove limitate sull'efficacia delle statine per la prevenzione primaria". Con un quadro così complicato, di quale test dovresti fidarti?

Iqbal Malik, cardiologo consulente presso l'Hammersmith Hospital NHS Trust e direttore medico della clinica privata OneWelbeck Heart Health a Londra, afferma che i test del colesterolo rimangono un modo "economico e facile" per identificare i pazienti a rischio di malattie cardiache.

Sostiene che forniscono una valutazione sufficiente, una volta presi in considerazione fattori come lo stile di vita e l'età, se il paziente è considerato ad alto rischio.

Ma avverte: "Una persona con colesterolo basso può ancora avere un infarto, quindi un test del colesterolo non fornisce il quadro completo. Il test non viene mai preso in isolamento: si tratta di una serie di fattori di rischio.'

A differenza di Tom, molte persone con colesterolo alto avranno un certo grado di depositi di calcio nelle loro arterie. Questo perché il calcio è la "risposta di guarigione" ai vasi infiammati, causata, in parte, dal grasso nel sangue.

Un altro problema con i controlli del calcio è che può volerci del tempo prima che i depositi calcificati si sviluppino, quindi un punteggio basso può essere "falsamente rassicurante", afferma il dott. Malik, che non li offre di routine.

Un test migliore, suggerisce, sarebbe un angiogramma coronarico TC - una radiografia con mezzo di contrasto - per dare una valutazione completa delle arterie, non solo dei depositi di calcio.

Tuttavia, il dottor Thomas Heseltine, un cardiologo del Liverpool University Hospitals NHS Foundation Trust, ritiene che i test del punteggio del calcio dovrebbero essere offerti a tutti coloro con un rischio "intermedio" di malattie cardiache (due o più fattori di rischio) dopo un test per il colesterolo alto.

La ricerca nel 2015 ha mostrato che fino al 40% dei pazienti con un aumentato rischio di malattie cardiache ha avuto la decisione di assumere statine alterata da un test del punteggio del calcio.


Pubblicato: 22:02 BST, 31 maggio 2021 | Aggiornato: 22:05 BST, 31 maggio 2021

Come maratoneta ultra-in forma, Tom Williams si aspettava di navigare attraverso un MOT sanitario di routine del SSN quando raggiungeva i 40 anni.

Ma era allarmato nello scoprire che, all'età di 42 anni, i suoi livelli di colesterolo erano alti, a 8,5, con il suo livello di colesterolo LDL "cattivo" a 6,2. Il suo medico di famiglia gli ha consigliato di iniziare immediatamente le statine per ridurre il rischio di malattie cardiache.

"Sono rimasto scioccato", dice Tom, ora 46enne, che è il direttore operativo di Parkrun, che organizza eventi di corsa gratuita. “Ero in forma e attivo, quindi non mi aspettavo problemi di salute.

“Credo nel cercare di prevenire le malattie attraverso uno stile di vita sano. Quindi, quando il mio medico di famiglia ha suggerito di assumere statine per proteggersi dalle malattie cardiache, non era quello che volevo sentire.'

Come maratoneta ultra-in forma, Tom Williams si aspettava di navigare attraverso un MOT sanitario di routine del SSN quando raggiungeva i 40 anni

Un esame del sangue per i livelli di colesterolo o grasso - buono e cattivo - fa parte di un MOT sanitario per livelli totali superiori a 5 mmol/l (o colesterolo LDL "cattivo" superiore a 3 mmol/l) spesso porta a suggerire statine. Questo perché il colesterolo può depositarsi nelle arterie, restringendole e aumentando il rischio di infarto e ictus.

Ma alcuni esperti sono preoccupati che i test del colesterolo non riescano a fornire un quadro adeguato della salute del cuore. C'è anche una crescente evidenza che test più dettagliati dovrebbero essere ampiamente introdotti per fornire dati meglio individualizzati sulla necessità di statine e per rilevare le malattie cardiache prima che si manifestino i sintomi.

Tom, che vive ad Harrogate, nel North Yorkshire, con sua moglie Helen e due figli, di nove e sei anni, sapeva di avere una storia familiare di colesterolo alto, anche se nessuno nella sua famiglia aveva malattie cardiache. Non era sicuro di iniziare con le statine poiché devono essere assunte per tutta la vita per controllare i livelli di colesterolo e possono avere effetti collaterali come dolori muscolari.

Inizialmente ha scelto di monitorare la sua salute ma sei mesi dopo, quando ha iniziato ad avere palpitazioni cardiache, ha deciso di chiedere un secondo parere a uno specialista.

Questa volta ha eseguito diversi test del SSN, tra cui un elettrocardiogramma (ECG), che controlla il ritmo cardiaco e l'attività elettrica, un angiogramma (una radiografia del cuore) e una risonanza magnetica per esaminare la struttura e la funzione di pompaggio dell'organo.

Tom, che vive ad Harrogate, nel North Yorkshire, con sua moglie Helen e due figli, di nove e sei anni, sapeva di avere una storia familiare di colesterolo alto, anche se nessuno nella sua famiglia aveva malattie cardiache

Ha anche fatto un test del punteggio del calcio - una radiografia delle arterie - per verificare la presenza di depositi di calcio, che possono accumularsi nelle placche di grasso che induriscono i vasi sanguigni del cuore.

Mentre i test di routine possono dirti quanto colesterolo sta circolando nel sangue, gli esperti dicono che il test del calcio è più utile in quanto questi depositi sono un indicatore di malattie cardiache e ictus.

Un punteggio pari a zero significa che nessun accumulo superiore a 400 suggerisce un maggiore solco delle arterie e un alto rischio di malattie cardiache, che colpisce circa 7,6 milioni di persone nel Regno Unito. Il test di dieci minuti, disponibile anche privatamente per circa £ 150, esiste da 20 anni.

Ma non è abitualmente utilizzato per lo screening dei pazienti del SSN per le malattie cardiache. Viene offerto solo a coloro con un rischio moderato di malattie cardiache che sono stati indirizzati a uno specialista.

Tuttavia, un numero crescente di studi mostra la sua utilità nell'individuare i pazienti a basso o alto rischio di malattie cardiache e nel suggerire a chi dovrebbero essere prescritte le statine.

La ricerca statunitense e tedesca ha scoperto che le persone con punteggi elevati di calcio avevano da nove a 16 volte più probabilità di sviluppare malattie cardiache.

Una revisione degli studi che coinvolgono la tecnica ha concluso che c'erano "prove solide" per il suo uso "per migliorare la previsione del rischio quando aggiunto ai fattori e ai punteggi di rischio tradizionali, in particolare negli intervalli di rischio borderline o intermedi", come riportato in The BMJ.

Il punteggio zero di calcio di Tom ha suggerito che il suo rischio di malattie cardiache era basso. Le sue palpitazioni sono state invece attribuite allo stress o a un virus. Sono passati nel giro di pochi mesi e non sono tornati.

"Il test del calcio è stato estremamente rassicurante: dopotutto non avevo bisogno di assumere statine", afferma Tom.

Il dottor Scott Murray, un cardiologo preventivo consulente che ha curato Tom al Royal Liverpool University Hospital, crede che un test del punteggio del calcio ti permetta di "vedere" le arterie.

"La cardiopatia coronarica è un puzzle di molteplici fattori che coprono l'età, la dieta, lo stile di vita e la storia familiare, e attribuire tutto a un esame del sangue [per il colesterolo] è probabilmente sbagliato", afferma il dottor Murray, che ora lavora presso il cuore privato di Venturi Cardiology clinica a Warrington, Cheshire.

“Persone come Tom sembrano essere ad alto rischio di malattie cardiache in base al loro test del colesterolo, ma il test del punteggio del calcio mostra che in realtà sono a rischio molto basso e non hanno bisogno di statine. I test del punteggio del calcio sono un modo di guardare sotto il cofano dell'auto per fornire un approccio molto più personalizzato al rischio di malattie cardiache di un paziente.'

Il colesterolo è in gran parte prodotto dall'organismo ed è essenziale per la produzione di vitamina D e il controllo ormonale. Ma troppo può causare l'accumulo di grasso nel sangue, depositando la placca nelle arterie e facendole indurire.

Chiunque abbia più di 40 anni è idoneo per i test del colesterolo presso il proprio medico di famiglia, dove vengono utilizzati altri fattori di rischio come ipertensione, diabete, fumo e mancanza di esercizio fisico per calcolare il rischio di morire di malattie cardiache nei prossimi dieci anni.

Il National Institute for Health and Care Excellence raccomanda di offrire statine a chiunque abbia una probabilità superiore al 10%.

Le statine sono molto efficaci nel prevenire un secondo infarto o ictus, ma c'è un dibattito su quanto siano utili per coloro che non hanno avuto una diagnosi di malattie cardiache o infarto.

Alcuni esperti sostengono che l'assunzione di statine può offrire solo un piccolo miglioramento del rischio per pazienti come Tom, il cui rischio effettivo di malattie cardiache è altrimenti molto basso.

Questa volta ha eseguito diversi test del SSN, tra cui un elettrocardiogramma (ECG), che controlla il ritmo cardiaco e l'attività elettrica, un angiogramma (una radiografia del cuore) e una risonanza magnetica per esaminare la struttura e la funzione di pompaggio dell'organo. Ha anche fatto un test del punteggio del calcio - una radiografia delle arterie - per verificare la presenza di depositi di calcio, che possono accumularsi nelle placche di grasso che induriscono i vasi sanguigni del cuore [Foto d'archivio]

Un'analisi di tre revisioni che hanno coinvolto più di 200.000 pazienti senza diagnosi di malattie cardiache che stavano assumendo statine per prevenirla, pubblicata su BMJ Open nel 2018, ha affermato che ci sono "prove limitate sull'efficacia delle statine per la prevenzione primaria". Con un quadro così complicato, di quale test dovresti fidarti?

Iqbal Malik, cardiologo consulente presso l'Hammersmith Hospital NHS Trust e direttore medico della clinica privata OneWelbeck Heart Health a Londra, afferma che i test del colesterolo rimangono un modo "economico e facile" per identificare i pazienti a rischio di malattie cardiache.

Sostiene che forniscono una valutazione sufficiente, una volta presi in considerazione fattori come lo stile di vita e l'età, se il paziente è considerato ad alto rischio.

Ma avverte: "Una persona con colesterolo basso può ancora avere un infarto, quindi un test del colesterolo non fornisce il quadro completo. Il test non viene mai preso in isolamento: si tratta di una serie di fattori di rischio.'

A differenza di Tom, molte persone con colesterolo alto avranno un certo grado di depositi di calcio nelle loro arterie. Questo perché il calcio è la "risposta di guarigione" ai vasi infiammati, causata, in parte, dal grasso nel sangue.

Un altro problema con i controlli del calcio è che può volerci del tempo prima che i depositi calcificati si sviluppino, quindi un punteggio basso può essere "falsamente rassicurante", afferma il dott. Malik, che non li offre di routine.

Un test migliore, suggerisce, sarebbe un angiogramma coronarico TC - una radiografia con mezzo di contrasto - per dare una valutazione completa delle arterie, non solo dei depositi di calcio.

Tuttavia, il dottor Thomas Heseltine, un cardiologo del Liverpool University Hospitals NHS Foundation Trust, ritiene che i test del punteggio del calcio dovrebbero essere offerti a tutti coloro con un rischio "intermedio" di malattie cardiache (due o più fattori di rischio) dopo un test per il colesterolo alto.

La ricerca nel 2015 ha mostrato che fino al 40% dei pazienti con un aumentato rischio di malattie cardiache ha avuto la decisione di assumere statine alterata da un test del punteggio del calcio.


Guarda il video: CHE ALIMENTO PREFERISCI PER IL TUO ANIMALE DOMESTICO? (Potrebbe 2022).