Ricette tradizionali

Questo nuovo alimento probiotico potrebbe sorprenderti

Questo nuovo alimento probiotico potrebbe sorprenderti


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

I ricercatori stanno pompando probiotici in un nuovo prodotto lattiero-caseario, e non è yogurt.

Potresti pensare di avere un controllo su tutti gli alimenti probiotici che potrebbero migliorare la tua salute intestinale, ma scommettiamo che non ne hai mai sentito parlare.

Se sei stanco di mangiare yogurt o kimchi per bilanciare il tuo microbioma, preparati, perché un team di ricercatori spera di portare la "feta funzionale" in un reparto lattiero-caseario vicino a te. Un nuovo studio pubblicato sulla rivista Microbiologia alimentare afferma che alcuni ceppi probiotici sono perfettamente abbinati al formaggio feta.

Rimani aggiornato su cosa significa sano ora.

Iscriviti alla nostra newsletter quotidiana per altri fantastici articoli e deliziose ricette salutari.

I batteri utilizzati dai ricercatori, chiamati L. planatrum, si sono moltiplicati più di quanto era necessario per classificare il prodotto come "probiotico" all'interno della nuova miscela di formaggio feta, anche dopo essere rimasti in un congelatore freddo per un periodo di prova di nove mesi. I batteri buoni per te hanno anche resistito durante un test iniziale di sei mesi a una temperatura più alta di 53 gradi fahrenheit, che è simile alle condizioni riscontrate negli ambienti di vendita al dettaglio, secondo la ricerca pubblicata.

Se questa ricerca dovesse portare al formaggio feta probiotico, non assaggeresti troppa differenza: il ricercatore capo dello studio ha notato che il test L.plantarum ha avuto particolare successo poiché il prodotto finale aveva il sapore della feta normale, ma con una sfilza di ulteriori benefici probiotici.

Il formaggio feta è un alimento base della cucina greca e fa parte di una sana dieta mediterranea, quindi se questi ricercatori finiscono per rendere ancora più salutare questa dieta già buona per te, siamo tutti d'accordo.


10 cibi ricchi di probiotici che non sono yogurt

Questi alimenti sono piuttosto gustosi e anche un vantaggio per la salute del tuo intestino.

Un giro al supermercato e ti sei ricordato subito che i probiotici, una delle ultime tendenze che hanno colpito l'industria del benessere, sono ovunque. Il messaggio probiotico sembra essere radicato: gli alimenti ricchi di questi batteri possono fornire numerosi benefici per la salute dell'intestino. Dagli integratori ai probiotici, il mercato si sta espandendo poiché i consumatori stanno prendendo sul serio il potenziale legame tra il microbioma (cioè gli organismi che vivono nel tuo corpo) e la salute generale.

Ma non si può parlare di probiotici senza menzionare gli alimenti che ne sono naturalmente ricchi: i cibi fermentati. Prima della facilità delle moderne tecniche di refrigerazione, i cuochi usavano la fermentazione per conservare gli alimenti. La fermentazione è il processo chimico di scomposizione degli zuccheri negli alimenti (da batteri e lieviti) per conservarli per periodi più lunghi.

Oggi, gli alimenti fermentati che contengono colture vive di microrganismi, i probiotici AKA, sono di gran moda per i benefici per la salute che possiedono. I probiotici sono essenziali per migliorare la salute dell'intestino e il processo di digestione. Una recente recensione pubblicata su Attuale biotecnologia farmaceutica indica che potrebbero esserci anche collegamenti tra l'uso di probiotici e la prevenzione dell'ansia e della depressione.


Quello che mi stupisce è la facilità con cui andiamo a prendere una pillola per aggiustare ciò che ci affligge. Mentre alcuni bambini hanno bisogno di curare seriamente l'intestino e potrebbero richiedere uno speciale integratore probiotico, la maggior parte degli integratori probiotici sul mercato non sono efficaci. In effetti, ogni boccone di crauti fermentati può offrire miliardi di batteri benefici, molto più di qualsiasi pillola. Inoltre, insegnerai ai tuoi figli a mangiare la loro cosiddetta ‘medicina’ rispetto a prenderla in una pillola. Espanderai anche il loro palato per assaporare più di semplici sapori salati o dolci. È importante introdurre i bambini a una vasta gamma di sapori.

Ci sono alcuni cibi fermentati davvero gustosi che sono adatti ai bambini fin dall'inizio. Ecco alcuni dei cibi fermentati preferiti di mia figlia (ha quasi 5 anni e mangia cibi fermentati da più di 2 anni). Alcuni potrebbero anche sorprenderti! I bambini emulano ciò che fanno i loro genitori, quindi se non mangi cibi fermentati ad ogni pasto, allora dovresti iniziare mangiando anche i cibi in questa lista. Ho ordinato l'elenco dal più semplice al più impegnativo in modo che tu possa lavorare lungo l'elenco.

Primo – Bevande fermentate adatte ai bambini

1 . Kombucha. Kombucha è pieno di benefici per la salute e ha un sapore delizioso! I tuoi bambini adoreranno il kombucha. Francamente non vedo alcun motivo per dare ai bambini un normale succo di frutta normale dopo aver provato il kombucha. È il matrimonio perfetto di soda pop e succo e ha probiotici benefici. Vincitore! Ecco le 17 migliori ricette di kombucha aromatizzate e alcuni suggerimenti per iniziare a prepararlo. Se sei pronto per tuffarti, ecco alcuni strumenti per creare kombucha che ti aiuteranno a crearne uno tuo.

2. Acqua Kefir Soda Pop. Il kefir è anche un'incredibile bevanda fermentata probiotica e la soda pop fatta in casa con bolle naturali prodotte tramite il processo di fermentazione non è così difficile da realizzare!

3. Frullati Di Kefir Di Latte. A casa mia adoriamo il kefir di latte fatto con latte crudo di mucca. Se sei senza latticini, puoi anche gustare il kefir di latte preparando il kefir di latte di cocco. Puoi aggiungere entrambi ai frullati che preparo ogni mattina per me e mia figlia. Verso gli avanzi negli stampini per ghiaccioli per preparare dei frullati che mia figlia mangia come merenda a scuola. Beviamo anche il kefir di latte verso l'alto. Ha il sapore di una soda al latte!

4. Succo Fermentato. Se sei un po' schizzinoso nel lavorare con i cereali Kombucha o Kefir ‘SCOBY’ (possono essere disgustosi per chi non lo sapesse!), allora perché non provare a preparare un succo fermentato per i tuoi bambini? Ecco le istruzioni per preparare il succo di mela fermentato e il succo d'arancia fermentato utilizzando una coltura starter in polvere.

Successivo – Condimenti e salse fermentati adatti ai bambini

5. Ketchup fermentato. A quale bambino non piace il ketchup (in realtà non mi piace il ketchup e non l'ho mai cresciuto, quindi immagino di essere io l'anomalia, ma capisci il mio punto di vista generale!)? La mia ricetta del ketchup fermentato richiede meno di 7 minuti per essere preparata (sì, mi sono cronometrato da solo) ed è un ottimo modo per far mangiare ai tuoi bambini un cibo fermentato ad ogni pasto.

6. Condimento Ranch Fermentato. Questo è un ottimo tuffo vegetariano e, ancora una volta, non c'è motivo per cui non possa essere fermentato! I condimenti Ranch acquistati in negozio sono pieni di soia e altri oli vegetali rancidi. La mia ricetta del condimento REAL Ranch non contiene nessuno di questi, ma contiene fantastici probiotici da kefir, creme fraiche e maionese fermentata fatta in casa. È anche meglio di quello con cui sei cresciuto – te lo garantisco!

7. Salsa Di Fagioli Neri Fermentati. Mia figlia adora i fagioli neri e anche io. Questo è un ottimo gioco fermentato sulla salsa di fagioli neri. Aggiungo un po 'più di pepe perché a mia figlia piace ma a te non è necessario!

Next Up – Frutta e verdura fermentata per bambini

La fermentazione non deve significare solo verdure piccanti e aspre come i crauti. Ecco alcuni fantastici frutti e verdure fermentati a cui probabilmente non avresti mai pensato e che i bambini adorano assolutamente!

8. Salsa Di Mele Fermentata. Sì, puoi fermentare la salsa di mele ed è fantastico. Questa ricetta della salsa di mele fermentata abbinata allo yogurt fatto in casa è una fantastica colazione al sacco probiotico!

9. Bacche Fermentate. Incredibile ma vero, puoi anche far fermentare le bacche! Adoro il sapore aspro ma inconfondibilmente fruttato e anche i tuoi bambini lo ameranno. Questa ricetta di frutti di bosco fermentati ti mostrerà esattamente come prepararli.

10. Pelle di frutta fermentata. Possibile anche! Hai solo bisogno di un disidratatore per realizzare questa ricetta in modo da non riscaldare la frutta al punto da uccidere i probiotici sani creati durante il processo di fermentazione. Dai un'occhiata a questa ricetta per le pelli di frutta fermentata.

11. Salsa Di Pomodoro Crudo Fermentato. Immagina di servire questa straordinaria salsa di pomodoro fermentato come salsa per formaggio fritto o patatine fritte di zucchine? Si potrebbe anche spalmare sul pane tostato e cospargere di formaggio crudo per una deliziosa pizza cruda! Non vorrai riscaldarlo oltre la temperatura ambiente o elimineresti il ​​beneficio probiotico.

12. Sottaceti fermentati. Aggiungo un po' di aceto ai miei sottaceti fermentati (e no, non uccide i probiotici perché sono meravigliosamente fermentati!) e sono un grande successo con mia figlia. Potrebbe essere necessario continuare a provare le ricette di sottaceti finché non ne trovi una che i tuoi bambini amano in quanto variano nel sapore. Mi piace anche questa ricetta di sottaceti veloci e questi sottaceti ridicolmente facili.

13. ‘Dilly’ Carote. Molti bambini adorano lo scricchiolio delle carote crude. Perché non farli fermentare? Queste carote dilly prendono il nome dal loro sapore di sottaceti all'aneto ma sono carote! Devo ancora trovare un bambino a cui non piaccia questa ricetta e sono un'aggiunta fermentata perfetta a qualsiasi lunchbox. Se ai tuoi bambini piacciono le carote sminuzzate, ecco un'ulteriore ricetta di carote fermentate che potrebbero apprezzare.

14. Crauto Viola. Abbiamo fatto progressi fino ai crauti con mia figlia. Mi ha visto mangiarlo ad ogni pasto abbastanza volte e alla fine ha chiesto di provarne un po' (non l'ho spinto su di lei). Le è piaciuto abbastanza e ora includo un tocco di crauti in tutti i suoi pranzi e ad ogni cena. Ha solo bisogno di prendere un boccone e io sono felice. Un bit è davvero tutto ciò di cui hai bisogno per ottenere miliardi di probiotici. Questo semplice crauti viola è la sua varietà preferita.

Non dimenticare i dolci a misura di bambino!

15. Snack alla frutta Kombucha. Questi snack alla frutta kombucha sono super adatti ai bambini e possono essere preparati con qualsiasi frutta o anche con una combinazione di frutta e verdura. Sono divertenti da mettere nel cestino del pranzo di tuo figlio.

16. Kombucha Jello. Questi bocconcini di gelatina di kombucha sono jiggly e deliziosi. Adoro anche queste coppe snack alla frutta in gelatina di kombucha.

17. probiotici Gelato. Sostituisco spesso parte del latte nelle mie ricette di gelato con kefir per renderle probiotiche! Questo gelato probiotico al cioccolato è un grande successo a casa mia!

18. Cheesecake Probiotica! È anche possibile? Sì! Ecco un'opzione per una cheesecake al kefir crudo ed ecco una cheesecake probiotica senza latticini fatta con formaggio di anacardi fermentato.

Infine – cibi fermentati adatti ai bambini che non sapevi nemmeno fossero fermentati!

19. Pane a lievitazione naturale. Sì gente, il pane a lievitazione naturale è, infatti, fermentato! Se riesci a tollerare i cereali (ea volte anche quando non puoi) è meglio mangiarli inaciditi o fermentati. Adoro questa ricetta senza impasto che è abbastanza facile da fare a casa.

20. Formaggi crudi/latticini fermentati. Sì, il formaggio crudo è anche un alimento fermentato. Panna acida fatta in casa, creme fraiche, crema di formaggio, formaggio allo yogurt e fiocchi di latte sono alimenti che tuo figlio probabilmente sta già mangiando, ma quelli che acquisti dal negozio di alimentari non sono così utili in termini di contenuto di probiotici come quelli che puoi fare da casa .


Probiotico che stimola il glutatione ora disponibile

È difficile immaginare che il nostro intestino possa svolgere un ruolo così importante nella disintossicazione, ma è così. Stiamo imparando di più sul microbioma intestinale e su tutti i ceppi probiotici che aiutano a sostenere una buona salute. Gli antiossidanti che vengono prodotti in ogni cellula, trilioni di essi, ogni giorno, ogni secondo sono molto importanti. Il modo migliore per aumentare gli antiossidanti è con cibi freschi e biologici, in particolare frutta e verdura colorate. Questo è ciò che contribuisce alla creazione di una microflora sana, che è il luogo in cui vive il tuo sistema immunitario. Più sano è il tratto gastrointestinale, più forte è il tuo sistema immunitario.

Oggi il mio obiettivo è il glutatione. È uno di quegli antiossidanti ‘master’ che ha effetti diffusi dalla testa ai piedi, ed è importante per proteggere il nostro DNA, e sappiamo tutti che il danno al DNA può aumentare il nostro rischio per tutti i tipi di malattie, incluso il cancro. Un altro antiossidante che agisce insieme al glutatione è la catalasi, che neutralizza il perossido di idrogeno e lo trasforma in acqua. A proposito, il selenio è necessario per il glutatione, e se hai anche 5 minuti in più oggi, leggi il mio altro articolo, 6 motivi strabilianti per cui dovresti prendere il selenio

Più a lungo viviamo, più le nostre riserve di glutatione (e catalasi) sono esaurite e maggiore è il rischio di danni al DNA.. C'è un nuovo ceppo probiotico che aumenta naturalmente il glutatione, ma prima di darti i dettagli su come acquistarlo e dove viene venduto voglio sostenere il caso del glutatione.

Prima i fatti
Fatto: Produciamo glutatione nel nostro corpo, lo facciamo tutti.

Fatto: Il glutatione si esaurisce molto rapidamente perché mettiamo davvero alla prova i nostri corpi e la spazzatura cellulare deve essere eliminata. La produzione di antiossidanti è fondamentale per ridurre i radicali liberi. Diversi trilioni di mitocondri dipendono dal glutatione per la loro pura sopravvivenza. Guarda la mia immagine sopra per vedere come appare una cella. Gli organelli verdi e arancioni sono i tuoi mitocondri. In totale, hai diversi chili di questi generatori di energia mitocondri e hanno bisogno di glutatione per proteggerli.

Fatto: Centinaia di farmaci (li chiamo "spacciatori di droga") esauriscono il tuo magazzino naturale di glutatione, così come bere birra, un bicchiere di vino o qualsiasi uso di alcol. Questo potrebbe sorprenderti, ma il paracetamolo (paracetamolo) è un forte rapinatore di glutatione nel caso in cui lo usi per alleviare il dolore.

Fatto: Quasi tutti gli integratori di glutatione sono grandi e voluminosi e sembrano degradarsi nell'intestino se assunti per via orale. La maggior parte degli integratori non penetra facilmente nelle cellule e penetra nei mitocondri per aiutarti, motivo per cui "cucinarlo" all'interno delle cellule è fondamentale per produrne quantità sane.

Fatto: La produzione intracellulare di glutatione è messa in discussione dalla disponibilità dei tre amminoacidi necessari per la produzione di glutatione, cioè cisteina, glutammina e glicina.

Fatto: Il glutatione rigenera altri potenti antiossidanti come la vitamina C e la vitamina E proprio quando pensi che siano esauriti. Fondamentalmente dà loro una seconda possibilità di catturare composti dannosi in tutto il tuo corpo, pensalo come dare a questi antiossidanti un affare "compra uno prendi uno gratis"!

Senza glutatione, questi antiossidanti riescono a ripulirti solo una volta. I rifiuti cellulari devono essere eliminati e il glutatione è solo un potente antiossidante essenziale per il nostro corpo. Per la natura stessa dei loro compiti fisiologici, il tuo fegato, cuore e sistema immunitario richiedono quantità adeguate di glutatione per mantenerti in salute. Se desideri saperne di più sul glutatione, fai riferimento a questo articolo, La malattia cronica risponde al glutatione.

Oggi vorrei condividere grandi notizie su un ceppo probiotico appena disponibile sul mercato. Il nome completo è Lactobacillus Fermentum ME-3.

Lascia che te lo spieghi:
Genere: Lactobacillus
Specie: fermentum
Sforzo: ME-3

Nella letteratura scientifica probabilmente lo vedrai abbreviato come “L. Fermento ME-3.”
ME-3 si riferisce al ceppo e, ancora una volta, questo è un ceppo probiotico scoperto di recente che è ora brevettato per la sua capacità speciale di aumentare i livelli di glutatione. È un ceppo probiotico multi-tasking a differenza di alcuni ceppi che sono solo buoni per la diarrea del viaggiatore, ad esempio.

Ecco la storia di 8217
L. fermentum ME-3 è stato isolato per la prima volta nel 1995 da Marika Mikelsaar, MD, PhD e dal suo team presso il Università di Tartu, in Estonia. Questa è una donna intelligente che alla fine ha vinto un premio per il suo lavoro come microbiologa nel 2007. La professoressa e dottoressa Marika Mikelsaar ha ricevuto il Unione europea premio per la scoperta di L. fermentum ME-3. Prima della sua scoperta di ME-3, ha lavorato con il Russian Space Program e ha studiato la microflora intestinale degli astronauti russi. Non è riuscita a volare su una navicella spaziale o ad andare nello spazio, ha solo studiato il loro microbioma intestinale giorno dopo giorno e, se ci penso, quel compito da solo merita una sorta di premio LOL! Comunque, sia benedetta il suo cuore, nel 1995 ha isolato L. fermentum ME-3 e da allora molte ricerche sono state fatte per scoprire i benefici per la salute del probiotico correlato al lattobacillo.

Una vasta quantità di ricerche su ME-3 è stata condotta da Mihkel Zilmer, MD, PhD che lavora anche presso il Università di Tartu in Estonia e il suo focus è su come questo probiotico aumenti sorprendentemente il glutatione, un potente antiossidante. Questo aspetto che stimola il glutatione è stato un po' una sorpresa. Vedete, questo non è tipico dei probiotici che sono più spesso associati a salute dell'intestino e immunità.

Il glutatione svolge un ruolo cruciale nelle nostre difese antiossidanti e nei percorsi di disintossicazione. È praticamente impossibile prenderne un integratore veramente efficace. Funzionano ma solo fino a un certo punto. Puoi assolutamente assumere integratori di glutatione, tuttavia il mio punto è che è davvero difficile ottenere un livello abbastanza alto di glutatione con gli integratori perché non sai quale porzione si sta ossidando (retrofazione su di te) e quale porzione sta effettivamente entrando nel cella per svolgere i suoi compiti di pulizia.

L'assunzione di integratori di glutatione per via orale può anche innescare problemi per le persone con un SNP nel loro percorso di transsolforazione che li fa sentire male con cibi, farmaci o integratori alimentari a base di zolfo. Quindi avere un probiotico naturale come L. fermentum ME-3 che aumenta il glutatione in modo naturale e intracellulare è davvero fantastico e molto atteso.

Gli integratori di L. fermentum ME-3 fanno proprio questo. Sono venduti con il marchio di Reg'Activ™ e ci sono 3 diverse formule di cui imparerai di più di seguito. Uno è per la salute del cuore, un altro per la funzione immunitaria e un altro per il fegato e la disintossicazione.

L. fermentum ME-3 migliora il glutatione attraverso 3 diversi meccanismi

1) ME-3 sintetizza il glutatione stesso*

2) ME-3 rigenera il glutatione ridotto (GSSG) nel suo stato attivo (GSH)*

3) ME-3 prende tutte le molecole di glutatione disponibili dall'ambiente circostante come una spugna.*

Più glutatione, BAM!
ME-3 aumenta sostanzialmente i livelli di glutatione.* Possiamo tranquillamente dedurre che aumenterà la capacità di disintossicazione del glutatione. Il glutatione è noto per supportare i normali sistemi di disintossicazione del corpo, in particolare per quanto riguarda i metalli pesanti come il mercurio, l'arsenico e il piombo. Il glutatione è noto per aiutare a neutralizzare gli inquinanti atmosferici e i pesticidi agricoli. Parlando di…

Disintossicare i pesticidi!
Gli organofosfati sono uno dei pesticidi più utilizzati in tutto il mondo spruzzati sulle colture alimentari commerciali. Questi composti sono utilizzati anche in plastificanti, ritardanti di fiamma e fluidi idraulici.

Produciamo un enzima nel nostro corpo chiamato naturalmente PON1 o paraoxonasi 1 che aiuta un po' in termini di disintossicazione dagli organofosfati, ma se hai un SNP nel gene PON1 come me, allora hai davvero difficoltà a disintossicare questi veleni. Sii incredibilmente attento a mangiarli e acquista prodotti biologici quando possibile. Quasi ogni persona è esposta a organofosfati che sono pericolosamente "appiccicosi" alle nostre cellule, anche se si dispone di un gene PON1 completamente funzionante e di una produzione di enzimi.

Un probiotico naturale che aiuta il corpo a rispondere alla tipica esposizione agli organofosfati è ottimo. Il probiotico L. fermentum ME3 può essere particolarmente utile per le persone con un gene PON1 perché aiuta a disintossicare gli organofosfati.*
Per saperne di più su PON1 e altri geni, più avanti leggi il mio articolo, Geni, metilazione e salute.

Ama il tuo fegato.
Non è l'organo più affascinante che conosca. Ma la salute del fegato è fondamentale per la disintossicazione, dopotutto è lì che nascono i tuoi sistemi enzimatici. La maggior parte delle persone ignora del tutto il proprio fegato a meno che non ti venga detto che è "grasso" o "compromesso" e quindi il tuo fegato attira la tua attenzione. Le erbe che supportano il fegato includono cardo mariano e carciofo, ma per quanto riguarda il glutatione? Ti rendi conto che è lì che viene prodotta la maggior parte del tuo glutatione? La via del glutatione è uno dei meccanismi per neutralizzare e rimuovere un'ampia gamma di tossine nel corpo. L. fermentum ME-3 ha la capacità di aumentare l'attività antiossidante totale e può aiutare a mantenere un fegato sano.*

Ridurre le citochine pro-infiammatorie.
L'infiammazione sistemica svolge un ruolo nel dolore e nelle malattie cardiovascolari. È stato dimostrato che L. fermentum ME-3 aiuta a mantenere livelli sani di diversi marcatori chiave come la proteina C-reattiva ad alta sensibilità (se stai cercando nel tuo laboratorio è hs-CRP) e l'interleuchina 6 (o IL- 6) che sono già all'interno dell'intervallo normale.* Probabilmente ce ne sono altri ma non sono stati presi in giro, dopo tutto ME-3 è un po' come un nuovo arrivato sul blocco.

Meno grassi appiccicosi, senza statine?
Hmm... sì, penso di sì! È stato dimostrato che L. fermentum ME-3 aiuta a mantenere i livelli di trigliceridi già nell'intervallo normale e ad aumentare i livelli di colesterolo HDL "buono"* Aiuta anche a mantenere livelli sani di colesterolo LDL ossidato già all'interno dell'intervallo normale.*

Chi qui vuole abbassare la glicemia?! ME-3 è in grado di stimolare la produzione di adiponectina* di cui hai letto nel mio libro Diabete senza farmaci. L'adiponectina è un ormone che quando è carente svolge un ruolo nell'aterosclerosi e nell'insulino-resistenza. Dato che siamo su questa tangente del diabete, posso anche dirvi che L. fermentum ME- ha dimostrato di ridurre i livelli di emoglobina glicata* o emoglobina A1c, indicata nel vostro laboratorio come HbA1c. Questo è un biomarcatore per lo zucchero nel sangue spesso misurato nelle persone con diabete o sindrome metabolica.

ME-3 è un sopravvissuto!
I probiotici devono essere in grado di sopravvivere all'acidità dello stomaco e L. fermentum ME-3 resiste facilmente a condizioni altamente acide nello stomaco e all'esposizione agli acidi biliari digestivi presenti nell'intestino tenue. A un pH di 2.0 che è veramente acido, il ceppo ME-3 è sopravvissuto fino a 6 ore.* Se esposto agli acidi biliari, è sopravvissuto per 24 ore senza una significativa perdita di batteri.*

Dove puoi comprarlo?
Ci sono migliaia di negozi di alimenti naturali che vendono le formule speciali Reg’Activ™ e ovviamente puoi acquistarlo online.

Riepilogo degli studi clinici sull'uomo con Lactobacillus fermentum ME-3

Studio #1:
Titolo: Un probiotico antiossidante riduce la lipemia postprandiale e lo stress ossidativo.
Rivista: Giornale di biologia dell'Europa centrale. 2011Vol. 6(1): pp. 32-40.

Autori: Tiiu Kullisaar, Jelena Shepetova, Kersti Zilmer, Epp Songisepp,
Aune Rehema, Marika Mikelsaar, Mihkel Zilmer

Soggetti: Un centinaio di volontari clinicamente sani (75 femmine, 25 maschi, età 40-65 anni) sono stati reclutati in uno studio randomizzato in doppio cieco controllato con placebo.
Per vari motivi, 25 persone nel gruppo di controllo e 2 nel gruppo trattato hanno abbandonato. Quindi, i risultati si basano su 48 soggetti trattati e 25 controlli.

Disegno dello studio: questo studio ha utilizzato kefir con ME-3 aggiunto come agente di prova e kefir senza probiotici come agente di controllo. Entrambe le soluzioni di kefir erano identiche per composizione nutritiva, colore, gusto e valore calorico. I volontari hanno consumato tutti un identico pasto standard.

Test: dopo un periodo introduttivo di 2 settimane, sono stati prelevati campioni di sangue e di urina al basale 2,5 ore dopo l'ingestione del pasto standard. Quindi i volontari hanno anche ingerito 200 ml di kefir con ME-3 o kefir di controllo ogni giorno per due settimane e sono stati quindi riesaminati.

Risultati: i volontari che hanno ingerito kefir contenente ME-3 hanno mostrato quanto segue:
a) -16% di colesterolo LDL ossidato (riduce i rischi di malattie cardiovascolari)
b) -20% in 8-isoprostani (riduzione del danno dei radicali liberi)
c) aumento del 10% del colesterolo HDL
d) aumento del 18% dell'attività dell'enzima paraoxonasi (PON1) che regola
disintossicazione dai pesticidi e fornisce attività antiossidante
e) Riduzione del 10% dei trigliceridi
——————————————————————————————————–

Studio #2:
Titolo: Il latte di capra fermentato probiotico antiossidante riduce l'aterogenicità mediata dallo stress ossidativo nei soggetti umani.
Rivista: Giornale britannico di nutrizione. 2003 Vol. 90 pp.449-456.

Autori: Tiiu Kullisaar, Epp Songisepp, Marika Mikelsaar, Kersti Zilmer,
Tiiu Vihalemm e Mihkel Zilmer

Soggetti: Ventuno soggetti sani (età 35-65 anni) divisi in 2 gruppi.

Disegno dello studio: durante lo studio di 3 settimane, 16 partecipanti hanno consumato 150 grammi di latte di capra fermentato con Lactobacillus fermentum ME-3 (gruppo di prova) mentre 5 partecipanti hanno ingerito 150 g di latte di capra fresco senza probiotici (gruppo di controllo).

Test: i campioni di sangue e di urina sono stati inizialmente testati e poi di nuovo alla fine della prova di 3 settimane. Il sangue è stato analizzato per attività antiossidante totale (TAA), stato antiossidante totale (TAS), rapporto tra glutatione ossidato e ridotto, colesterolo LDL ossidato e 8-isoprostani (misura del danno dei radicali liberi agli acidi grassi insaturi). Inoltre, i campioni fecali sono stati raccolti all'inizio (giorno 0) e di nuovo alla fine della prova (giorno 21).

Risultati:
Sopravvivenza e persistenza gastrointestinale: i test iniziali hanno riportato che il Lactobacillus fermentum era presente nel tratto intestinale solo di 4 dei 16 soggetti del test. Alla fine della prova, i campioni fecali hanno rivelato che il tratto gastrointestinale di tutti i 16 soggetti del test era colonizzato da ME-3. Inoltre, i test hanno anche rivelato che l'ingestione di latte di capra fermentato con Lactobacillus fermentum ME-3 ha provocato un raddoppio dei batteri ME-3 vivi nel tratto intestinale.

Questi risultati forniscono due importanti dati:
Se assunto per via orale, ME-3 sopravvive al transito attraverso lo stomaco, il che significa che non viene ucciso se esposto a forti acidi dello stomaco.
Quando l'ME-3 ingerito per via orale arriva nel tratto intestinale, i batteri sono in grado di aderire al rivestimento della mucosa e crescere/moltiplicarsi, come dimostrato dal raddoppio della concentrazione di batteri ME-3 vivi dopo 21 giorni.

Riduzione dei rischi cardiovascolari: i danni dei radicali liberi alle lipoproteine ​​(colesterolo LDL ossidato) possono infine danneggiare le cellule che rivestono le arterie, con conseguente accumulo di placca e aterosclerosi, che è una delle cause principali delle malattie cardiovascolari. L'attività antiossidante di ME-3 ha determinato una sostanziale diminuzione del colesterolo LDL ossidato.

Maggiore protezione antiossidante:
I soggetti del test ME-3 hanno mostrato una sostanziale riduzione dei livelli urinari di 8-isoprostani (8-EPI) che è riconosciuto come uno dei modi più affidabili per misurare lo stress ossidativo.
Uno dei risultati più significativi è stato che l'ingestione orale di ME-3 ha determinato un sostanziale miglioramento del rapporto sistemico tra glutatione ridotto (attivo) e glutatione ossidato (inattivo), il che indica un significativo miglioramento della protezione antiossidante in tutto il corpo.
Significativo aumento dell'attività antiossidante totale (TAA), che indica anche un miglioramento dell'attività antiossidante sia cellulare che di tutto il corpo.

Studio #3:
Titolo: Probiotici, stress ossidativo, infiammazione e malattie
Pubblicazione: 4° Congresso dell'Europa Centrale sull'Alimentazione. 15-17 maggio, Avvertenza, Croazia.

Autori: Tiiu Kullisaar, Marika Mikelsaar, Sirje Kaur, Epp Songisepp, Kersti Zilmer,
Pirje Jutt, Aet Lukmann, Jaak Maaroos, Jaak Kals e Mihkel Zilmer

Parte 1: Dermatite atopica: 11 pazienti con dermatite atopica, di età compresa tra 20 e 42 anni, randomizzati in 2 gruppi. Durante lo studio di 3 mesi, 5 pazienti hanno consumato latte di capra con ME-3 mentre 6 persone hanno agito come controlli placebo.

Risultati: i pazienti con dermatite atopica hanno generalmente anomalie del loro sistema di glutatione insieme a un aumento dello stress ossidativo, infiammazione e spesso alterata funzione di barriera della membrana cutanea. Gli individui che hanno ricevuto ME-3 hanno sperimentato miglioramenti significativi nelle condizioni della pelle, nei marcatori del sangue e nei punteggi di valutazione dell'autovalutazione.

Parte 2: Ictus cerebrale: 21 pazienti (età 71-89) che avevano avuto un ictus cerebrale tra 8 e 22 giorni prima sono stati divisi casualmente in 2 gruppi. I soggetti hanno consumato 3 capsule di ME-3 due volte al giorno o 3 capsule di placebo due volte al giorno per un tempo che variava da 10 giorni a 3 settimane. I pazienti sono stati valutati sulla Functional Independence Measure Inventory (FIM) e sulla Scandinavian Stroke Scale (SSS).

Risultati: i pazienti con ictus che consumano ME-3 hanno mostrato miglioramenti significativi sia nella Scandinavian Stroke Scale che nell'inventario della misura dell'indipendenza funzionale. I pazienti con ictus hanno anche riscontrato notevoli miglioramenti nei seguenti marcatori ematici: colesterolo LDL ossidato, livelli di glutatione e rapporto tra glutatione ridotto e ossidato, capacità antiossidante totale, attività dell'enzima paraoxonasi [PON] e riduzione dei marcatori di infiammazione e danno dei radicali liberi.

Parte 3: Analisi dei marker di sangue e urina: 15 volontari sani, età (40-65). Dopo un periodo introduttivo di 2 settimane, i volontari sono stati randomizzati in uno studio crossover in doppio cieco, controllato con placebo. Gli individui hanno ingerito kefir con ME-3 o kefir placebo per due settimane. Dopo un periodo di wash-out di 3 settimane, sono stati prelevati nuovi campioni di sangue e urine e quindi i soggetti sono passati per assumere il regime alternativo per altre 2 settimane.

Risultati: i volontari che assumevano ME-3 hanno riscontrato miglioramenti in tutti i marcatori del sangue e delle urine valutati rispetto ai controlli.

Dosi di Lactobacillus fermentum ME-3 utilizzate negli studi clinici sull'uomo

Capsule: nella maggior parte degli studi in cui i soggetti del test assumevano capsule contenenti Lactobacillus fermentum ME-3, la dose era di un miliardo di batteri al giorno. Nello studio sull'ictus cerebrale, la dose era di 6 miliardi al giorno.

Kefir: le dosi di probiotici nel kefir sono sostanzialmente più elevate, fornendo circa 20-30 miliardi di batteri al giorno.

NOTA: Anche se la dose giornaliera di ME-3 è molto più alta nel metodo di somministrazione di kefir rispetto alla dose di ME-3 in capsule, è interessante notare che l'entità dei cambiamenti benefici (colesterolo LDL ossidato, enzima PON attività e stato antiossidante totale) sono abbastanza simili negli studi sul kefir rispetto agli studi sulle capsule. Ciò indica che dosi elevate (20-30 miliardi) non forniscono ulteriori benefici oltre a dosi moderate contenenti diversi miliardi di batteri. Le formule Reg'Activ contengono da 4 a 6 miliardi di CFU di ME-3 al giorno.

Riferimenti

1. Konstantinidis KT, Tiedje JM, Verso una tassonomia basata sul genoma per i procarioti. J batteriolo. Settembre 2005 187(18):6258-6264

2. Mikelsaar M, Zilmar M., Lactobacillus fermentum ME-3 # 8230 Microb Ecol Health Dis. Aprile 200921(1):1-27.

3. Sepp E., et al., Microflora intestinale di neonati estoni e svedesi. Acta Pediatr. 1997 settembre 86 (9): 956-61

4. Mikelsaar M., Lattobacilli probiotici nella difesa antiossidante.
https://omicsonline.org/speaker/Marika_Mikelsaar_University_Of_Tartu_Estonia_Probiotics2013

5. La professoressa UT Marika Mikelsaar riceve un prestigioso premio UE:
https://www.ut.ee/en/ut-professor-marika-mikelsaar-receives-prestigious-eu-award.

6. Kullisaar T., et al., Sistema completo di glutatione nel probiotico Lactobacillus fermentum ME-3. Biochimica applicata e microbiologia settembre 2010,46(5):481.

7. Brevetto USA, 20040151708 A1: https://www.google.com/patents/US20040151708

8. Fariss MW. et al., Ruolo dei mitocondri nello stress ossidativo tossico. Interventi Molecolari. Aprile 200155(2):94-111.

9. Hutt P, et al… Journal of Applied Microbiology. 2006 Vol.100:1324-1332.

10. Central European Journal of Biology 2011, vol. 6 (1).

11. Holvoet P. Acta Cardiol. 2004 ottobre59(5):479-84.

12. Pastore A., et al., Analisi del glutatione: Implicazioni nell'ossidoriduzione e nella disintossicazione. Clin Chim Acta. 2003 luglio 1:333(1)19-39.

13. Wu G., et al., Metabolismo del glutatione e sue implicazioni per la salute. J Nutr. 2004 Mar134(3):489-92.

14. Brevetto US WO 2014102692 A1: Metodo di trattamento utilizzando Lactobacillus fermentum ME-3.
https://www.google.com/patents/WO2014102692A1?cl=en

15. Casida J, Quistad G., (2004). Tossicologia degli organofosfati: aspetti di sicurezza dei bersagli secondari della nonacetilcolinesterasi. Ricerca chimica in tossicologia, vol. 17, n.8, pp. 983-992.

16. Songisepp E. Valutazione delle proprietà tecniche e funzionali del nuovo probiotico Lactobacillus fermentum ME-3. Diss Med Univ Tartuensis 2005.


Dipendente dal caffè?

Here are 15 proven health reasons why you shouldn’t feel guilty…

5. Sauerkraut

Speaking of fermented foods, Sauerkraut is naturally fermented raw cabbage that has micro-organisms which gang up on bad bacteria in the gut and replace it with healthy gut bacteria. This helps lower irritable bowel syndrome symptoms like gas, bloating, and indigestion. Not a fan of that strong acidic taste of sauerkraut? Well, guess what, that sour taste in fermented foods are organic acids that help probiotics do their stuff.

6. Mangoes

Mangoes are important in keeping that healthy gut bacteria alive. Studies show that incorporating a mango into your diet a day could improve your gut health, while also helping you reduce body fat and control blood sugar. Because the fruit has such a fantastic and diverse nutritional profile that provides various health benefits.

7. Yogurt

I know, I already covered dairy-free and lactose-free yogurt, but regular yogurt is also great for healthy gut bacteria. But, not just any yogurt. Grass-fed, full-fat, and plain (no sugar added) yogurt has a high amount of great probiotics. These probiotics help to remove harmful fungus and bacteria. There’s also beneficial enzymes that improve digestion.

8. Kefir

What is kefir? Kefir is a tart, more liquid yogurt. Popular in Eastern Europe, but is growing in prominence stateside. What makes this so great is that usually contains at least 10 live and active strains of healthy gut bacteria, compared to most other yogurts which only contain three.


Why Cooking With Probiotics Might Change Your Gut Health for the Better

You don't have be an avid follower of the health-and-wellness scene to have heard of the word probiotics. It has been a trending topic for a while now because of its apparent health benefits, especially for the gut.

For those who aren't quite sure what probiotics are, they're live microorganisms that can help digest food, destroy disease-causing cells, and produce vitamins, according to the National Center for Complementary and Integrative Health. The NCCIH also says that many of the microorganisms found in probiotic products are similar to those that live naturally in our bodies. Essentially, they're the "good bacteria" that contribute to a healthy gut.

According to Harvard Health Publishing, not all probiotics are the same, but among their potential benefits are the treatment or prevention of diarrhea, irritable bowel syndrome, ulcerative colitis, Crohn's disease, the cause of ulcers, vaginal infections, urinary tract infections, and eczema in children. And you can't have probiotics without prebiotics: "Prebiotics are nondigestible food components that selectively stimulate the growth or activity of desirable microorganisms," according to the NCCIH.

While more research needs to be done to prove the definitive health benefits of probiotics, most people can take them without side effects. As with making any health change, though, it's best to discuss with your doctor first, especially if you have a weakened immune system, take certain medications, and are allergic to sources of probiotics.

While there are many prebiotic and probiotic supplements out there, you can also incorporate probiotic-rich foods into your diet. "Probiotics are naturally found in a bunch of different foods," explains Kelli Foster, associate food editor at The Kitchn and author of The Probiotic Kitchen. "Some of the most common and widely available are yogurt, kefir, fermented sauerkraut and pickles, kimchi, miso, and kombucha."

In her new cookbook, Foster gives over 100 all-natural recipe ideas for probiotic cooking. And if you're picturing unappetizing rabbit food, think again: There are a lot of inventive ways to mix probiotic-rich foods into your meal prep. Foster's got recipes like cider-glazed pork tenderloin with sauerkraut and apples, fish tacos with kefir-avocado cream, and smoky tempeh and kale Caesar wraps.

Since you shouldn't forget about prebiotics either, the book features recipe ideas for those microorganisms, too. "You'll find prebiotics in foods like raw asparagus, dandelion greens, bananas, barley, beans, and legumes," Foster adds.

How to Cook With Probiotics

There are some things you should be aware of when cooking with probiotics so that you won't disrupt the effectiveness of the microorganisms. To get an idea of how to start, we asked Foster for her best cooking tips:

1. Start Small

You don't have to overhaul your whole diet. "If adding probiotic foods into your day is brand new to you, start small and start with something you're familiar with," Foster says. "Love smoothies? Try swapping some of the liquid for milk kefir (it will also add a really delicious tang!) or add a scoop of plain Greek yogurt or cultured cottage cheese. Sauces and dressings are also a great place to start: Whisk in a spoonful of miso for a big punch of flavor or add with milk kefir or Greek yogurt for extra creaminess. You can even turn kombucha into a dressing. Yes, really!"

2. Read the Labels

You'll want to be careful about any added ingredients in probiotic-rich foods because they may cancel out their health benefits. "Take sauerkraut for example—not every kind contains probiotics," Foster explains. "You know those shelf-stable cans at the grocery store? Those have all been pasteurized and don't contain probiotics. Instead, you want to stick with the kraut in the refrigerator case (usually in or near the dairy aisle). Yogurt can be another tricky item. Many flavored varieties can contain a lot of added sugar or artificial sweetener, which basically cancels out any benefits from probiotics. Here you'll want to stick with plain yogurts."

Okay, here's where we admit the term "cooking" with probiotics can be a bit misleading because you actually don't want to put them on the stove or in the oven. "Heat is not a friend to probiotics, and they get destroyed (along with all those good-for-you gut benefits!) around 115ºF," Foster says. "But that doesn't necessarily mean you can't cook with probiotic-rich foods. You just need to be thoughtful about how and when they're added to a dish so you can maximize their benefit. For example, if you're adding something like miso to a soup or using cultured cottage cheese to make a creamy pasta dish, wait until the very end of cooking to stir them in. Or use ingredients, like kimchi or fermented kraut, as a topping or side to your warm dish, like in my kimchi fried rice recipe."

"Eating foods rich in probiotics is great, but eating a variety of probiotic-rich foods is even better," Foster explains. "This is really the key to taking full advantage of gut health benefits. You see, different foods can contain different probiotic strains, with each one having a different effect on your body. Some limit the growth of harmful bacteria in your gut, while others can help your body better absorb nutrients, and some can give your immune system a boost." And as a bonus, a lot of these foods have other nutritional benefits, such as calcium, potassium, protein, and magnesium.

You can find these foods in many grocery and health-food stores, but Foster loves heading to the farmers market. "Farmers markets are such a fun place to find local small-batch fermented foods and drinks—everything from yogurt and milk kefir to different fermented krauts and vegetables," she says. "In addition to supporting a local business and knowing where my food comes from, I can also be sure that these items are usually organic, minimally treated, and super fresh."

Some people might experience side effects if they consume pure many probiotics. "When adding probiotic and fiber-rich prebiotic foods into your day, think of it as a marathon, not a sprint, adding a little more bit by bit over time," Foster says. "Too much at one time can often lead to some bloating, gas, or diarrhea."

7. Make Swaps

You also don't have to say goodbye to your favorite dishes if you're trying to incorporate probiotic-rich foods into your diet. "One of the ways I like to think about working more probiotic foods into my day is by making them a swap for similar (and often less healthy) foods that don't have any gut-health benefits," Foster suggests. "For example, anytime I'm making chicken salad or potato salad, I'll reach for a container of plain Greek yogurt or maybe even milk kefir instead of mayo. The same goes for making creamy dressings or sauces that typically call for sour cream. A big forkful of fermented kraut is a quick way to dress up things like sandwiches, burgers, salads, noodles, and grain bowls and add a pop of tangy flavor."

Probiotic-Rich Recipe Ideas

Want to test some new probiotic-rich recipes? Below, Foster shared three from her cookbook:

1 cup (140 g) frozen raspberries
1 cucchiaio. (13 g) chia seeds
2 cucchiaini. honey, preferably raw
1 cucchiaino. freshly squeezed lemon juice
1 pinch kosher salt
1 cup (255 g) cultured cottage cheese
2 slices thick-cut sourdough or sprouted-grain bread, lightly toasted
Finely grated lemon zest, for topping

1. Heat the raspberries in a small saucepan over medium-high heat, stirring occasionally, until bubbling. Break up the fruit with the back of a spoon. Stir in the chia seeds, honey, lemon juice, and salt. Remove from the heat and cool completely, about 10 minutes. The jam will thicken as it cools.

2. Meanwhile, add the cottage cheese to a food processor, regular blender, or immersion blender and blend until smooth and creamy, about 2 minutes.

3. Spread the cottage cheese over each piece of toast, top with a layer of raspberry chia jam, and sprinkle with lemon zest.

Cooking Tip: Mornings can be busy, but I have good news. Both the chia jam and whipped cottage cheese can be made ahead of time! Store them separately in covered containers in the refrigerator for up to five days.

2 tbsp. (28 ml) canola or vegetable oil, divided
1 small onion, diced
2 spicchi d'aglio, tritati
3 bunches baby bok choy, chopped
1 1/2 cups (150 g) kimchi, drained and chopped, divided
3 cups (474 g) cooked long-grain white rice, preferably a day old
3 scallions, thinly sliced, plus more for serving
1/2 cucchiaino. sale kosher
2 uova grandi, sbattute
2 tbsp. (28 ml) soy sauce or tamari

1. Heat 1 tablespoon (15 milliliters) of the oil in a wok or large nonstick skillet over medium-high heat until shimmering. Add the onion and garlic and stir-fry for 1 minute. Add the bok choy and 1/2 cup (50 grams) of the kimchi and stir-fry until heated through, about 30 seconds.

2. Add the remaining tablespoon (15 milliliters) of oil and swirl around the pan. Add the rice, scallions, and salt and stir-fry for 2 minutes.

3. Push the rice to the outer edges of the pan, creating a well at the center. Pour the eggs into the center of the pan. Use a spatula to scramble the eggs and once they begin to set, mix them together with the rice. Remove the pan from the heat. Add the remaining cup (100 grams) of kimchi and the soy sauce and stir to combine. Top with extra sliced scallions and serve immediately.

1 cup (173 g) uncooked quinoa, rinsed
1 3/4 cups (410 ml) water
Sale kosher
2 tbsp. (28 ml) extra-virgin olive oil, divided
4 cups (120 g) baby spinach, packed
4 uova grandi
1 cup (240 g) fermented red cabbage kraut
1 avocado, peeled, pitted, and thinly sliced
1 cup (230 g) live-culture plain Greek yogurt, preferably whole milk
2 cipollotti, affettati sottilmente
4 tsp. (12 g) hemp seeds

1. Combine the quinoa, water, and a generous pinch of salt in a medium saucepan. Bring to a boil and then reduce the heat to a simmer and cook, uncovered, until tender, 10 to 12 minutes. Remove from the heat, cover with a lid, and steam for 5 minutes.

2. Heat 1/2 tablespoon of the oil in a large skillet over medium heat until shimmering. Add the spinach and cook, tossing frequently, until wilted, 1 to 2 minutes. Divide the spinach among four bowls and wipe the pan clean.

3. Heat the remaining 1 1/2 tablespoons (25 milliliters) of oil in the skillet over medium heat. Crack the eggs into the skillet and season each one with a pinch of salt. Cook until the edges are crisp and the whites are set, about 3 minutes.

4. Divide the quinoa among the bowls. Top each with a fried egg, kraut, avocado slices, a generous scoop of yogurt, scallions, and hemp seeds.

Editors' Probiotic Picks

And if you're not exactly a home cook, we've got you covered, too. Take a look at some of our favorite editors' picks for the best prebiotic and probiotic supplements on the market:


Fun Banana Facts

  • Archaeologists have found evidence of banana cultivation in New Guinea as far back as 8000 B.C., making bananas one of civilization's first cultivated fruits.
  • Bananas are mostly tropical and subtropical fruits found in Africa, Asia, the Americas, and Australia.
  • The banana is considered a berry, and the plant itself is grown on a tree-like perennial herb.
  • A bunch of bananas is called a hand a single banana is called a finger.
  • Almost all bananas sold in stores are cloned from the Cavendish banana plant, native to Southeast Asia.
  • Bananas are the same as plantains. Banana is the sweeter form of the fruit, while plantains are a starchier fruit that is often cooked.
  • There are nearly 1000 varieties of banana.
  • India is the leading producer of bananas in the world and accounts for 23% of the total banana production.

Weight gain and stress are inter-related. Increasing stress level is one of the major causes for weight gain. As probiotics are considered good for the gut health, so consuming a good amount of probiotics helps in keeping your gut healthy, regulates the hormones and thus lowers the stress level.

This automatically helps in preventing weight gain.

Well, it is not just weight loss, but probiotics are known to possess several other health benefits. A few of them are explained here. Check them out.

Other Health Benefits Of Probiotics:


Probiotics and IBS

The International Scientific Association for Probiotics and Prebiotics states that the “AGA did not recommend probiotics for children or adults with irritable bowel syndrome (IBS) for two endpoints, global response (overall symptoms) and abdominal pain severity. Però, this should not be interpreted as a lack of evidence for ‘digestive’ symptoms, considering the exclusion criteria imposed.

  • The technical report states that 22 studies in IBS subjects were excluded from analysis, representing a potentially important gap in available evidence. Studies were excluded when no extractable data were reported and the corresponding author failed to provide data after two attempts of being contacted.
  • Only studies on subjects diagnosed with IBS that reported on global response or abdominal pain severity were included, excluding studies on other clinically meaningful endpoints. Many studies on endpoints such as occasional diarrhea, occasional constipation, gut transit time, or individual digestive symptoms outside the context of IBS such as gas, bloating, or distension have been conducted. Such benefits can be meaningful and very helpful to people afflicted with such symptoms that severely impact quality of life.

Diet and Supplement Considerations with Histamine Intolerance

If you suspect you may have an issue with histamines, I encourage you check out my previous article with a list of high histamine foods here. Keep a food journal and note any reactions you might have to these foods.

If you do experience reactions, you might want to order a genetic test like 23andMe to help determine if there is a genetic component.

Now let’s discuss probiotics…

Probiotics can be a double-edged sword when dealing with histamine intolerance. Certain probiotic strains can increase histamine levels in the gut… while other strains can decrease your body’s histamine activation.

For example, certain strains of the probiotic Lactobacillus reuteri have been shown to convert the amino acid histidine (an amino acid found in protein-rich foods) into histamine. For some people, this could be a benefit and reduce colitis. But for people with histamine intolerance, it may increase histamine levels and actually cause health issues.[ii]

Some of the bacteria that may improve symptoms of histamine intolerance include:

  • Lactobacillus sakei (strains AGR46, AGR37, Lb706) breaks down circulating histamine.[iii]
  • Lactobacillus rhamnosus reduces histamine produced by immune cells in the gut.[iv]
  • Bifidobacterium infantitis e Bifidobacteriumlongum can decrease conversion of l-histidine to histamine.[v]
  • Lactobacillus GG has been shown to inhibit mast cell activation, reducing histamine levels.[vi]

There are also several manufacturers making specific probiotic blends that are marketed for people with histamine intolerance.

In my next article, I’ll share five supplements that can bring relief to sufferers of histamine intolerance, as well as lifestyle choices and other health conditions that can make histamine issues much worse.

USWM Product Note:

For those who are extremely sensitive to histamines, fresh meats may be more appropriate in your diet. Our grass-fed lamb, bison and pasture raised chicken are all cut, vacuum sealed and flash frozen within a few days of harvest. Our state of the art Quick Freeze system makes sure all of our foods are frozen quickly, and maintained at sub-zero temperatures.

Kelley Herring is the co-founder of Wellness Bakeries, makers of grain-free, gluten-free, low-glycemic baking mixes for cakes, cookies, breads, pizza and much more. Kelley’s academic background is in biology and chemistry and for the last 15+ years, she has focused on the study of nutritional biochemistry…and the proven powers of compounds in foods to heal the body.


Guarda il video: Il Segreto dellIpertrofia Muscolare - Video Tecnico (Potrebbe 2022).