Ricette tradizionali

13 morti alimentari tragiche e sfortunate

13 morti alimentari tragiche e sfortunate

I piatti del pasto quotidiano sulle 13 morti più tragiche di tutti i tempi legate al cibo e alle bevande

Il Daily Meal ha riscontrato alcune delle morti alimentari più disastrose della storia recente.

I cuochi casalinghi, gli chef, gli operai delle fabbriche alimentari e persino i mangiatori competitivi non sono immuni dalle situazioni appiccicose che si presentano in cucina, nei piani di fabbrica e oltre. Mentre esempi di infortuni in cucina sono apparentemente onnipresenti e superabili, questi scenari estremi si sono tutti rivelati tragici e sfortunati.

Guarda la presentazione di 13 morti alimentari tragiche e sfortunate

Quelle che a prima vista possono sembrare leggende metropolitane, gli uomini e le donne di queste storie si sono trovati davvero nelle situazioni alimentari più intransigenti, molto più grottesche e disastrose di quanto qualsiasi mente possa immaginare.

Dai laboratori esplosivi del chiaro di luna alle letali dipendenze da Coca-Cola, The Daily Meal ha compilato un elenco di 13 delle morti alimentari più tragiche e sfortunate di tutto il mondo.

Queste storie catastrofiche potrebbero facilmente infestare le pagine di qualsiasi storia di Halloween o filastrocca dei fratelli Grimm; pensa Hanzel e Gretel e la strega che li ha quasi cucinati vivi, ma queste sono tutte vere morti alimentari tragiche e sfortunate.

Se sei come noi, la prossima volta che ascolterai la frase pronunciata, "morte per cioccolato", sappiamo che ci penserai due volte.

Sean Flynn è uno scrittore junior al Daily Meal. Seguilo su Twitter @BuffaloFlynn.


A 14 anni Aaron Swartz aveva già creato uno strumento fondamentale di Internet: RSS, ovvero il software che permette di abbonarsi alle informazioni online. Nato nel 1986, Swartz ha dimostrato di essere un giocatore fondamentale durante le prime fasi di Internet nonostante fosse ancora un adolescente.

Oltre ai suoi vari interessi su Internet, Swartz è diventato una figura chiave nell'attivismo su Internet, spesso hackerando i sistemi in modo che le loro informazioni potessero essere pubbliche. Hackerando il sito senza scopo di lucro JSTOR con mezzi illegali, Swartz ha rilasciato 4,8 milioni di documenti ma è stato incriminato dal governo federale nel 2011.

Rischiando una pena detentiva fino a 35 anni e una multa di 1 milione di dollari, Swartz si è impiccato nel 2013 quando aveva solo 26 anni. Secondo i parenti, Swartz aveva anche lottato con la depressione e altre malattie che avrebbero potuto avere un ruolo.


A 14 anni Aaron Swartz aveva già creato uno strumento fondamentale di Internet: RSS, ovvero il software che permette di abbonarsi alle informazioni online. Nato nel 1986, Swartz ha dimostrato di essere un giocatore fondamentale durante le prime fasi di Internet nonostante fosse ancora un adolescente.

Oltre ai suoi vari interessi su Internet, Swartz è diventato una figura chiave nell'attivismo su Internet, spesso hackerando i sistemi in modo che le loro informazioni potessero essere pubbliche. Hackerando il sito senza scopo di lucro JSTOR con mezzi illegali, Swartz ha rilasciato 4,8 milioni di documenti ma è stato incriminato dal governo federale nel 2011.

Rischiando una pena detentiva fino a 35 anni e una multa di 1 milione di dollari, Swartz si è impiccato nel 2013 quando aveva solo 26 anni. Secondo i parenti, Swartz aveva anche lottato con la depressione e altre malattie che avrebbero potuto avere un ruolo.


A 14 anni Aaron Swartz aveva già creato uno strumento fondamentale di Internet: RSS, ovvero il software che permette di abbonarsi alle informazioni online. Nato nel 1986, Swartz ha dimostrato di essere un giocatore fondamentale durante le prime fasi di Internet nonostante fosse ancora un adolescente.

Oltre ai suoi vari interessi su Internet, Swartz è diventato una figura chiave nell'attivismo su Internet, spesso hackerando i sistemi in modo che le loro informazioni potessero essere pubbliche. Hackerando il sito senza scopo di lucro JSTOR con mezzi illegali, Swartz ha rilasciato 4,8 milioni di documenti ma è stato incriminato dal governo federale nel 2011.

Rischiando una pena detentiva fino a 35 anni e una multa di 1 milione di dollari, Swartz si è impiccato nel 2013 quando aveva solo 26 anni. Secondo i parenti, Swartz aveva anche lottato con la depressione e altre malattie che avrebbero potuto avere un ruolo.


A 14 anni Aaron Swartz aveva già creato uno strumento fondamentale di Internet: RSS, ovvero il software che permette di abbonarsi alle informazioni online. Nato nel 1986, Swartz ha dimostrato di essere un giocatore fondamentale durante le prime fasi di Internet nonostante fosse ancora un adolescente.

Oltre ai suoi vari interessi su Internet, Swartz è diventato una figura chiave nell'attivismo su Internet, spesso hackerando i sistemi in modo che le loro informazioni potessero essere pubbliche. Hackerando il sito senza scopo di lucro JSTOR con mezzi illegali, Swartz ha rilasciato 4,8 milioni di documenti ma è stato incriminato dal governo federale nel 2011.

Rischiando una pena detentiva fino a 35 anni e una multa di 1 milione di dollari, Swartz si è impiccato nel 2013 quando aveva solo 26 anni. Secondo i parenti, Swartz aveva anche lottato con la depressione e altre malattie che avrebbero potuto avere un ruolo.


A 14 anni Aaron Swartz aveva già creato uno strumento fondamentale di Internet: RSS, ovvero il software che permette di abbonarsi alle informazioni online. Nato nel 1986, Swartz ha dimostrato di essere un giocatore fondamentale durante le prime fasi di Internet nonostante fosse ancora un adolescente.

Oltre ai suoi vari interessi su Internet, Swartz è diventato una figura chiave nell'attivismo su Internet, spesso hackerando i sistemi in modo che le loro informazioni potessero essere pubbliche. Hackerando il sito senza scopo di lucro JSTOR con mezzi illegali, Swartz ha rilasciato 4,8 milioni di documenti ma è stato incriminato dal governo federale nel 2011.

Rischiando una pena detentiva fino a 35 anni e una multa di 1 milione di dollari, Swartz si è impiccato nel 2013 quando aveva solo 26 anni. Secondo i parenti, Swartz aveva anche lottato con la depressione e altre malattie che avrebbero potuto avere un ruolo.


A 14 anni Aaron Swartz aveva già creato uno strumento fondamentale di Internet: RSS, ovvero il software che permette di abbonarsi alle informazioni online. Nato nel 1986, Swartz ha dimostrato di essere un giocatore fondamentale durante le prime fasi di Internet nonostante fosse ancora un adolescente.

Oltre ai suoi vari interessi su Internet, Swartz è diventato una figura chiave nell'attivismo su Internet, spesso hackerando i sistemi in modo che le loro informazioni potessero essere pubbliche. Hackerando il sito senza scopo di lucro JSTOR con mezzi illegali, Swartz ha rilasciato 4,8 milioni di documenti ma è stato incriminato dal governo federale nel 2011.

Rischiando una pena detentiva fino a 35 anni e una multa di 1 milione di dollari, Swartz si è impiccato nel 2013 quando aveva solo 26 anni. Secondo i parenti, Swartz aveva anche lottato con la depressione e altre malattie che avrebbero potuto avere un ruolo.


A 14 anni Aaron Swartz aveva già creato uno strumento fondamentale di Internet: RSS, ovvero il software che permette di abbonarsi alle informazioni online. Nato nel 1986, Swartz ha dimostrato di essere un giocatore fondamentale durante le prime fasi di Internet nonostante fosse ancora un adolescente.

Oltre ai suoi vari interessi su Internet, Swartz è diventato una figura chiave nell'attivismo su Internet, spesso hackerando i sistemi in modo che le loro informazioni potessero essere pubbliche. Hackerando il sito senza scopo di lucro JSTOR con mezzi illegali, Swartz ha rilasciato 4,8 milioni di documenti ma è stato incriminato dal governo federale nel 2011.

Rischiando una pena detentiva fino a 35 anni e una multa di 1 milione di dollari, Swartz si è impiccato nel 2013 quando aveva solo 26 anni. Secondo i parenti, Swartz aveva anche lottato con la depressione e altre malattie che avrebbero potuto avere un ruolo.


A 14 anni Aaron Swartz aveva già creato uno strumento fondamentale di Internet: RSS, ovvero il software che permette di abbonarsi alle informazioni online. Nato nel 1986, Swartz ha dimostrato di essere un giocatore fondamentale durante le prime fasi di Internet nonostante fosse ancora un adolescente.

Oltre ai suoi vari interessi su Internet, Swartz è diventato una figura chiave nell'attivismo su Internet, spesso hackerando i sistemi in modo che le loro informazioni potessero essere pubbliche. Hackerando il sito senza scopo di lucro JSTOR con mezzi illegali, Swartz ha rilasciato 4,8 milioni di documenti ma è stato incriminato dal governo federale nel 2011.

Rischiando una pena detentiva fino a 35 anni e una multa di 1 milione di dollari, Swartz si è impiccato nel 2013 quando aveva solo 26 anni. Secondo i parenti, Swartz aveva anche lottato con la depressione e altre malattie che avrebbero potuto avere un ruolo.


A 14 anni Aaron Swartz aveva già creato uno strumento fondamentale di Internet: RSS, ovvero il software che permette di abbonarsi alle informazioni online. Nato nel 1986, Swartz ha dimostrato di essere un giocatore fondamentale durante le prime fasi di Internet nonostante fosse ancora un adolescente.

Oltre ai suoi vari interessi su Internet, Swartz è diventato una figura chiave nell'attivismo su Internet, spesso hackerando i sistemi in modo che le loro informazioni potessero essere pubbliche. Hackerando il sito senza scopo di lucro JSTOR con mezzi illegali, Swartz ha rilasciato 4,8 milioni di documenti ma è stato incriminato dal governo federale nel 2011.

Rischiando una pena detentiva fino a 35 anni e una multa di 1 milione di dollari, Swartz si è impiccato nel 2013 quando aveva solo 26 anni. Secondo i parenti, Swartz aveva anche lottato con la depressione e altre malattie che avrebbero potuto avere un ruolo.


A 14 anni Aaron Swartz aveva già creato uno strumento fondamentale di Internet: RSS, ovvero il software che permette di abbonarsi alle informazioni online. Nato nel 1986, Swartz ha dimostrato di essere un giocatore fondamentale durante le prime fasi di Internet nonostante fosse ancora un adolescente.

Oltre ai suoi vari interessi su Internet, Swartz è diventato una figura chiave nell'attivismo su Internet, spesso hackerando i sistemi in modo che le loro informazioni potessero essere pubbliche. Hackerando il sito senza scopo di lucro JSTOR con mezzi illegali, Swartz ha rilasciato 4,8 milioni di documenti ma è stato incriminato dal governo federale nel 2011.

Rischiando una pena detentiva fino a 35 anni e una multa di 1 milione di dollari, Swartz si è impiccato nel 2013 quando aveva solo 26 anni. Secondo i parenti, Swartz aveva anche lottato con la depressione e altre malattie che avrebbero potuto avere un ruolo.


Guarda il video: Malata terminale decide di sposarsi in ospedale, quello che succede dopo lascia tutti in lacrime. (Gennaio 2022).