Ricette tradizionali

I succhi infusi dal Cile sono la prossima grande novità?

I succhi infusi dal Cile sono la prossima grande novità?

La bevanda analcolica al peperoncino Caliente sta alzando il fuoco in alternativa alle tradizionali bibite analcoliche

Questo è il futuro delle forniture di acqua pulita in tutto il mondo.

Ecco un nuovo sostituto per bibite e succhi zuccherati: bevande analcoliche con infuso di Cile. Questo è il concetto alla base di Caliente, che produce due bevande speziate: mirtillo rosso, melograno e Cile; e zenzero, lime e peperoncino. Caliente è una startup svedese con l'intenzione di espandersi in altre località in Europa e in Asia, ma non si sa ancora se le bevande verranno rilasciate negli Stati Uniti.

La linea di bevande biologiche è priva di zuccheri aggiunti e conservanti artificiali. Come bonus aggiuntivo, le bevande contengono la capsaicina dell'estratto di Cile, che innesca un rilascio di endorfine, dando ai bevitori un "calcio naturale".

"Stiamo soddisfacendo questa esigenza, offrendo una bevanda a base di succo completamente naturale con un pugno, perfetta da sorseggiare al posto dell'alcol", il creatore Thomas Adner ha detto a FoodBev. Il punch è creato da un estratto di peperoncino chiamato capsaicina, che innesca il rilascio di endorfine. Ti dà un calcio naturale e premia il tuo cervello. Inoltre, non avrai mal di testa bevendolo. E puoi tornare a casa dopo».


L'ascesa dell'idromele: la prossima grande cosa del movimento artigianale

L'idromele è la bevanda fermentata più antica? Forse, dice Brian Rutzen, direttore del sidro, al The Northman Cider Pub & Bistro nel quartiere di Lincoln Square a Chicago.

"La tendenza verso cibi e bevande "artigianali" è ben avviata da decenni", afferma Rutzen. “Cibi biologici e di provenienza locale, birra fatta dai tuoi amici, distillerie artigianali, ricette di cocktail fantasiose e ora la recente ascesa del sidro hanno fatto parte della riscoperta di tradizioni perdute e della ricerca di nuovi orizzonti. Era solo questione di tempo prima che questa nuova generazione di premurosi produttori di bevande rivolgesse la propria attenzione all'idromele".

Come abbiamo visto con l'esplosione della birra artigianale, l'idromele sta iniziando a decollare poiché sempre più persone vogliono sperimentare nuovi sapori e ingredienti. Nel caso dell'idromele, il miele gioca un ruolo da protagonista e uno dei motivi per cui potrebbe essere nato l'idromele.

Brian Rutzen, direttore del sidro, al The Northman Cider Pub & Bistro di Chicago, crede nel riscoprire . [+] le tradizioni perdute e la ricerca di nuovi orizzonti sono tra i motivi per cui stiamo assistendo a un aumento dell'idromele. (Foto per gentile concessione di The Northman Cider Pub & Bistro.)

"Molta frutta e verdura venivano spesso conservate in barattoli di miele per conservare cibi freschi", spiega Rutzen. “Con il tempo e l'esposizione ai lieviti naturali, il miele ha fermentato e ha creato la prima sostanza alcolica. Il resto è storia."

Va notato che l'idromele viene talvolta chiamato vino al miele poiché la maggior parte dello zucchero fermentabile proviene dal miele. “Ha alcune proprietà e note simili allo champagne, ma di solito più dolce e viscosa”, descrive Rutzen, che aggiunge che si può anche mescolare il miele con succhi di frutta (melomel) o spezie (methaglin) per renderlo più leggero e bilanciare la dolcezza . L'ABV di solito varia dal 6 al 20%, con una media di circa l'11%, aggiunge.

Trovarlo nel menu non è sempre facile, anche se sta sicuramente diventando più facile poiché più bar stanno iniziando a rifornire uno o due marchi e più meaderies si aprono e i baristi sperimentano. È anche un'alternativa popolare alla birra per coloro che sono intolleranti al glutine poiché l'idromele è miele fermentato e acqua o succo nella sua forma naturale. Nota, tuttavia, che i braggots sposano idromele e birra, il che significa che potrebbe includere malto, luppolo o lievito, il che sarà problematico per chi ha un'intolleranza al glutine.

L'American Mead Makers Association ha un'intera area sul proprio sito web dedicata a coloro che sono interessati ad aprire un meadery e l'HomebrewersAssociation.org include una sezione sul Mead Making sul proprio sito, per gli appassionati di birra fatta in casa.

Per coloro che cercano di provarlo, cerca i bar con offerte di sidro rispettabili. Delle 22 linee di sidro di The Northman, una è sempre stata dedicata all'idromele alla spina. Wild Blossom Meadery and Winery offre un Mead Club per 3, 6 e 12 mesi che invia due nuove bottiglie selezionate per i membri.

"A metà febbraio, lanceremo un nuovo programma "by-the-glass" che offre diverse opzioni per gli idromele in bottiglia", aggiunge Rutzen. "Possono variare nei profili di sapore, dalle more luppolate o agli idromele al peperoncino, a una versione moderna di un Arnold Palmer, mescolando miele con succo di limone e tè nero".

Ammette che i suoi ospiti tendono ad essere già bevitori avventurosi e sono ansiosi di esplorare anche l'idromele.

"In molti modi, è la via di mezzo tra un sidro e un cocktail", dice. "Le combinazioni di sapori selvaggi potrebbero anche prestarsi come gradite aggiunte a nuove ricette creative di cocktail".


L'ascesa dell'idromele: la prossima grande cosa del movimento artigianale

L'idromele è la bevanda fermentata più antica? Forse, dice Brian Rutzen, direttore del sidro, al The Northman Cider Pub & Bistro nel quartiere di Lincoln Square a Chicago.

"La tendenza verso cibi e bevande "artigianali" è ben avviata da decenni", afferma Rutzen. “Cibi biologici e di provenienza locale, birra fatta dai tuoi amici, distillerie artigianali, ricette di cocktail fantasiose e ora la recente ascesa del sidro hanno fatto parte della riscoperta di tradizioni perdute e della ricerca di nuovi orizzonti. Era solo questione di tempo prima che questa nuova generazione di attenti produttori di bevande rivolgesse la propria attenzione all'idromele".

Come abbiamo visto con l'esplosione della birra artigianale, l'idromele sta iniziando a decollare poiché sempre più persone vogliono sperimentare nuovi sapori e ingredienti. Nel caso dell'idromele, il miele gioca un ruolo da protagonista e uno dei motivi per cui potrebbe essere nato l'idromele.

Brian Rutzen, direttore del sidro, al The Northman Cider Pub & Bistro di Chicago, crede nel riscoprire . [+] le tradizioni perdute e la ricerca di nuovi orizzonti sono tra i motivi per cui stiamo assistendo a un aumento dell'idromele. (Foto per gentile concessione di The Northman Cider Pub & Bistro.)

"Molta frutta e verdura venivano spesso conservate in barattoli di miele per conservare cibi freschi", spiega Rutzen. “Con il tempo e l'esposizione ai lieviti naturali, il miele ha fermentato e ha creato la prima sostanza alcolica. Il resto è storia."

Va notato che l'idromele viene talvolta chiamato vino al miele poiché la maggior parte dello zucchero fermentabile proviene dal miele. “Ha alcune proprietà e note simili allo champagne, ma di solito più dolce e viscosa”, descrive Rutzen, che aggiunge che si può anche mescolare il miele con succhi di frutta (melomel) o spezie (methaglin) per renderlo più leggero e bilanciare la dolcezza . L'ABV di solito varia dal 6 al 20%, con una media di circa l'11%, aggiunge.

Trovarlo nel menu non è sempre facile, anche se sta sicuramente diventando più facile poiché più bar stanno iniziando a rifornire uno o due marchi e più meaderies si aprono e i baristi sperimentano. È anche un'alternativa popolare alla birra per coloro che sono intolleranti al glutine poiché l'idromele è miele fermentato e acqua o succo nella sua forma naturale. Nota, tuttavia, che i braggots sposano idromele e birra, il che significa che potrebbe includere malto, luppolo o lievito, il che sarà problematico per chi ha un'intolleranza al glutine.

L'American Mead Makers Association ha un'intera area sul proprio sito web dedicata a coloro che sono interessati ad aprire un meadery e l'HomebrewersAssociation.org include una sezione sul Mead Making sul proprio sito, per gli appassionati di birra fatta in casa.

Per coloro che cercano di provarlo, cerca i bar con offerte di sidro rispettabili. Delle 22 linee di sidro di The Northman, una è sempre stata dedicata all'idromele alla spina. Wild Blossom Meadery and Winery offre un Mead Club per 3, 6 e 12 mesi che invia due nuove bottiglie selezionate per i membri.

"A metà febbraio lanceremo un nuovo programma "by the glass" che offrirà diverse opzioni per gli idromele in bottiglia", aggiunge Rutzen. "Possono variare nei profili di sapore, dalle more luppolate o agli idromele al peperoncino, a una versione moderna di un Arnold Palmer, mescolando miele con succo di limone e tè nero".

Ammette che i suoi ospiti tendono ad essere già bevitori avventurosi e sono ansiosi di esplorare anche l'idromele.

"In molti modi, è la via di mezzo tra un sidro e un cocktail", dice. "Le combinazioni di sapori selvaggi potrebbero anche prestarsi come gradite aggiunte a nuove ricette creative di cocktail".


L'ascesa dell'idromele: la prossima grande cosa del movimento artigianale

L'idromele è la bevanda fermentata più antica? Forse, dice Brian Rutzen, direttore del sidro, al The Northman Cider Pub & Bistro nel quartiere di Lincoln Square a Chicago.

"La tendenza verso cibi e bevande "artigianali" è ben avviata da decenni", afferma Rutzen. “Cibi biologici e di provenienza locale, birra fatta dai tuoi amici, distillerie artigianali, ricette di cocktail fantasiose e ora la recente ascesa del sidro hanno fatto parte della riscoperta di tradizioni perdute e della ricerca di nuovi orizzonti. Era solo questione di tempo prima che questa nuova generazione di attenti produttori di bevande rivolgesse la propria attenzione all'idromele".

Come abbiamo visto con l'esplosione della birra artigianale, l'idromele sta iniziando a decollare poiché sempre più persone vogliono sperimentare nuovi sapori e ingredienti. Nel caso dell'idromele, il miele gioca un ruolo da protagonista e uno dei motivi per cui potrebbe essere nato l'idromele.

Brian Rutzen, direttore del sidro, al The Northman Cider Pub & Bistro di Chicago, crede nel riscoprire . [+] le tradizioni perdute e la ricerca di nuovi orizzonti sono tra i motivi per cui stiamo assistendo a un aumento dell'idromele. (Foto per gentile concessione di The Northman Cider Pub & Bistro.)

"Molta frutta e verdura venivano spesso conservate in barattoli di miele per conservare cibi freschi", spiega Rutzen. “Con il tempo e l'esposizione ai lieviti naturali, il miele ha fermentato e ha creato la prima sostanza alcolica. Il resto è storia."

Va notato che l'idromele viene talvolta chiamato vino al miele poiché la maggior parte dello zucchero fermentabile proviene dal miele. “Ha alcune proprietà e note simili allo champagne, ma di solito più dolce e viscosa”, descrive Rutzen, che aggiunge che si può anche mescolare il miele con succhi di frutta (melomel) o spezie (methaglin) per renderlo più leggero e bilanciare la dolcezza . L'ABV di solito varia dal 6 al 20%, con una media di circa l'11%, aggiunge.

Trovarlo nel menu non è sempre facile, anche se sta sicuramente diventando più facile poiché più bar stanno iniziando a rifornire uno o due marchi e più meaderies si aprono e i baristi sperimentano. È anche un'alternativa popolare alla birra per coloro che sono intolleranti al glutine poiché l'idromele è miele fermentato e acqua o succo nella sua forma naturale. Nota, tuttavia, che i braggots sposano idromele e birra, il che significa che potrebbe includere malto, luppolo o lievito, il che sarà problematico per chi ha un'intolleranza al glutine.

L'American Mead Makers Association ha un'intera area sul proprio sito web dedicata a coloro che sono interessati ad aprire un meadery e l'HomebrewersAssociation.org include una sezione sul Mead Making sul proprio sito, per gli appassionati di birra fatta in casa.

Per coloro che cercano di provarlo, cerca i bar con offerte di sidro rispettabili. Delle 22 linee di sidro di The Northman, una è sempre stata dedicata all'idromele alla spina. Wild Blossom Meadery and Winery offre un Mead Club per 3, 6 e 12 mesi che invia due nuove bottiglie selezionate per i membri.

"A metà febbraio, lanceremo un nuovo programma "by-the-glass" che offre diverse opzioni per gli idromele in bottiglia", aggiunge Rutzen. "Possono variare nei profili di sapore, dalle more luppolate o agli idromele al peperoncino, a una versione moderna di un Arnold Palmer, mescolando miele con succo di limone e tè nero".

Ammette che i suoi ospiti tendono ad essere già bevitori avventurosi e sono ansiosi di esplorare anche l'idromele.

"In molti modi, è la via di mezzo tra un sidro e un cocktail", dice. "Le combinazioni di sapori selvaggi potrebbero anche prestarsi come gradite aggiunte a nuove ricette creative di cocktail".


L'ascesa dell'idromele: la prossima grande cosa del movimento artigianale

L'idromele è la bevanda fermentata più antica? Forse, dice Brian Rutzen, direttore del sidro, al The Northman Cider Pub & Bistro nel quartiere di Lincoln Square a Chicago.

"La tendenza verso cibi e bevande "artigianali" è ben avviata da decenni", afferma Rutzen. “Cibi biologici e di provenienza locale, birra fatta dai tuoi amici, distillerie artigianali, ricette di cocktail fantasiose e ora la recente ascesa del sidro hanno fatto parte della riscoperta di tradizioni perdute e della ricerca di nuovi orizzonti. Era solo questione di tempo prima che questa nuova generazione di attenti produttori di bevande rivolgesse la propria attenzione all'idromele".

Come abbiamo assistito all'esplosione della birra artigianale, l'idromele ha iniziato a decollare poiché sempre più persone vogliono sperimentare nuovi sapori e ingredienti. Nel caso dell'idromele, il miele gioca un ruolo da protagonista e uno dei motivi per cui potrebbe essere nato l'idromele.

Brian Rutzen, direttore del sidro, al The Northman Cider Pub & Bistro di Chicago, crede nel riscoprire . [+] le tradizioni perdute e la ricerca di nuovi orizzonti sono tra i motivi per cui stiamo assistendo a un aumento dell'idromele. (Foto per gentile concessione di The Northman Cider Pub & Bistro.)

"Molta frutta e verdura venivano spesso conservate in barattoli di miele per conservare cibi freschi", spiega Rutzen. “Con il tempo e l'esposizione ai lieviti naturali, il miele ha fermentato e ha creato la prima sostanza alcolica. Il resto è storia."

Va notato che l'idromele viene talvolta chiamato vino al miele poiché la maggior parte dello zucchero fermentabile proviene dal miele. “Ha alcune proprietà e note simili allo champagne, ma di solito più dolce e viscosa”, descrive Rutzen, che aggiunge che si può anche mescolare il miele con succhi di frutta (melomel) o spezie (methaglin) per renderlo più leggero e bilanciare la dolcezza . L'ABV di solito varia dal 6 al 20%, con una media di circa l'11%, aggiunge.

Trovarlo nel menu non è sempre facile, anche se sta sicuramente diventando più facile poiché più bar stanno iniziando a rifornire uno o due marchi e più meaderies si aprono e i baristi sperimentano. È anche un'alternativa popolare alla birra per coloro che sono intolleranti al glutine poiché l'idromele è miele fermentato e acqua o succo nella sua forma naturale. Nota, tuttavia, che i braggots sposano idromele e birra, il che significa che potrebbe includere malto, luppolo o lievito, il che sarà problematico per chi ha un'intolleranza al glutine.

L'American Mead Makers Association ha un'intera area sul proprio sito web dedicata a coloro che sono interessati ad aprire un meadery e l'HomebrewersAssociation.org include una sezione sul Mead Making sul proprio sito, per gli appassionati di birra fatta in casa.

Per coloro che cercano di provarlo, cerca i bar con offerte di sidro rispettabili. Delle 22 linee di sidro di The Northman, una è sempre stata dedicata all'idromele alla spina. Wild Blossom Meadery and Winery offre un Mead Club per 3, 6 e 12 mesi che invia due nuove bottiglie selezionate per i membri.

"A metà febbraio lanceremo un nuovo programma "by the glass" che offrirà diverse opzioni per gli idromele in bottiglia", aggiunge Rutzen. "Possono variare nei profili di sapore, dalle more luppolate o agli idromele al peperoncino, a una versione moderna di un Arnold Palmer, mescolando miele con succo di limone e tè nero".

Ammette che i suoi ospiti tendono ad essere già bevitori avventurosi e sono ansiosi di esplorare anche l'idromele.

"In molti modi, è la via di mezzo tra un sidro e un cocktail", dice. "Le combinazioni di sapori selvaggi potrebbero anche prestarsi come gradite aggiunte a nuove ricette creative di cocktail".


L'ascesa dell'idromele: la prossima grande cosa del movimento artigianale

L'idromele è la bevanda fermentata più antica? Forse, dice Brian Rutzen, direttore del sidro, al The Northman Cider Pub & Bistro nel quartiere di Lincoln Square a Chicago.

"La tendenza verso cibi e bevande "artigianali" è ben avviata da decenni", afferma Rutzen. “Cibi biologici e di provenienza locale, birra fatta dai tuoi amici, distillerie artigianali, ricette di cocktail fantasiose e ora la recente ascesa del sidro hanno fatto parte della riscoperta di tradizioni perdute e della ricerca di nuovi orizzonti. Era solo questione di tempo prima che questa nuova generazione di attenti produttori di bevande rivolgesse la propria attenzione all'idromele".

Come abbiamo assistito all'esplosione della birra artigianale, l'idromele ha iniziato a decollare poiché sempre più persone vogliono sperimentare nuovi sapori e ingredienti. Nel caso dell'idromele, il miele gioca un ruolo da protagonista e uno dei motivi per cui potrebbe essere nato l'idromele.

Brian Rutzen, direttore del sidro, al The Northman Cider Pub & Bistro di Chicago, crede nel riscoprire . [+] le tradizioni perdute e la ricerca di nuovi orizzonti sono tra i motivi per cui stiamo assistendo a un aumento dell'idromele. (Foto per gentile concessione di The Northman Cider Pub & Bistro.)

"Molta frutta e verdura venivano spesso conservate in barattoli di miele per conservare cibi freschi", spiega Rutzen. “Con il tempo e l'esposizione ai lieviti naturali, il miele ha fermentato e ha creato la prima sostanza alcolica. Il resto è storia."

Va notato che l'idromele viene talvolta chiamato vino al miele poiché la maggior parte dello zucchero fermentabile proviene dal miele. “Ha alcune proprietà e note simili allo champagne, ma di solito più dolce e più viscoso”, descrive Rutzen, che aggiunge che si può anche mescolare il miele con succo di frutta (melomel) o spezie (methaglin) per renderlo più leggero e bilanciare la dolcezza . L'ABV di solito varia dal 6 al 20%, con una media di circa l'11%, aggiunge.

Trovarlo nel menu non è sempre facile, anche se sta sicuramente diventando più facile poiché più bar stanno iniziando a rifornire uno o due marchi e più meaderies si aprono e i baristi sperimentano. È anche un'alternativa popolare alla birra per coloro che sono intolleranti al glutine poiché l'idromele è miele fermentato e acqua o succo nella sua forma naturale. Nota, tuttavia, che i braggots sposano idromele e birra, il che significa che potrebbe includere malto, luppolo o lievito, il che sarà problematico per chi ha un'intolleranza al glutine.

L'American Mead Makers Association ha un'intera area sul proprio sito web dedicata a coloro che sono interessati ad aprire un meadery e l'HomebrewersAssociation.org include una sezione sul Mead Making sul proprio sito, per gli appassionati di birra fatta in casa.

Per coloro che cercano di provarlo, cerca i bar con offerte di sidro rispettabili. Delle 22 linee di sidro di The Northman, una è sempre stata dedicata all'idromele alla spina. Wild Blossom Meadery and Winery offre un Mead Club per 3, 6 e 12 mesi che invia due nuove bottiglie selezionate per i membri.

"A metà febbraio, lanceremo un nuovo programma "by-the-glass" che offre diverse opzioni per gli idromele in bottiglia", aggiunge Rutzen. "Possono variare nei profili di sapore, dalle more luppolate o agli idromele al peperoncino, a una versione moderna di un Arnold Palmer, mescolando miele con succo di limone e tè nero".

Ammette che i suoi ospiti tendono ad essere già bevitori avventurosi e sono ansiosi di esplorare anche l'idromele.

"In molti modi, è la via di mezzo tra un sidro e un cocktail", dice. "Le combinazioni di sapori selvaggi potrebbero anche prestarsi come gradite aggiunte a nuove ricette creative di cocktail".


L'ascesa dell'idromele: la prossima grande cosa del movimento artigianale

L'idromele è la bevanda fermentata più antica? Forse, dice Brian Rutzen, direttore del sidro, al The Northman Cider Pub & Bistro nel quartiere di Lincoln Square a Chicago.

"La tendenza verso cibi e bevande "artigianali" è ben avviata da decenni", afferma Rutzen. “Cibi biologici e di provenienza locale, birra fatta dai tuoi amici, distillerie artigianali, ricette di cocktail fantasiose e ora la recente ascesa del sidro hanno fatto parte della riscoperta di tradizioni perdute e della ricerca di nuovi orizzonti. Era solo questione di tempo prima che questa nuova generazione di premurosi produttori di bevande rivolgesse la propria attenzione all'idromele".

Come abbiamo visto con l'esplosione della birra artigianale, l'idromele sta iniziando a decollare poiché sempre più persone vogliono sperimentare nuovi sapori e ingredienti. Nel caso dell'idromele, il miele gioca un ruolo da protagonista e uno dei motivi per cui potrebbe essere nato l'idromele.

Brian Rutzen, direttore del sidro, al The Northman Cider Pub & Bistro di Chicago, crede nel riscoprire . [+] le tradizioni perdute e la ricerca di nuovi orizzonti sono tra i motivi per cui stiamo assistendo a un aumento dell'idromele. (Foto per gentile concessione di The Northman Cider Pub & Bistro.)

"Molta frutta e verdura venivano spesso conservate in barattoli di miele per conservare cibi freschi", spiega Rutzen. “Con il tempo e l'esposizione ai lieviti naturali, il miele ha fermentato e ha creato la prima sostanza alcolica. Il resto è storia."

Va notato che l'idromele viene talvolta chiamato vino al miele poiché la maggior parte dello zucchero fermentabile proviene dal miele. “Ha alcune proprietà e note simili allo champagne, ma di solito più dolce e viscosa”, descrive Rutzen, che aggiunge che si può anche mescolare il miele con succhi di frutta (melomel) o spezie (methaglin) per renderlo più leggero e bilanciare la dolcezza . L'ABV di solito varia dal 6 al 20%, con una media di circa l'11%, aggiunge.

Trovarlo nel menu non è sempre facile, anche se sta sicuramente diventando più facile poiché più bar stanno iniziando a rifornire uno o due marchi e più meaderies si aprono e i baristi sperimentano. È anche un'alternativa popolare alla birra per coloro che sono intolleranti al glutine poiché l'idromele è miele fermentato e acqua o succo nella sua forma naturale. Nota, tuttavia, che i braggots sposano idromele e birra, il che significa che potrebbe includere malto, luppolo o lievito, il che sarà problematico per chi ha un'intolleranza al glutine.

L'American Mead Makers Association ha un'intera area sul proprio sito web dedicata a coloro che sono interessati ad aprire un meadery e l'HomebrewersAssociation.org include una sezione sul Mead Making sul proprio sito, per gli appassionati di birra fatta in casa.

Per coloro che cercano di provarlo, cerca i bar con offerte di sidro rispettabili. Delle 22 linee di sidro di The Northman, una è sempre stata dedicata all'idromele alla spina. Wild Blossom Meadery and Winery offre un Mead Club per 3, 6 e 12 mesi che invia due nuove bottiglie selezionate per i membri.

"A metà febbraio, lanceremo un nuovo programma "by-the-glass" che offre diverse opzioni per gli idromele in bottiglia", aggiunge Rutzen. "Possono variare nei profili di sapore, dalle more luppolate o agli idromele al peperoncino, a una versione moderna di un Arnold Palmer, mescolando miele con succo di limone e tè nero".

Ammette che i suoi ospiti tendono ad essere già bevitori avventurosi e sono ansiosi di esplorare anche l'idromele.

"In molti modi, è la via di mezzo tra un sidro e un cocktail", dice. "Le combinazioni di sapori selvaggi potrebbero anche prestarsi come gradite aggiunte a nuove ricette creative di cocktail".


L'ascesa dell'idromele: la prossima grande cosa del movimento artigianale

L'idromele è la bevanda fermentata più antica? Forse, dice Brian Rutzen, direttore del sidro, al The Northman Cider Pub & Bistro nel quartiere di Lincoln Square a Chicago.

"La tendenza verso cibi e bevande "artigianali" è ben avviata da decenni", afferma Rutzen. “Cibi biologici e di provenienza locale, birra fatta dai tuoi amici, distillerie artigianali, ricette di cocktail fantasiose e ora la recente ascesa del sidro hanno fatto parte della riscoperta di tradizioni perdute e della ricerca di nuovi orizzonti. Era solo questione di tempo prima che questa nuova generazione di premurosi produttori di bevande rivolgesse la propria attenzione all'idromele".

Come abbiamo visto con l'esplosione della birra artigianale, l'idromele sta iniziando a decollare poiché sempre più persone vogliono sperimentare nuovi sapori e ingredienti. Nel caso dell'idromele, il miele gioca un ruolo da protagonista e uno dei motivi per cui potrebbe essere nato l'idromele.

Brian Rutzen, direttore del sidro, al The Northman Cider Pub & Bistro di Chicago, crede nel riscoprire . [+] le tradizioni perdute e la ricerca di nuovi orizzonti sono tra i motivi per cui stiamo assistendo a un aumento dell'idromele. (Foto per gentile concessione di The Northman Cider Pub & Bistro.)

"Molta frutta e verdura venivano spesso conservate in barattoli di miele per conservare cibi freschi", spiega Rutzen. “Con il tempo e l'esposizione ai lieviti naturali, il miele ha fermentato e ha creato la prima sostanza alcolica. Il resto è storia."

Va notato che l'idromele viene talvolta chiamato vino al miele poiché la maggior parte dello zucchero fermentabile proviene dal miele. “Ha alcune proprietà e note simili allo champagne, ma di solito più dolce e viscosa”, descrive Rutzen, che aggiunge che si può anche mescolare il miele con succhi di frutta (melomel) o spezie (methaglin) per renderlo più leggero e bilanciare la dolcezza . L'ABV di solito varia dal 6 al 20%, con una media di circa l'11%, aggiunge.

Trovarlo nel menu non è sempre facile, anche se sta sicuramente diventando più facile poiché più bar stanno iniziando a rifornire uno o due marchi e più meaderies si aprono e i baristi sperimentano. È anche un'alternativa popolare alla birra per coloro che sono intolleranti al glutine poiché l'idromele è miele fermentato e acqua o succo nella sua forma naturale. Nota, tuttavia, che i braggots sposano idromele e birra, il che significa che potrebbe includere malto, luppolo o lievito, il che sarà problematico per chi ha un'intolleranza al glutine.

L'American Mead Makers Association ha un'intera area sul proprio sito web dedicata a coloro che sono interessati ad aprire un meadery e l'HomebrewersAssociation.org include una sezione sul Mead Making sul proprio sito, per gli appassionati di birra fatta in casa.

Per coloro che cercano di provarlo, cerca i bar con offerte di sidro rispettabili. Delle 22 linee di sidro di The Northman, una è sempre stata dedicata all'idromele alla spina. Wild Blossom Meadery and Winery offre un Mead Club per 3, 6 e 12 mesi che invia due nuove bottiglie selezionate per i membri.

"A metà febbraio, lanceremo un nuovo programma "by-the-glass" che offre diverse opzioni per gli idromele in bottiglia", aggiunge Rutzen. "Possono variare nei profili di sapore, dalle more luppolate o agli idromele al peperoncino, a una versione moderna di un Arnold Palmer, mescolando miele con succo di limone e tè nero".

Ammette che i suoi ospiti tendono ad essere già bevitori avventurosi e sono ansiosi di esplorare anche l'idromele.

"In molti modi, è la via di mezzo tra un sidro e un cocktail", dice. "Le combinazioni di sapori selvaggi potrebbero anche prestarsi come gradite aggiunte a nuove ricette creative di cocktail".


L'ascesa dell'idromele: la prossima grande cosa del movimento artigianale

L'idromele è la bevanda fermentata più antica? Forse, dice Brian Rutzen, direttore del sidro, al The Northman Cider Pub & Bistro nel quartiere di Lincoln Square a Chicago.

"La tendenza verso cibi e bevande "artigianali" è ben avviata da decenni", afferma Rutzen. “Cibi biologici e di provenienza locale, birra fatta dai tuoi amici, distillerie artigianali, ricette di cocktail fantasiose e ora la recente ascesa del sidro hanno fatto parte della riscoperta di tradizioni perdute e della ricerca di nuovi orizzonti. Era solo questione di tempo prima che questa nuova generazione di attenti produttori di bevande rivolgesse la propria attenzione all'idromele".

Come abbiamo visto con l'esplosione della birra artigianale, l'idromele sta iniziando a decollare poiché sempre più persone vogliono sperimentare nuovi sapori e ingredienti. Nel caso dell'idromele, il miele gioca un ruolo da protagonista e uno dei motivi per cui potrebbe essere nato l'idromele.

Brian Rutzen, direttore del sidro, al The Northman Cider Pub & Bistro di Chicago, crede nel riscoprire . [+] le tradizioni perdute e la ricerca di nuovi orizzonti sono tra i motivi per cui stiamo assistendo a un aumento dell'idromele. (Foto per gentile concessione di The Northman Cider Pub & Bistro.)

"Molta frutta e verdura venivano spesso conservate in barattoli di miele per conservare cibi freschi", spiega Rutzen. “Con il tempo e l'esposizione ai lieviti naturali, il miele ha fermentato e ha creato la prima sostanza alcolica. Il resto è storia."

Va notato che l'idromele viene talvolta chiamato vino al miele poiché la maggior parte dello zucchero fermentabile proviene dal miele. “Ha alcune proprietà e note simili allo champagne, ma di solito più dolce e viscosa”, descrive Rutzen, che aggiunge che si può anche mescolare il miele con succhi di frutta (melomel) o spezie (methaglin) per renderlo più leggero e bilanciare la dolcezza . L'ABV di solito varia dal 6 al 20%, con una media di circa l'11%, aggiunge.

Trovarlo nel menu non è sempre facile, anche se sta sicuramente diventando più facile poiché più bar stanno iniziando a rifornire uno o due marchi e più meaderies si aprono e i baristi sperimentano. È anche un'alternativa popolare alla birra per coloro che sono intolleranti al glutine poiché l'idromele è miele fermentato e acqua o succo nella sua forma naturale. Nota, tuttavia, che i braggots sposano idromele e birra, il che significa che potrebbe includere malto, luppolo o lievito, il che sarà problematico per chi ha un'intolleranza al glutine.

L'American Mead Makers Association ha un'intera area sul proprio sito web dedicata a coloro che sono interessati ad aprire un meadery e l'HomebrewersAssociation.org include una sezione sul Mead Making sul proprio sito, per gli appassionati di birra fatta in casa.

Per coloro che cercano di provarlo, cerca i bar con offerte di sidro rispettabili. Delle 22 linee di sidro di The Northman, una è sempre stata dedicata all'idromele alla spina. Wild Blossom Meadery and Winery offre un Mead Club per 3, 6 e 12 mesi che invia due nuove bottiglie selezionate per i membri.

"A metà febbraio, lanceremo un nuovo programma "by-the-glass" che offre diverse opzioni per gli idromele in bottiglia", aggiunge Rutzen. "Possono variare nei profili di sapore, dalle more luppolate o agli idromele al peperoncino, a una versione moderna di un Arnold Palmer, mescolando miele con succo di limone e tè nero".

Ammette che i suoi ospiti tendono ad essere già bevitori avventurosi e sono ansiosi di esplorare anche l'idromele.

"In molti modi, è la via di mezzo tra un sidro e un cocktail", dice. "Le combinazioni di sapori selvaggi potrebbero anche prestarsi come gradite aggiunte a nuove ricette creative di cocktail".


L'ascesa dell'idromele: la prossima grande cosa del movimento artigianale

L'idromele è la bevanda fermentata più antica? Forse, dice Brian Rutzen, direttore del sidro, al The Northman Cider Pub & Bistro nel quartiere di Lincoln Square a Chicago.

"La tendenza verso cibi e bevande "artigianali" è ben avviata da decenni", afferma Rutzen. “Cibi biologici e di provenienza locale, birra fatta dai tuoi amici, distillerie artigianali, ricette di cocktail fantasiose e ora la recente ascesa del sidro hanno fatto parte della riscoperta di tradizioni perdute e della ricerca di nuovi orizzonti. Era solo questione di tempo prima che questa nuova generazione di premurosi produttori di bevande rivolgesse la propria attenzione all'idromele".

Come abbiamo visto con l'esplosione della birra artigianale, l'idromele sta iniziando a decollare poiché sempre più persone vogliono sperimentare nuovi sapori e ingredienti. Nel caso dell'idromele, il miele gioca un ruolo da protagonista e uno dei motivi per cui potrebbe essere nato l'idromele.

Brian Rutzen, direttore del sidro, al The Northman Cider Pub & Bistro di Chicago, crede nel riscoprire . [+] le tradizioni perdute e la ricerca di nuovi orizzonti sono tra i motivi per cui stiamo assistendo a un aumento dell'idromele. (Photo courtesy of The Northman Cider Pub & Bistro.)

“Many fruits and vegetables were often kept in jars of honey as a way to preserve fresh foods,” explains Rutzen. “Over time and exposure to natural yeasts, the honey fermented and created the first alcoholic substance. The rest is history.”

Mead, is should be noted, is sometimes referred to as honey wine since the majority of fermentable sugar comes from honey. “It has some properties and notes similar to champagne, but usually sweeter and more viscous,” describes Rutzen, who adds that one can also blend honey with fruit juice (melomel) or spices (methaglin) to make it lighter and balance out the sweetness. The ABV usually ranges from 6 - 20%, with an average of around 11%, he adds.

Finding it on the menu isn’t always easy, although it’s certainly getting easier as more bars are starting to stock one or two brands and more meaderies open and bartenders experiment. It’s also a popular alternative to beer for those who are gluten-intolerant since mead is fermented honey and water or juice in its natural form. Note, though, that braggots marries mead and beer, meaning it might include malt, hops or yeast which will be problematic for those with a gluten intolerance.

The American Mead Makers Association has a whole area on their website dedicated to those interested in opening a meadery and the HomebrewersAssociation.org includes a section on Mead Making on its site, for home brewing enthusiasts.

For those seeking to try it, seek out bars with a respectable cider offerings. Of the 22 cider lines at The Northman, one has always been dedicated to draught mead. Wild Blossom Meadery and Winery offers a Mead Club for 3, 6 and 12-months that sends two new bottles selected for members.

“In mid-February, we will launch a new ‘by-the-glass’ program offering several options for bottled meads,” adds Rutzen. “They can range in flavor profiles, from hopped blackberry or chili pepper meads, to a modern take on an Arnold Palmer, by blending honey with lemon juice and black tea.”

He admits that his guests tend to already be adventurous drinkers, and are eager to explore mead as well.

“In many ways, it is the happy medium between a cider and a cocktail,” he says. “The wild flavor combinations could even lend themselves as welcome additions to creative new cocktail recipes.”


The Rise of Mead: The Craft Movement's Next Big Thing

Is mead the oldest fermented drink? Maybe, says Brian Rutzen, Cider Director, at The Northman Cider Pub & Bistro in Chicago’s Lincoln Square neighborhood.

“The trend toward ‘craft’ food and drinks has been well underway for decades,” says Rutzen. “Organic and locally-sourced foods, beer made by your friends, artisan distilleries, inventive cocktail recipes, and now the recent rise of cider have all been a part of rediscovering lost traditions and searching for new horizons. It was only a matter of time before this new generation of thoughtful beverage makers turned their attention towards mead.”

As we witnessed with craft beer’s explosion, mead it starting to take off as more people want to experiment with new flavors and ingredients. In mead’s case, honey plays a starring role and one of the reasons mead might have come to be.

Brian Rutzen, Cider Director, at The Northman Cider Pub & Bistro in Chicago, believes rediscovering . [+] lost traditions and searching for new horizons are among the reasons we're seeing a rise in mead. (Photo courtesy of The Northman Cider Pub & Bistro.)

“Many fruits and vegetables were often kept in jars of honey as a way to preserve fresh foods,” explains Rutzen. “Over time and exposure to natural yeasts, the honey fermented and created the first alcoholic substance. The rest is history.”

Mead, is should be noted, is sometimes referred to as honey wine since the majority of fermentable sugar comes from honey. “It has some properties and notes similar to champagne, but usually sweeter and more viscous,” describes Rutzen, who adds that one can also blend honey with fruit juice (melomel) or spices (methaglin) to make it lighter and balance out the sweetness. The ABV usually ranges from 6 - 20%, with an average of around 11%, he adds.

Finding it on the menu isn’t always easy, although it’s certainly getting easier as more bars are starting to stock one or two brands and more meaderies open and bartenders experiment. It’s also a popular alternative to beer for those who are gluten-intolerant since mead is fermented honey and water or juice in its natural form. Note, though, that braggots marries mead and beer, meaning it might include malt, hops or yeast which will be problematic for those with a gluten intolerance.

The American Mead Makers Association has a whole area on their website dedicated to those interested in opening a meadery and the HomebrewersAssociation.org includes a section on Mead Making on its site, for home brewing enthusiasts.

For those seeking to try it, seek out bars with a respectable cider offerings. Of the 22 cider lines at The Northman, one has always been dedicated to draught mead. Wild Blossom Meadery and Winery offers a Mead Club for 3, 6 and 12-months that sends two new bottles selected for members.

“In mid-February, we will launch a new ‘by-the-glass’ program offering several options for bottled meads,” adds Rutzen. “They can range in flavor profiles, from hopped blackberry or chili pepper meads, to a modern take on an Arnold Palmer, by blending honey with lemon juice and black tea.”

He admits that his guests tend to already be adventurous drinkers, and are eager to explore mead as well.

“In many ways, it is the happy medium between a cider and a cocktail,” he says. “The wild flavor combinations could even lend themselves as welcome additions to creative new cocktail recipes.”


Guarda il video: Pearl Jam - Ten Full Album (Gennaio 2022).