Ricette tradizionali

10 alimenti che aiutano a combattere le malattie

10 alimenti che aiutano a combattere le malattie


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Tu sei quello che mangi. Una mela al giorno leva il medico di torno, l'elenco potrebbe continuare. Piccole frasi scattanti come queste esistono da decenni, ma le masse ascoltano il loro messaggio? Mentre tutti amano un buon schema di rime, è sufficiente per impedirci di indulgere troppo spesso o ignorare il fatto che alcune sezioni della piramide alimentare meritano più attenzione di altre?

Clicca qui per i 10 cibi che aiutano a combattere le malattie (slideshow)

Le statistiche sull'attività fisica e sulla dieta in America sono abbastanza spaventose, ma molti dei cibi che mangiamo stanno danneggiando i nostri organi e il sistema immunitario in modi che non possiamo immaginare. Peggio ancora è l'ubiquità di tale tariffa. I più grandi trasgressori sono gli articoli che fiancheggiano i nostri corridoi di generi alimentari e abbelliscono le pagine dei menu dei nostri ristoranti preferiti. Gli alimenti trasformati dovrebbero essere consumati solo in quantità molto piccole, ma per la maggior parte sono un alimento base.

Tuttavia, non è tutto negativo. La buona notizia è che i cibi gustosi, ricchi di nutrienti e che stimolano il sistema immunitario sono abbondanti, specialmente in questo periodo dell'anno. Ad esempio, cenare con un'insalata estiva rifornita con rucola ricca di calcio, avocado ricco di omega-3 e cetriolo ricco di silice è un ottimo primo passo nella tua lotta contro qualsiasi cosa, dal cancro al comune raffreddore.

Il cibo non può solo aiutare a prevenire le malattie; può anche alleviare il disagio fisico che accompagna molte malattie. La dottoressa Sue Decotiis, una dottoressa di spicco che si occupa di nutrizione e gestione del peso, conosce molto bene il potere di una dieta sana. Può far luce sui nutrienti che si trovano sotto la pelle dei nostri frutti preferiti e sui gusci dei nostri frutti di mare preferiti.

Fai clic sulla presentazione per scoprire quali cibi dovresti includere e quali dovresti evitare, per mantenere il tuo corpo in funzione come la macchina ben oliata che doveva essere.

carciofi

Queste piccole sfere spinose racchiudono un pugno nutriente. Se hai problemi di digestione, il Dr. Decotiis consiglia una dieta ricca di carciofi. L'acido clorogenico vive nelle foglie delle verdure, e anche gli antichi greci e romani erano consapevoli dei suoi benefici digestivi.

Alimenti Ripieni di Prebiotici

Il nostro peso e il nostro benessere generale sono in gran parte determinati dagli alimenti che mettiamo nel nostro corpo e dai batteri che portano con sé. "I prebiotici servono come nutrimento per i batteri benefici dell'intestino", afferma il dott. Decotiis. Quindi, se vuoi tenere sotto controllo la tua flora intestinale, inizia ad aggiungere cose come cavoletti di Bruxelles, aglio, scalogno, cipolle e topinambur ai tuoi pasti. L'aggiunta di tali ingredienti ti mette sulla buona strada per prevenire l'obesità e le malattie cardiache, oltre a rafforzare il sistema immunitario.


10 alimenti che combattono le infezioni in modo naturale

Salute è benessere! Questa affermazione è così vera se si considera l'aumento del prezzo dei farmaci, gli onorari dei medici e i costi degli interventi chirurgici.

Per renderti sano e ricco, un aspetto importante che non dovresti mai dimenticare è la tua dieta. Una dieta ben pianificata può mantenere il corpo e la mente sani a lungo termine.

Infatti, Ippocrate una volta disse: "Fa che il tuo cibo sia la tua medicina e la tua medicina sia il tuo cibo". Dai sempre la priorità a ciò che mangi prima che il tuo corpo soffra.

Il tuo corpo lavora davvero duramente per combattere costantemente batteri, germi e virus che potresti incontrare in molti modi. Sia che tu soffra di un comune attacco di influenza, di qualche tipo di infezione della pelle o di mal di stomaco, i microbi dannosi possono compromettere la tua immunità e rendere il tuo corpo più incline a problemi di salute.

Ma scegliendo i cibi giusti, puoi aiutare il tuo corpo a difendersi dai microbi dannosi e combattere le infezioni in modo naturale. Ci sono molti cibi che combattono le malattie che dovrebbero essere nella cucina di tutti e mangiati quotidianamente o regolarmente.

Ecco i primi 10 alimenti che combattono effettivamente malattie e infezioni in modo naturale.


Una panoramica del cibo come medicina per combattere le malattie

Nel mio libro Eat to Beat Disease, descrivo diversi modi efficaci in cui il cibo può essere usato come medicina per prevenire e combattere numerose malattie critiche. In questo momento, il nostro sistema sanitario sta lottando per guarire milioni di malati, molti dei quali affetti da malattie croniche preventive. E il cibo che mangiamo sta seriamente compromettendo gli sforzi del nostro sistema sanitario. Negli Stati Uniti, circa mezzo milione di morti (nel mondo circa 11 milioni di morti) sono attribuiti a una cattiva alimentazione.

Il cibo è uno strumento che ognuno di noi può utilizzare più volte al giorno per aiutare a ridurre il rischio di malattie su diversi livelli. Quando consideriamo il rischio alimentare e la malattia, di solito pensiamo agli alimenti che dovrebbero essere rimossi dalla dieta. Ma rimuovere gli alimenti dalla dieta è molto più impegnativo (e molto meno attraente) rispetto all'aggiunta di alimenti benefici che hanno effetti protettivi contro le malattie.

Quella che segue è una panoramica dei modi in cui il cibo può essere usato come medicina per sconfiggere le malattie.

1. Angiogenesi

L'angiogenesi è il meccanismo attraverso il quale il corpo fa crescere i vasi sanguigni. È un denominatore comune in molte delle malattie più diffuse di oggi, tra cui cancro, malattie cardiache, ictus, cecità e altro ancora. Nel mio campo dell'angiogenesi, abbiamo scoperto che quando gli alimenti vengono analizzati nello stesso modo in cui vengono esaminati i farmaci, molti di questi alimenti possono effettivamente andare a confronto con i farmaci comunemente prescritti. Alcuni esempi degni di nota includono:

  • La soia contiene isoflavoni, che sono antiangiogenici. Diversi studi sull'uomo mostrano che il consumo di più soia è associato a un minor rischio di cancro al seno e a un ridotto rischio di mortalità per cancro al seno.
  • I pomodori contengono licopene, un'altra molecola antiangiogenica. Gli studi sugli uomini hanno scoperto che coloro che mangiano più pomodori cotti hanno un minor rischio di cancro alla prostata.

2. Rigenerazione

Sappiamo che animali come le stelle marine possono rigenerarsi dopo che uno dei loro arti è stato rimosso. Ma lo sapevate che anche gli esseri umani sono in grado di rigenerarsi? Le nostre cellule staminali entrano in azione dopo un infortunio e uno dei loro scopi principali è quello di sostituire le cellule danneggiate. Mentre si dividono, possono trasformarsi nei diversi tipi di cellule necessari in quel momento. Non dobbiamo ricorrere alla medicina convenzionale per stimolare la crescita delle cellule staminali. Simile all'angiogenesi, ci sono alimenti che possiamo consumare che incoraggiano la produzione di cellule staminali.

  • Il cacao, o cioccolato fondente, è stato analizzato con un metodo farmaceutico simile ed è stato determinato che i polifenoli al suo interno possono effettivamente raddoppiare il numero di cellule staminali nella circolazione.
  • Gli acidi grassi polinsaturi Omega-3 hanno anche dimostrato la capacità di aumentare l'attività delle cellule staminali.

3. Microbioma

I trilioni di batteri che risiedono nel nostro microbioma intestinale sono correlati a molte delle malattie croniche che oggi ci minacciano. Possiamo nutrire i batteri "cattivi" con alimenti che possono potenziarli, evitare cibi che potrebbero renderli più forti o mangiare cibi che incoraggiano la crescita dei batteri benefici che sono così salutari per noi.

  • Il kiwi è prebiotico, il che significa che promuove la crescita dei batteri "buoni". Uno studio condotto dalla National University of Singapore ha dimostrato che mangiare kiwi ha aumentato la presenza di Lactobacillus (batteri benefici) nei soggetti umani del 35% in 24 ore.
  • Il pane a lievitazione naturale contiene anche Lactobacillus Reuteri, che può inibire la crescita del cancro.

L'immunoterapia è una delle più grandi scoperte della medicina moderna, ma non tutti rispondono a questi trattamenti. La ricerca ha stabilito che un singolo batterio intestinale sembra essere responsabile del successo di queste immunoterapie. Uno scienziato di nome Laurence Zitvogel ha scoperto che le persone che hanno risposto bene agli inibitori del checkpoint, una forma di immunoterapia, contenevano batteri Akkermansia nel loro intestino mentre altri che non avevano avuto altrettanto successo con la terapia non contenevano i batteri.

  • Il melograno è uno dei pochi modi in cui puoi ottenere l'Akkermansia. Non puoi ingerirlo attraverso un probiotico, ma puoi mangiare un melograno o bere succo di melograno per ottenere una porzione sana dei batteri che stimolano il sistema immunitario.
  • I germogli di broccoli hanno dimostrato di aumentare il numero di cellule T Natural Killer nel sistema immunitario umano.

5. Protezione del DNA

La protezione del DNA è fondamentale per la salute. Il corpo umano subisce ogni giorno 60.000 mutazioni nel nostro DNA. Con quelle mutazioni arriva il potenziale di errore e la possibilità di cancro. Allora perché non ci viene diagnosticato un cancro più spesso? Bene, il nostro DNA può ripararsi da solo e ci sono alimenti che possono aiutare a potenziare quei meccanismi di riparazione.

  • Il succo d'arancia è ricco di vitamina C e altri bioattivi che hanno dimostrato di migliorare la capacità del sangue di proteggere il DNA.
  • Mandorle, farina d'avena, banane e tofu contengono magnesio, che è un minerale necessario per il mantenimento dei meccanismi di riparazione del DNA.

Sono un medico con un sincero apprezzamento per la medicina convenzionale, quindi non sto suggerendo che il cibo dovrebbe essere usato al posto della medicina moderna. Piuttosto, sto proponendo che cibo e medicine possano essere usati in tandem per aiutare a prevenire e curare varie malattie. Per maggiori dettagli su quali alimenti possono servire a scopi medicinali, dai un'occhiata al mio libro, Eat to Beat Disease.


10 alimenti che aiutano a combattere il cancro

Il cibo fa di più che riempirci la pancia, ci mantiene in salute e talvolta ha anche proprietà antitumorali. Continua a leggere per 10 mangia e ricette facili che possono scongiurare la grande "C".

La maggior parte di noi conosce i cibi che fanno guadagnare chili: hamburger, gelati, patatine e altro ancora. Ma quello che mangi va oltre il fatto che tu possa entrare nei tuoi jeans. Gli alimenti salutari possono anche tenere a bada il cancro. "Anche se non esiste un alimento che riduca il rischio di questa malattia, è la sinergia tra molti nutrienti - vitamine, minerali, sostanze fitochimiche, antiossidanti - che probabilmente ti darà la massima protezione", afferma Colleen Doyle, MS, RD, direttore di nutrizione e attività fisica per l'American Cancer Society. Questi 10 edibili racchiudono un potente pugno anti-cancro. 1. Bacche
Come aiutano:Le bacche contengono composti antiossidanti, che possono proteggere le cellule dai danni legati al cancro. Possono anche rafforzare il tuo sistema immunitario, afferma Lisa Young, Ph.D., RD, autore di Il piano del cassiere di porzioni (Harmony) e professore a contratto di nutrizione alla New York University. Contengono polifenoli, tra cui acido ellagico e antociani, antiossidanti che contrastano, riducono e riparano i danni alle cellule, afferma Doyle.

Le bacche sono anche ricche di altri potenziali combattenti del cancro come la vitamina C e le fibre. I tumori che possono combattere:Pelle, vescica, polmone, seno, cancro ed esofago Fai il pieno: Mescolare mirtilli, more, lamponi e fragole in yogurt, frullati, cereali e insalate o mescolarli in ricette di muffin o pancake. 2. Uva
Come aiutano:Una sostanza chimica vegetale chiamata resveratrolo, un antiossidante e antinfiammatorio, si nasconde nelle bucce dell'uva, specialmente in quelle viola e rosse. Gli studi hanno dimostrato che possono impedire alle cellule tumorali di crescere e inibire i tumori, secondo l'American Institute for Cancer Research. I tumori che possono combattere:Fegato, stomaco, seno e colon

Fai il pieno:Lavare l'uva, congelarla, quindi mangiarla come spuntino dolce o aggiungerla a fette nelle insalate o nella ricotta. (Il vino rosso contiene questo composto, ma non è il modo migliore per consumare il resveratrolo perché elevate quantità di alcol sono state collegate a un maggiore rischio di cancro.) 3. Pomodori
Come aiutano:
I pomodori ottengono il loro colore rosso vivo da un antiossidante chiamato licopene, che può proteggere le cellule dai danni e uccidere quelle che non crescono correttamente, dice Doyle. Possono anche proteggere la pelle dal cancro "assorbendo la luce UV", afferma Wilhelm Stahl, Ph.D., professore e ricercatore di antiossidanti presso l'Università di Dusseldorf in Germania. I tumori che possono combattere:Seno, polmone, endometrio, pelle, prostata e bocca

Fai il pieno: Gli alimenti cotti o lavorati a base di pomodoro – succo, salsa, pasta, zuppa, persino ketchup – hanno più licopene perché il calore rilascia più di questo nutriente e consente al corpo di assorbirlo più facilmente. Fai il pieno con questa zuppa di pomodoro arrosto. Non sei un amante del pomodoro? Puoi ottenere il licopene anche nel pompelmo rosa e nell'anguria. 4. Verdure crocifere
Come aiutano:Le verdure crocifere (pensa ai broccoli, ai cavoli e ai cavoli) contengono potenziali combattenti del cancro come glucosinolati, crambene e indolo-3-carbinolo, afferma l'American Institute for Cancer Research. Contengono anche sulforafano, che può tenere a bada il cancro aiutando a liberare il corpo dagli agenti cancerogeni e inibire la crescita delle cellule tumorali, secondo una ricerca del Roswell Park Cancer Institute di Buffalo, New York. I tumori che possono combattere: Stomaco, seno, pelle, bocca, faringe, laringe ed esofago

Fai il pieno:Prova i broccoli, il cavolfiore, il cavolo cinese, il cavolo riccio, i cavoletti di Bruxelles e il cavolo in insalata. Mangia verdure crude o leggermente al vapore perché perdono potenti sostanze fitochimiche quando sono troppo cotte. Dai un'occhiata a questa insalata di broccoli con salsa cremosa di feta. 5. Aglio
Come aiuta:
L'aglio contiene sostanze fitochimiche antiossidanti uniche chiamate solfuri di allile che "sembrano intervenire in diverse fasi del processo del cancro", afferma Karen Collins, R.D., C.D.N., consulente nutrizionale dell'American Institute for Cancer Research. Uno studio del 2007 in Giornale di nutrizione suggerisce che questi composti inibiscono la formazione del tumore del colon e la crescita cellulare. Cancri che può combattere:Stomaco, esofageo, seno, polmone e colon Fai il pieno:Soffriggere le verdure in uno o due spicchi d'aglio o aggiungerlo a condimenti per insalate fatti in casa, salse, sughi per pasta e zuppe. Inoltre, aggiungi sale o polvere all'aglio alla carne macinata mentre prepari gli hamburger o cospargila sulla pizza.

6. Tè
Come aiuta:
Il tè è pieno zeppo di antiossidanti chiamati catechine, che secondo studi di laboratorio possono fermare la crescita delle cellule cancerose e ridurre le dimensioni dei tumori cancerosi. Cancri che può combattere:Colon, fegato, seno, prostata, polmone, pelle, vescica, stomaco e pancreas Fai il pieno:Sorseggia tè verde caldo o freddo al posto del caffè (ha meno caffeina e senza calorie se vai senza zucchero). Il tè nero offre benefici, ma il tè verde ha tre volte più catechine, secondo l'American Institute of Cancer Research. 7. Semi di lino
Come aiuta:
“I semi di lino contengono un antiossidante chiamato lignani, che può aiutare il corpo a liberarsi dagli agenti cancerogeni e
acidi grassi omega-3, che si ritiene riducano l'infiammazione e rafforzino il sistema immunitario del corpo", afferma Krista Haynes, R.D., consulente nutrizionale per NutriBullet. Cancri che può combattere:Colon, seno, pelle e polmone

Fai il pieno:Prova a cucinare o cuocere al forno con farina di semi di lino, farina e olio (tutti reperibili nei negozi di alimenti naturali) o cospargi i semi di lino macinati su cereali, farina d'avena o insalate. 8. Legumi
Come aiutano:
Possono essere piccoli, ma legumi come piselli, fagioli e lenticchie hanno un grande potere nutritivo. "Contengono sostanze fitochimiche naturali che sono unicamente diverse da quelle presenti nelle verdure e nei cereali integrali", afferma Collins. Questi includono saponine, inibitori della proteasi e acido fitica, che studi di laboratorio rivelano possono impedire la riproduzione delle cellule tumorali. Anche la fibra può ridurre il rischio di cancro al colon, secondo una meta-analisi di studi pubblicati sulla rivista BMJ nel 2011. I tumori che possono combattere:Colon e stomaco, tra gli altri Fai il pieno:Condisci le insalate con lenticchie e piselli, monta la zuppa di lenticchie o piselli, aggiungi i baccelli di piselli al soffritto o spuntini su semplici vecchie arachidi. Prova questo pilaf di lenticchie e bulgur con zucca verde e gialla

9. Cereali integrali
Come aiutano:
Secondo uno studio della School of Public Health dell'Università del Minnesota, le persone che si saziano di cereali integrali hanno un rischio di cancro inferiore del 21%-43% rispetto a coloro che ne mangiano poco o nessuno. A differenza dei cereali raffinati, i cereali integrali hanno la crusca e gli strati germinali, che sono ricchi di antiossidanti e altri nutrienti. "Contengono anche fibre che, se fermentate nel colon, possono produrre sostanze che proteggono le cellule dagli agenti cancerogeni", afferma Collins. I tumori che possono combattere:Seno, colon e stomaco Fai il pieno:Cuocere con farina integrale e avere farina d'avena per colazione. Mangia panini fatti con pane integrale ("integrale" dovrebbe essere la prima parola sulla lista degli ingredienti) e sostituisci il riso bianco con quello selvatico o integrale.

10. Verdure a foglia verde scuro
Come aiutano:
Queste verdure color smeraldo contengono folati e carotenoidi. "I carotenoidi sono antiossidanti che aiutano la comunicazione cellula-cellula che controlla la crescita cellulare, mentre il folato è essenziale per proteggere il nostro DNA, il punto di partenza di qualsiasi cambiamento che porta al cancro", afferma Collins.

I tumori che possono combattere:Seno, pelle, polmone, stomaco, bocca, faringe e laringe Fai il pieno:Aggiungi gli spinaci alle omelette e sostituiscilo con la lattuga iceberg in insalata (metti anche la lattuga romana, la lattuga e le bietole). Per cena, soffriggere leggermente senape, cavolo cappuccio e cavolo riccio in olio d'oliva e una spruzzata di limone. Prepara gli spinaci saltati con olio di sesamo tostato.


11 migliori alimenti antinfiammatori che combattono le malattie croniche

Questi alimenti naturali sono ricchi di nutrienti che combattono le malattie.

L'infiammazione è una parola d'ordine collegata a quasi tutto ciò che mangiamo in questi giorni, che si tratti di evitare un cibo che la causa o di mangiare un cibo che la riduce. Come mai? L'infiammazione ha la reputazione di "cattivo ragazzo" quando si tratta della tua salute.

In parte, è vero: l'infiammazione cronica può portare a condizioni gravi e talvolta mortali lungo la strada, come il diabete di tipo 2, le malattie cardiache, il cancro e la demenza. Pensa all'infiammazione come a una guerra in corso nel tuo corpo. Ogni volta che il tuo corpo assume cibo o sperimenta una sorta di "invasione", il tuo sistema immunitario esegue una risposta infiammatoria per reprimere quell'invasione.

Quindi, inizia un secondo processo chiamato antinfiammatorio, che è alimentato dai nutrienti e dai minerali che già esistono nel tuo corpo. Questo processo è completamente normale e alla fine riporta il tuo corpo al suo stato naturale, equalizzato, pre-invasione, afferma Zhaoping Li, M.D., direttore dell'UCLA Center for Human Nutrition.

L'infiammazione diventa un cattivo cosa, tuttavia, quando quella seconda risposta - quella antinfiammatoria - non fa il suo lavoro di riportare il tuo corpo al centro. "Si ritiene che questa infiammazione di grado molto basso su base persistente sia la piattaforma per le malattie croniche", afferma il dott. Li.

Nonostante lo stigma legato alla parola stessa, l'infiammazione è ancora un processo naturale. "L'infiammazione è buona per combattere qualsiasi invasione del corpo", afferma il dott. Li.


Che cos'è l'infiammazione?

Tutti hanno bisogno di un po' di infiammazione nei loro corpi, riporta la Harvard Health Publishing. Quando il tuo sistema immunitario rileva una lesione o una sostanza estranea (come batteri o virus, ad esempio), innesca una risposta infiammatoria che invia le cellule del sangue che si precipitano nell'area interessata. Si chiama infiammazione acuta, che provoca sintomi come arrossamento e gonfiore e aiuta il corpo a guarire e riparare.

Ma l'infiammazione cronica di basso livello è qualcosa di diverso. È un segno che il sistema immunitario del corpo sta reagendo in modo eccessivo ed è stato collegato a numerosi problemi di salute. Ad esempio, l'infiammazione provoca dolore articolare e rigidità per le persone con l'artrite reumatoide, malattia autoimmune, afferma Matthew Black, RD, un nutrizionista presso l'Ohio State University Wexner Medical Center.

"Ma anche per le persone senza malattie autoimmuni, c'è anche un'infiammazione a livello cellulare di cui non siamo consapevoli ogni giorno", aggiunge Black. "Anche se non possiamo vederlo o sentirlo, quell'infiammazione può contribuire a cose come le malattie cardiache lungo la strada."

L'infiammazione cronica è misurata da proteine ​​nel sangue o nella saliva, chiamate citochine, che vengono prodotte quando il corpo è in uno stato infiammatorio. Queste citochine, che includono l'interleuchina-6 (IL-6) e la proteina C-reattiva (CRP), aiutano i medici a capire cosa sta succedendo nel corpo, quindi sono anche conosciute come marcatori infiammatori.

Molte cose contribuiscono all'infiammazione cronica, compresa la genetica e le scelte di vita come il fumo e la mancanza di attività fisica. Ma anche la dieta gioca un ruolo importante. "Gli alimenti trasformati, la farina arricchita e gli oli idrogenati, noti anche come grassi trans, sono stati tutti collegati a un aumento dei marcatori infiammatori", afferma Black.

"Eliminare questi alimenti dalla tua dieta e concentrarti maggiormente su cibi integrali e cibi a base vegetale, sono alcune delle cose migliori che puoi fare", afferma Black.


Unisciti alla nostra tribù di guerrieri del cervello!

Con studi spaventosi che collegano i farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS)–antidolorifici come l'ibuprofene–a un rischio più elevato di infarti, ictus e morte per cause cardiovascolari–oltre che a problemi gastrointestinali–probabilmente ti starai chiedendo se esiste un metodo più sicuro modo per lenire i tuoi dolori.

La meravigliosa notizia è che alcuni cibi deliziosi e sani in realtà racchiudono lo stesso potere antidolorifico di alcuni farmaci antidolorifici, senza i preoccupanti effetti collaterali, secondo studi recenti. Ecco alcuni dei modi più gustosi per ottenere un sollievo rapido e naturale per ciò che ti affligge

  • Zenzero. Popolare sia come spezia che come medicinale da migliaia di anni, lo zenzero combatte sia l'infiammazione che vari tipi di dolore. In uno studio randomizzato su giovani donne con periodi dolorosi, coloro che hanno assunto capsule con radice di zenzero in polvere tre volte al giorno per cinque giorni hanno avuto un calo significativo sia della durata che dell'intensità dei crampi mestruali. In un altro studio, l'estratto di zenzero è efficace quanto il farmaco antinfiammatorio non steroideo diclofenac nel trattamento di pazienti con osteoartrite del ginocchio. Lo zenzero era "molto più sicuro", hanno concluso i ricercatori, dal momento che non ha avuto effetti negativi sul rivestimento dello stomaco.
  • Salmone e olio di pesce. Gli alimenti ad alto contenuto di acidi grassi omega-3, come il pesce azzurro come salmone, halibut e tonno, o integratori di olio di pesce, potrebbero essere proprio ciò di cui la tua schiena dolorante ha bisogno per alleviare. In uno studio su 250 pazienti con dolore al collo o alla schiena, il 59% è stato in grado di interrompere l'assunzione di farmaci antidolorifici dopo essere stato trattato con olio di pesce e il 60% ha riportato una significativa riduzione del dolore. Gli scienziati hanno riferito che gli integratori di olio di pesce omega-3 "sembrano essere un'alternativa più sicura ai FANS" per il dolore al collo e alla schiena non chirurgico. Prove precedenti hanno anche riscontrato che l'olio di pesce è efficace quanto l'ibuprofene per reprimere il dolore da artrite. Per aggiungere facilmente più pesce ai tuoi menu, prova l'insalata di melograno Pepita con salmone o l'halibut cremoso al pesto.
  • Menta piperita. Lenitivo per il sistema digestivo, l'olio di menta piperita (assunto sotto forma di capsule) si è dimostrato efficace in diversi studi per ridurre i sintomi della sindrome dell'intestino irritabile come crampi, dolore e gonfiore con percentuali di successo fino al 75%. Inoltre, tamponare l'olio sulle tempie aiuta a sedare il mal di testa da tensione. Un piccolo studio che ha confrontato l'applicazione topica di olio di menta piperita al 10% con paracetamolo non ha riscontrato differenze significative nell'efficacia tra i due trattamenti, secondo un articolo di revisione in Medico di famiglia americano.
  • Caffè. Tra i molti vantaggi per la salute legati al consumo di caffè ci sono la perdita di peso e la riduzione del rischio di diabete, ictus e cancro alla prostata. Uno dei vantaggi più sorprendenti di una tazza di caffè è la riduzione del dolore fisico, secondo uno studio. I ricercatori hanno chiesto ai volontari di svolgere compiti scomodi che mettono a dura prova collo, spalle, avambracci e polsi. Coloro che hanno bevuto una tazza di caffè in anticipo hanno avvertito un dolore significativamente inferiore in queste aree. Il caffè in quantità moderate aiuta anche a scongiurare i calcoli biliari.
  • Olio extravergine d'oliva. EVOO contiene diversi potenti antiossidanti, incluso uno scoperto di recente chiamato oleocantale. Ha effetti antinfiammatori e antidolorifici simili a quelli dell'ibuprofene, dell'aspirina e di altri FANS, inibendo la produzione degli enzimi pro-infiammatori COX-1 e COX-2, secondo gli scienziati del Monell Chemical Senses Center. Una nuova ricerca pubblicata sulla rivista ACS Chemical Neuroscience suggerisce anche che questo composto può anche aiutare a proteggere dall'Alzheimer e da altri disturbi che derubano la memoria. Uno dei miei modi preferiti per usare EVOO è in Antiox Detox Chopped Salad e mi piace abbinarlo a Shrimp Scampi, una delle mie ricette salutari per il cervello preferite.
Stesso umore e movimento 400
Un nutriente importante per il cervello, le articolazioni, il fegato, i muscoli e altri organi. SAMe è fondamentale per il rinnovamento, la riparazione e il benessere generale del corpo.

Mangiare bene è fondamentale poiché il tuo corpo si ripara dai danni causati dalla malattia di Lyme. Una corretta alimentazione è una delle cose più sagge–e più semplici– che puoi fare per migliorare il tuo benessere generale. Tuttavia, è ancora più critico se hai la malattia di Lyme.

Ogni persona ha i propri gusti nei cibi. Quindi, trova i pasti in questo elenco di alimenti antinfiammatori che ti sembrano i più gustosi e assicurati di consumarli mentre ti riprendi.

1 – Acqua

OK. Ci hai preso. L'acqua non è un alimento. Tuttavia, è in cima alla nostra lista nel numero uno, comunque!

L'acqua costituisce oltre il 60 per cento del corpo umano. Quindi, è una priorità ogni giorno bere la tua giusta quota. Non solo manterrà il tuo benessere, ma aiuterà anche a combattere qualsiasi febbre o infezione che deriva dalla tua malattia. Infine, aiuta il fegato a eliminare le tossine dal sistema.

Se sai che dovresti bere più acqua, ma non sei sicuro della quantità corretta da bere, ecco alcune linee guida per l'assunzione di acqua, secondo la scienza.

Maschi adulti:

Lo studio del 2018 sopra citato suggerisce che gli uomini bevono 3700 millilitri o 125 once fluide di acqua ogni giorno.

Femmine adulte:

Inoltre, lo studio raccomanda che le femmine adulte bevano 2000 millilitri, circa 68 once fluide al giorno.

Le femmine adulte incinte dovrebbero bere 2300 millilitri, 78 once fluide al giorno.

2 – Pesce grasso

I pesci grassi, come il salmone, lo sgombro e altre specie di acque fredde sono fonti ben documentate di nutrienti quando si combatte l'infiammazione. Questo potente impatto deriva dalla presenza di acidi grassi Omega 3.

Gli Omega 3 sono così essenziali per la dieta che la scienza ora li riconosce come vitamina F.

Il pesce grasso svolge un ruolo come fonte essenziale di proteine ​​​​mentre ti riprendi dalla malattia di Lyme. E, se prendi la buona abitudine di consumare regolarmente pesce azzurro, otterrai un ulteriore vantaggio. Questo perché questi pesci migliorano anche la salute delle arterie, nutrono il cervello con i grassi di cui ha bisogno e alimentano il metabolismo.

3 – semi di girasole

Pensi che i semi di girasole siano uno snack gustoso? Lo sono sicuramente, ma sono molto di più! I semi di girasole forniscono al tuo corpo potenti colpi di vitamina E e aiutano a potenziare gli anticorpi naturali del tuo corpo. Questo è un lavoro essenziale nella lotta contro l'infiammazione.

Fai uno spuntino a volontà con questi semi sani. Ma, considera anche di aggiungerli per un morso croccante sulla tua prossima insalata o mescolali nella farina d'avena per una maggiore consistenza.

4 – Curcuma

Meglio conosciuto per il suo uso frequente nella cucina indiana, la curcuma offre molto più di un sapore gustoso ai tuoi piatti al curry. Gli ancestrali guaritori indiani hanno usato questa antica spezia per secoli per curare qualsiasi cosa, dalle punture di insetti al dolore da artrite alle febbri, tutte le complicazioni infiammatorie.

Poiché la malattia di Lyme provoca spesso infiammazione e disagio alle articolazioni, dovrebbe essere una soluzione quando ti riprendi dalla malattia di Lyme. Inoltre, aiuta a ridurre le possibilità di complicazioni come infezioni batteriche secondarie che potresti contrarre mentre stai migliorando.

5 – verdure a foglia verde

Poiché probabilmente ti senti pigro e letargico durante il recupero da questa malattia, devi abbracciare le verdure a foglia verde. Pensa agli spinaci, ai cavoli, ai cavoli, alla senape. eccetera.

Queste verdure sono ricche di sostanze nutritive per aiutarti a riprenderti dopo questa malattia. Inoltre, migliorano i benefici anti-infiammatori, migliorano la salute del cuore e aumentano la tua energia.

Ricorda che più le verdure sono di colore verde scuro, più i nutrienti sono concentrati.

6 – Kimchi

Kimchi, il famoso cavolo fermentato della Corea, questo è anche un alimento fondamentale per combattere la malattia di Lyme. Questo perché Kimchi aiuta la salute dell'intestino.

Questo batterio buono è utile perché bilancia i "batteri buoni" 8221 nell'intestino. Questo è importante per superare gli impatti della malattia di Lyme. Sebbene la maggior parte delle persone non capisca esattamente cosa fa il loro intestino, molti dei sintomi negativi associati a Lyme si collegano alla salute dell'intestino.

La cattiva salute dell'intestino può scatenare l'infiammazione. Quindi, dando la priorità alla salute dell'intestino e mangiando kimchi, sarai in grado di sentirti meglio molto prima.

7 – Ceci

Sia che tu stia mangiando un delizioso tuffo all'hummus o lanciando i ceci in un'insalata, farlo contribuirà ad aumentare il tuo benessere generale dopo Lyme.

Questi deliziosi legumi sono pieni zeppi di vitamina B6 essenziale. Quella vitamina è fondamentale per aiutare a sostenere il tuo sistema immunitario, che è stressato durante un attacco di Lyme.

È facile introdurre i ceci in molti piatti. Questa versatilità lo rende uno degli alimenti più semplici da consumare durante la guarigione dopo Lyme.

8 – Patate Dolci

Sia che ti piacciano le patate dolci al forno o che prepari una zuppa confortante, l'aggiunta di patate dolci svolge un ruolo fondamentale quando vuoi contrastare gli effetti di Lyme.

Questo è perché le patate dolci sono ricche di vitamina A. Quindi, supportano un sistema immunitario sano. E la sana dose di vitamina A ti aiuta anche a combattere eventuali infezioni secondarie mentre guarisci.

9 – Stevia

La stevia è un dolcificante naturale che potrebbe anche essere utile nella lotta contro il Lyme poiché questo dolcificante può contrastare l'impatto dei batteri Borrelia burgdorferi, la specie che infetta il tuo corpo con Lyme

Uno studio del 2015 suggerisce che la Stevia è un distruttore del biofilm che può distruggere il biofilm prodotto dai suddetti batteri.

10 – Olio essenziale di aglio

Uno studio del 2018 afferma che l'olio di aglio è uno dei dieci oli essenziali che aiutano i pazienti con malattia di Lyme a riprendersi più velocemente dalla loro malattia. Mentre lo studio fa questa affermazione, il team di ricerca raccomanda anche che siano necessarie ulteriori ricerche per individuare una scienza più esatta.

Ma la ricerca rende l'olio essenziale di aglio degno di essere provato.


10 cibi che combattono l'infiammazione

L'infiammazione è come il sale. Un pizzico è una buona cosa, ma prendine un po' troppo e rovina tutto. L'infiammazione acuta, la risposta del tuo corpo a un taglio o agli agenti patogeni che entrano nel corpo, protegge il tuo corpo dai danni. L'infiammazione cronica, d'altra parte, è stata collegata a tutto, dall'acne e allergie, a problemi intestinali, disturbi neurologici, malattie autoimmuni e dolori articolari, afferma Mark Hyman, MD, presidente dell'Institute for Functional Medicine e autore del Dieta detox di 10 giorni.

Devi vivere in una bolla per evitare tutte le sue fonti: grassi saturi, zucchero, stress, infezioni e tossine ambientali, ma puoi creare equilibrio mangiando una dieta ricca di alimenti che combattono i radicali liberi e le tossine che scatenano l'infiammazione. Tutto ciò che sorge da terra può solo aiutare, ma in particolare vorrai mantenere questi 10 alimenti potenti in rotazione pesante. (Scopri come curare oltre 95 condizioni di salute in modo naturale con Mangia per una salute straordinaria e una guarigione.)

Berries are bright, shiny, and famously chock-full of free radical&ndashfighting antioxidants, but as you stock up on the blue-and-red beauties, keep in mind that their wrinkly relative, the raisin, can also keep inflammation in check. &ldquoSnacking on raisins, and other fruit in general, tends to reduce a marker of inflammation known as TNF-alpha,&rdquo says Jim Painter, PhD, RD, a professor at Eastern Illinois University.

Beans in general are great sources of anti-inflammatory botanical compounds known as phytonutrients, but soy has been singled out by researchers for its ability to reduce the inflammation marker C-reactive protein, says Wendy Bazilian, DrPH, RD, author of The SuperfoodsRx Diet. This is great news for your heart&mdashhigh levels of C-reactive protein have been linked to coronary artery disease. Another bean benefit: the protein-rich, satisfying legumes are good candidates to displace pro-inflammatory meat in meals.

Salmon may be pricier than most four-legged meat options, but it&rsquos a notoriously good source of omega-3 fatty acids. It also bests plant-based sources of the nutrient, which your body can&rsquot process as well. But you don&rsquot need to make it the main event at every meal. In fact, all you really need to do is aim to minimize your ratio of omega-6 to omega-3 fatty acids. "Just a fifth of a teaspoon of fish oil to a teaspoon of omega-3 fatty acids a day is the amount you need to bring your fat consumption into balance," Painter says. (Try these tasty salmon recipes to get a healthy omega-3 dose.)

Don&rsquot ignore your spice cabinet when whipping up a healthy meal. "Many herbs and spices are rich in antioxidant phytonutrients," says Christine Rosenbloom, PhD, RD, nutrition professor emerita, Georgia State University. Crushed and dried rosemary, thyme, turmeric, oregano, and cinnamon are all inflammatory, but you&rsquoll only get a sprinkling of each at best. Basil, on the other hand, can be eaten fresh. (Check out these 25 healing herbs you can eat every day.)

This spicy root has gained a following for its nausea-calming powers, but it has another trick up its sleeve&mdashinflammation crushing. Studies have linked the root to lowered post-exercise inflammation and a drop in joint pain caused by the chronic inflammatory conditions osteoarthritis and rheumatoid arthritis. While researchers haven&rsquot pinpointed its anti-inflammatory effects to a single component, it&rsquos likely one of the culprits is the plant&rsquos active compound gingerol, Bazilian says.

Nutrient-packed sweet potatoes are great news for your heart, skin, and immune heath, but bad news for inflammation markers. "Foods high in the vitamins C and E and the carotenoids, alpha- and beta-carotene, like sweet potatoes, are anti-inflammatory," Rosenbloom says. And they&rsquore not the only orange food you should load up on pumpkins, cantaloupe, apricots, and carrots are also good sources of carotenoids and vitamins. (Slimming Sweet Potatoes With Brown Sugar-Pecan Topping, anyone?)

One fruit that stands out from the pack is the tart cherry. Like berries, the fleshy fruit abounds in anthocyanins (a type of phytonutrient), but it also delivers a uniquely powerful dose of anti-inflammatory compounds. "Tart cherries contain higher levels of both anthocyanins 1 and 2," Bazilian explains. If that sounds a little technical, just think of it this way&mdashyou&rsquore getting a double whammy of inflammation-fighting ingredients. (That's not all tart cherries do: see how tart cherry juice can help you sleep 90 extra minutes a night.)

If you&rsquore still skeptical of hot-right-now kale, consider this your ticket to getting on the bandwagon. Along with fellow cruciferous vegetables arugula, broccoli, Brussels sprouts, bok choy, and wasabi, kale is rich in sulfur, which forces your liver to put it through two detox cycles, instead of one. That may sound like a pain, but it&rsquos actually beneficial: The second run-through stimulates your body to churn out more phase II enzymes, which break down toxins in the same way your digestive enzymes break down food. &ldquoPhase II enzymes help clean your body out by reducing the toxic load,&rdquo says Painter.

You&rsquod be hard-pressed to find a nut without anti-inflammatory benefits, but walnuts have managed to earn the spotlight in this category. "Walnuts have the highest concentration of plant-based omega-3s, more than 10 antioxidant phytonutrients, and polyphenols that also play a role in reducing inflammation," Bazilian says.

You can even battle inflammation between meals by sipping on green, white, and black teas, Rosenbloom says. They&rsquore steeped in free radical-fighting catechins, a polyphenolic compound found in the leaves of the Camellia sinesis plant. The more antioxidants you&rsquore taking in, the better. "It&rsquos best to adopt a diet rich in foods that are anti-inflammatory instead of concentrating on one or two superfoods," she says.


Curcuma

Shutterstock

Widely used as a treatment for everything from skin conditions to stomach ulcers, it comes as little surprise to fans of turmeric that this powerful anti-inflammatory spice can help treat arthritis symptoms, too. Research suggests that antioxidant-packed turmeric can help reduce inflammation throughout the body, making it a great addition to your arthritis-fighting diet.